proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Andare in basso

proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone Empty proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone

Messaggio Da Francesco Cori il Dom Mar 22, 2009 2:26 pm

Come abbiamo aderito alla sciopero del 18 indetto dalla cgil ritengo sia doveroso dare un adesione formale alla manifestazione del 28 indetta dai sindacati di base, mantenendo sempre la nostra autonomia, rivendicando, quindi, sempre, i punti della nostra piattaforma. Da quello che ho sentito, gli studenti universitari stanno proponendo un appello di adesione per uno spezzone autoorganizzato di tutti i movimenti della scuola - a cui dovrebbero aderire gli studenti medi e consistenti spezzoni del movimento della scuola -. nel quale, da quello che ho capito, non ci sono capelli di sorta. Non sarebbe male se chiedessimo ai sindacati di base di poter intervenire dal palco come rete, cosa che la cgil ci ha concesso. Tra lunedì e martedì vi invierò il comunicato elborato da studenti universitari, medi, etc, in modo che si possa avere le idde più chiare sulla proposta. Un saluto. Francesco.
Francesco Cori
Francesco Cori
Veterano/a
Veterano/a

Maschio Numero di messaggi : 145
Località : Roma
Ordine scuola : ancora da inserire
Organizzazione : Nessuna
Contributo al forum : 4146
Data d'iscrizione : 13.11.08

Torna in alto Andare in basso

proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone Empty Re: proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone

Messaggio Da Brunello Arborio il Dom Mar 22, 2009 7:38 pm

Concordo con tutta la proposta di Francesco, ritengo necessario partecipare a tutte le iniziative
Brunello Arborio
Brunello Arborio
Esperto/a
Esperto/a

Maschio Numero di messaggi : 3241
Età : 55
Località : Terni
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : CPS-Terni
Forum Precari Scuola
Contributo al forum : 7932
Data d'iscrizione : 15.07.08

http://precariscuola.135.it

Torna in alto Andare in basso

proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone Empty Re: proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone

Messaggio Da metallaura il Dom Mar 22, 2009 8:25 pm

concordo anch'io con francesco e brunello. bisogna partecipare a tutte le iniziative. anzi perché non facciamo una bel sit-in di protesta sotto la RAI tv che ignora completamente la scuola e invece si sbizzarisce a inviare ispettori e bollettini minacciosi a chi non ha la tv? Smile

buona domenica a tutti
metallaura
avatar
metallaura
Moderatore
Moderatore

Femmina Numero di messaggi : 60
Località : roma
Ordine scuola : Secondaria I grado
Organizzazione : movimento insegnanti precari - roma
Contributo al forum : 3940
Data d'iscrizione : 27.02.09

Torna in alto Andare in basso

proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone Empty Re: proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone

Messaggio Da Emma Giannì il Dom Mar 22, 2009 9:14 pm

vorrei sentire gli altri......se ci sono ancora.......
Per conto mio,i cobas hanno sempre snobbato la rete anche in malo modo.
E' chiaro che se riuscissimo a parlare dal palco in nome della rete,ben venga,e per questo sono disposta anche ad un'ulteriore sciopero,ma se la mia adesione deve servire a "far numero" per....... ,non aderisco.Mi spiace.
Questo significa fare precise richieste all'organizzazione in nome della rete PRIMA DELLA MANIFESTAZIONE

------------------------------------------------------
Emma Giannì
reteprecariscuolaag@libero.it
Emma Giannì
Emma Giannì
Amministratore
Amministratore

Femmina Numero di messaggi : 2680
Località : SCIACCA(AG)
Ordine scuola : Secondaria A029-A030
Organizzazione : Rete Precari Scuola Agrigento
Tesserata CGIL
Contributo al forum : 6914
Data d'iscrizione : 16.07.08

Torna in alto Andare in basso

proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone Empty Re: proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone

Messaggio Da Ospite il Dom Mar 22, 2009 9:39 pm

Io sinceramente sposterei a dopo aver avuto la risposta circa un ns intervento sul palco, la decisione di aderire alla manifestazione come rete. Poi sarebbe opportuno sentire anche i colleghi di napoli, bari, taranto e le altre realtà aderenti alla rete. Dovremmo in un certo senso coordinare le decisioni, sennò diamo ragione a chi dice che la RNP non esiste più..... magari invece è già così.
avatar
Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone Empty Re: proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone

Messaggio Da Emma Giannì il Dom Mar 22, 2009 10:05 pm

ma è una manifesatzione generale?
vogliamo fare una riunione come ai vecchi tempi ,please?

------------------------------------------------------
Emma Giannì
reteprecariscuolaag@libero.it
Emma Giannì
Emma Giannì
Amministratore
Amministratore

Femmina Numero di messaggi : 2680
Località : SCIACCA(AG)
Ordine scuola : Secondaria A029-A030
Organizzazione : Rete Precari Scuola Agrigento
Tesserata CGIL
Contributo al forum : 6914
Data d'iscrizione : 16.07.08

Torna in alto Andare in basso

proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone Empty Re: proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone

Messaggio Da morena il Dom Mar 22, 2009 10:12 pm

ciao a tutti
io sono daccordo sul fare un comunicato chiaro nei contenuti, che chiami all'autorganizzazione e all'unità dei soggetti colpiti, oltre a partecipare alla manifestazione che se non sbaglio si terrà nel pomeriggio.
morena
morena
morena
Assiduo/a
Assiduo/a

Femmina Numero di messaggi : 79
Località : Roma
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : coordinamento precari scuola-roma
Contributo al forum : 4083
Data d'iscrizione : 09.10.08

Torna in alto Andare in basso

proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone Empty Re: proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone

Messaggio Da Brunello Arborio il Dom Mar 22, 2009 10:24 pm

ddr67 ha scritto:Io sinceramente sposterei a dopo aver avuto la risposta circa un ns intervento sul palco, la decisione di aderire alla manifestazione come rete. Poi sarebbe opportuno sentire anche i colleghi di napoli, bari, taranto e le altre realtà aderenti alla rete. Dovremmo in un certo senso coordinare le decisioni, sennò diamo ragione a chi dice che la RNP non esiste più..... magari invece è già così.

Non capisco il pessimismo di questa frase visto che il topic è stato aperto proprio per discutere la questione: tra l'altro tu eri una delle persone che chiedeva che il forum venisse usato per prendere delle decisioni.
Io però propongo l'adesione alla manifestazione anche se non venisse consentito un nostro intervento dal palco, perchè non partecipare vorrebbe dire sancire una rottura definitiva con i COBAS e con l'altro coordinamento molto pericolosa in un momento così delicato e perchè condivido le rivendicazioni della manifestazione del 28 Marzo: ricordo anche che i COBAS erano presenti al convegno organizzato dalla Rete il 21 febbraio.
Riguardo alla partecipazione "fisica" alla manifestazione è chiaro che, dato che i colleghi della Rete di Napoli, Palermo e forse Emma saranno presenti alla manifestazione CGIL del 4 Aprile, la partecipazione alla manifestazione del 28, per evidenti motivi logistici, spetterà in massima parte al gruppo romano, ne ho già parlato per telefono con Francesco Cori ed anche lui è d'accordo.
Brunello Arborio
Brunello Arborio
Esperto/a
Esperto/a

Maschio Numero di messaggi : 3241
Età : 55
Località : Terni
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : CPS-Terni
Forum Precari Scuola
Contributo al forum : 7932
Data d'iscrizione : 15.07.08

http://precariscuola.135.it

Torna in alto Andare in basso

proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone Empty Re: proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone

Messaggio Da mara0808 il Dom Mar 22, 2009 11:14 pm

io parteciperò ad entrambe le manifestazioni con o senza intervento dal palco, credo che veramente non sia il momento di prendere posizioni rispetto a quello o a questo sindacato, l'importante è riempire le piazze.
mara0808
mara0808
Esperto/a
Esperto/a

Femmina Numero di messaggi : 196
Località : Napoli
Ordine scuola : ancora da inserire
Organizzazione : Nessuna
Contributo al forum : 4188
Data d'iscrizione : 10.01.09

Torna in alto Andare in basso

proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone Empty Re: proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone

Messaggio Da Brunello Arborio il Dom Mar 22, 2009 11:17 pm

altamarea ha scritto:
E' chiaro che se riuscissimo a parlare dal palco in nome della rete,ben venga,e per questo sono disposta anche ad un'ulteriore sciopero

Il 28 c'è solo la manifestazione, non è uno sciopero
Brunello Arborio
Brunello Arborio
Esperto/a
Esperto/a

Maschio Numero di messaggi : 3241
Età : 55
Località : Terni
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : CPS-Terni
Forum Precari Scuola
Contributo al forum : 7932
Data d'iscrizione : 15.07.08

http://precariscuola.135.it

Torna in alto Andare in basso

proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone Empty Re: proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone

Messaggio Da Ospite il Dom Mar 22, 2009 11:22 pm

Brunello Arborio ha scritto:
ddr67 ha scritto:Io sinceramente sposterei a dopo aver avuto la risposta circa un ns intervento sul palco, la decisione di aderire alla manifestazione come rete. Poi sarebbe opportuno sentire anche i colleghi di napoli, bari, taranto e le altre realtà aderenti alla rete. Dovremmo in un certo senso coordinare le decisioni, sennò diamo ragione a chi dice che la RNP non esiste più..... magari invece è già così.

Non capisco il pessimismo di questa frase visto che il topic è stato aperto proprio per discutere la questione: tra l'altro tu eri una delle persone che chiedeva che il forum venisse usato per prendere delle decisioni.
Io però propongo l'adesione alla manifestazione anche se non venisse consentito un nostro intervento dal palco, perchè non partecipare vorrebbe dire sancire una rottura definitiva con i COBAS e con l'altro coordinamento molto pericolosa in un momento così delicato e perchè condivido le rivendicazioni della manifestazione del 28 Marzo: ricordo anche che i COBAS erano presenti al convegno organizzato dalla Rete il 21 febbraio.
Riguardo alla partecipazione "fisica" alla manifestazione è chiaro che, dato che i colleghi della Rete di Napoli, Palermo e forse Emma saranno presenti alla manifestazione CGIL del 4 Aprile, la partecipazione alla manifestazione del 28, per evidenti motivi logistici, spetterà in massima parte al gruppo romano, ne ho già parlato per telefono con Francesco Cori ed anche lui è d'accordo.

La frase della RNP che non esiste più non è mia, l'ho letta in un altro topic. Per quanto concerne la rottura coi cobas, dipenderebbe anche da loro, quando loro non hanno aderito alle ns inziative noi non abbiamo rotto con loro.

Il mio dubbio è quello di partecipare ad una manifestazione fortemente connotata politicamente, per i non addetti, estremista. Questo magari potrebbe anche non essere capito dai colleghi più moderati.

La mia è cmq solo una riflessione mentre il pessimismo è solo mio, non solo nei confronti della rete ma dell'intero movimento dei precari della scuola che secondo me è il vero fantasma,
avatar
Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone Empty Re: proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone

Messaggio Da mariapia il Dom Mar 22, 2009 11:28 pm

io sono del parere che bisogna appunto aderire formalmente e d'altra parte abbiamo sempre aderito allemanifestazioni cobas!
Inoltre la RETE è o non è OLTRE LE SIGLE?
Penso che lo è

Very Happy
mariapia
mariapia
Coordinatore
Coordinatore

Numero di messaggi : 2772
Età : 63
Località : Palermo
Ordine scuola : Primaria
Organizzazione : CPS Palermo e neoiscritta Flcgil
Contributo al forum : 7221
Data d'iscrizione : 05.08.08

Torna in alto Andare in basso

proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone Empty Re: proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone

Messaggio Da mariapia il Dom Mar 22, 2009 11:37 pm

Per l'incontro con la UIL di giorno 26 ho preparato infatti una scritta.............

RETE NAZIONALE PRECARI DELLA SCUOLA

.........OLTRE LE SIGLE SINDACALI E POLITICHE Very Happy

COSì NON CI METTONO ETICHETTE ADDOSSO
mariapia
mariapia
Coordinatore
Coordinatore

Numero di messaggi : 2772
Età : 63
Località : Palermo
Ordine scuola : Primaria
Organizzazione : CPS Palermo e neoiscritta Flcgil
Contributo al forum : 7221
Data d'iscrizione : 05.08.08

Torna in alto Andare in basso

proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone Empty Re: proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone

Messaggio Da Brunello Arborio il Dom Mar 22, 2009 11:46 pm

ddr67 ha scritto:
Il mio dubbio è quello di partecipare ad una manifestazione fortemente connotata politicamente, per i non addetti, estremista. Questo magari potrebbe anche non essere capito dai colleghi più moderati.

Ma se aderiamo solo alle manifestazioni confederali i colleghi più estremisti non ci capirebbero


La mia è cmq solo una riflessione mentre il pessimismo è solo mio, non solo nei confronti della rete ma dell'intero movimento dei precari della scuola che secondo me è il vero fantasma,

Qualche mese fa avrei condiviso il tuo pessimismo, adesso mi sembra che si stiano cominciando a raccogliere i frutti del lavoro autunnale: la Rete parla dal palco delle principali città il 18 Marzo, viene invitata dalla UIL alla sua iniziativa del 26, inizia a comparire nei giornali ed in televisioni...sopratutto locali, è chiaro, ma inizia ad essere presente.
Brunello Arborio
Brunello Arborio
Esperto/a
Esperto/a

Maschio Numero di messaggi : 3241
Età : 55
Località : Terni
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : CPS-Terni
Forum Precari Scuola
Contributo al forum : 7932
Data d'iscrizione : 15.07.08

http://precariscuola.135.it

Torna in alto Andare in basso

proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone Empty Re: proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone

Messaggio Da mara0808 il Lun Mar 23, 2009 12:04 am

ricevo e inoltro

[gelmini_no] La Crisi e il G14 sul Welfare: Manif Nazionale ...

NON PAGHIAMO LA VOSTRA CRISI! MOBILITIAMOCI PER IL G14 SUL WELFARE il 28 MARZO A ROMA
Il 28 marzo si terrà a Roma il G14 dei ministri del welfare, per varare misure che colpiranno i soliti:lavoratori,disoccupati, precari e migranti, e le spacceranno come soluzioni alla crisi. il patto di Base (cobas, cub e sdl)e i movimenti sociali, hanno indetto una manifestazione nazionale,
che deve diventare l'occasione per dar voce all'opposizione sociale di questo paese.

Nei giorni scorsi è stato approvato un Protocollo di cui mando allegato, firmato anche dal Pd e da cgil,cisl,uil e ugl che restringe il diritto a manifestare a roma: in base a queste norme per il momento la questura ha vietato
il percorso del corteo in direzione p.zza Navona.ovviamente gli organizzatori, per rispondere a questo clima
fascistoide confermano il percorso.

A Napoli come movimenti sociali, reti e patto di base abbiamo organizzato un'assemblea LUNEDì 23 MARZO ALLE ORE 16.30 A PALAZZO GIUSSO Presso l’Università Orientale - Piazza S. Giovanni M. Pignatelli ( vedi allegato).

PARTECIPIAMO ALL'ASSEMBLEA PER ORGANIZZARE UNA GRANDE
ADESIONE ALLA MANIFESTAZIONE DEL 28 MARZO


Per il 28 Marzo partenze da Napoli con appuntamento alle ore 9.30 a p.Garibaldi
Info-Partenze: 3207855640 (Luca)
mara0808
mara0808
Esperto/a
Esperto/a

Femmina Numero di messaggi : 196
Località : Napoli
Ordine scuola : ancora da inserire
Organizzazione : Nessuna
Contributo al forum : 4188
Data d'iscrizione : 10.01.09

Torna in alto Andare in basso

proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone Empty Re: proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone

Messaggio Da Ospite il Lun Mar 23, 2009 1:23 am

Brunello Arborio ha scritto:
ddr67 ha scritto:
Il mio dubbio è quello di partecipare ad una manifestazione fortemente connotata politicamente, per i non addetti, estremista. Questo magari potrebbe anche non essere capito dai colleghi più moderati.

Ma se aderiamo solo alle manifestazioni confederali i colleghi più estremisti non ci capirebbero


La mia è cmq solo una riflessione mentre il pessimismo è solo mio, non solo nei confronti della rete ma dell'intero movimento dei precari della scuola che secondo me è il vero fantasma,

Qualche mese fa avrei condiviso il tuo pessimismo, adesso mi sembra che si stiano cominciando a raccogliere i frutti del lavoro autunnale: la Rete parla dal palco delle principali città il 18 Marzo, viene invitata dalla UIL alla sua iniziativa del 26, inizia a comparire nei giornali ed in televisioni...sopratutto locali, è chiaro, ma inizia ad essere presente.

Io preferirei farmi capire dai colleghi moderati che da quelli estremisti, la manifestazione del 28 è anche contro i sindacati concertativi e contro il pd, per questo io come rete non prenderei posizione e lascerei libertà ai singoli movimenti locali. Io poi come precari della scuola non manifesterei neanche contro il governo in generale ma solo contro i provvedimenti dello stesso sulla scuola.

Poi mi rimetto alla maggioranza.

Per il pessimismo rispondo col detto: "in un mondo di ciechi chi ha un occhio solo ci vede benissimo".
avatar
Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone Empty adesione della rete allo sciopero del 28 marzo

Messaggio Da Daniela Ricci il Lun Mar 23, 2009 2:35 am

Io penso che sia giusta la partecipazione della rete alla manifestazione dei Cobas il 28 marzo ed è importante richiedere un intervento sul palco come rete precari. la Rete nazionale precari si è proposta fin dall'inizio come movimento autonomo che porta avanti con forza le istanze e le problematiche dei precari della scuola e per questo in ogni momento e in ogni occasione dove il tema del precariato è in prima fila dobbiamo essere presenti.
Essere presenti logicamente in tutti quegli ambiti in cui si crede e si investe nella conoscenza e nella libertà di cultura e delle idee. Anche se i Cobas non condividono le stesse idee e scelte della Cgil e del PD appartengono certamente a quell'ambito sopranominato.

coordinamento precari Terni
avatar
Daniela Ricci
Coordinatore
Coordinatore

Femmina Numero di messaggi : 13
Località : Terni
Ordine scuola : Secondaria I gr.
Organizzazione : CPS Terni
Contributo al forum : 3979
Data d'iscrizione : 09.12.08

Torna in alto Andare in basso

proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone Empty Re: proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone

Messaggio Da antonella vaccaro il Lun Mar 23, 2009 2:49 am

in linea di principio sarei daccordo con l adesione, anzi la ritengo necessaria

è vero quello che dicono didier ed emma che loro ci hanno snobbati ma a me personalmente non mi frega nulla e non mi porta alcun vantaggio

per motivi di lavoro non potrò andare all assemblea del 23, andrò a quella della uil e vi farò sapere il conteenuto
non sarò a roma x il 28 e credo neanche il mio coordinamento a parte mara che da come ho capito verrà e mi fa piacere se ci rappresenta
nulle contro la manifestazione del 28 mi fa piacere che si faccia ma il coordinamento ha deciso di venire a roma x il 4 ed entrambe le cose non si possono fare

io direi di non creare spaccature all interno della rete, siamo sempre andati daccordo e proprio ora che la rete comincia ad essere riconosciuta come un qualcosa che esiste è importante farci vedere

ritengo però importante chiedere di poter parlare sul palco a nome della rete, non vedo perchè non debbano concederlo, se accdesse il contrario sarebbe grave e coglieremo l'occasione x chiudere definitivamente i rapporti; sono sicura però che ci lasceranno parlare come hanno fatto nelle loro assemblee

all assemblea della uil io mi presenterò come membro del coordinamento napoli e come rete nazionale precari
antonella vaccaro
antonella vaccaro
Amministratore
Amministratore

Femmina Numero di messaggi : 2769
Età : 47
Località : Napoli
Ordine scuola : Primaria
Organizzazione : CPS Napoli
Contributo al forum : 6899
Data d'iscrizione : 03.12.08

Torna in alto Andare in basso

proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone Empty Re: proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone

Messaggio Da pfasce il Lun Mar 23, 2009 9:27 am

Francesco Cori ha scritto:Come abbiamo aderito alla sciopero del 18 indetto dalla cgil ritengo sia doveroso dare un adesione formale alla manifestazione del 28 indetta dai sindacati di base, mantenendo sempre la nostra autonomia, rivendicando, quindi, sempre, i punti della nostra piattaforma. Da quello che ho sentito, gli studenti universitari stanno proponendo un appello di adesione per uno spezzone autoorganizzato di tutti i movimenti della scuola - a cui dovrebbero aderire gli studenti medi e consistenti spezzoni del movimento della scuola -. nel quale, da quello che ho capito, non ci sono capelli di sorta. Non sarebbe male se chiedessimo ai sindacati di base di poter intervenire dal palco come rete, cosa che la cgil ci ha concesso. Tra lunedì e martedì vi invierò il comunicato elborato da studenti universitari, medi, etc, in modo che si possa avere le idde più chiare sulla proposta. Un saluto. Francesco.

I precari liguri collaborano coi COBAS genovesi e savonesi in particolare dall'inizio delle lotte di quest'anno, quindi siamo favorevoli ad un'adesione secondo le modalita' che indichi.

Nel comunicato stampa penso debba emergere l'adesione allo sciopero precedente con un invito alle organizzazioni sindacali a superare certe diffidenze per organizzare nel prosieguo attivita' congiunte.

L'adesione a questo sciopero consentira' alla rete di rivendicare la propria piattaforma e di uscire con un nuovo comunicato stampa. Prima o poi ci convocheranno per qualche audizione... ;-)

A presto.
pfasce
pfasce
Coordinatore
Coordinatore

Maschio Numero di messaggi : 369
Età : 52
Località : Genova
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Comitato Precari Liguri
Contributo al forum : 4353
Data d'iscrizione : 22.07.08

http://www.fasce.it

Torna in alto Andare in basso

proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone Empty Re: proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone

Messaggio Da Ospite il Lun Mar 23, 2009 9:28 am

Francamente non capisco queste difficoltà ad aderire alla manifestazione. Come si è fatto con quello organizzato dalla FLC cgil, occorre mettere su un comunicato di adesione, che contenga i nostri contenuti e la nostra piattaforma rivendicativa (nulla di nuovo: basta prendere il documento) e postarla alla stampa, in maniera autonoma ed adulta.

Magari, per andare incontro alle posizioni dei più moderati, si può fare nel comunicato un riferimento esplicito al fatto che la Rete aderisca alla manifestazione in quanto anello del più generale movimento contrario alla riforma Gelmini, lasciando da parte ogni riferimento a polemiche sindacali che non ci appartengono e non ci interessano.

Contemporaneamente, come suggerisce Brunello, si chiede di parlare dal palco a nome della Rete, ma senza fare drammi in caso di rifiuto: non è una nostra iniziativa e quindi non possiamo imporre a nessuno scelte che dovrebbero venire da sole, improntate al buon senso...

In qualunque caso non interromperei nessun tipo di rapporto. Sapete bene come la pensi rispetto alla politica dei Cobas sul precariato, ma proprio per questo penso che i miei comportamenti, e mi auguro quelli della Rete, debbano essere improntati al massimo della correttezza e della "laicità", passatemi il termine.

Quindi avanti, colleghi: si collabora con tutti, si scende in piazza con tutti, la cosa importante è portare avanti le nostre rivendicazioni di categoria.

Poi attenzione: la cosiddetta "visibilità" non si ottiene con un intervento dal palco, se siamo in tre... Si ottiene scendendo in piazza numerosi, magari più di quanto si aspettino gli organizzatori.
avatar
Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone Empty Re: proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone

Messaggio Da Brunello Arborio il Lun Mar 23, 2009 11:18 am

Concordo con Gialov, il suggerimento comunque era di Francesco.
Ritengo anche io necessario chiedere la parola dal palco, se non ce la dovessero concedere non ne farei un dramma.
Purtroppo quasi tutti i comitati locali dovranno scegliere tra la manifestazione del 28 e quella del 4 visto che sono così ravvicinate, solo i romani potranno partecipare ad entrambe le iniziative.
Brunello Arborio
Brunello Arborio
Esperto/a
Esperto/a

Maschio Numero di messaggi : 3241
Età : 55
Località : Terni
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : CPS-Terni
Forum Precari Scuola
Contributo al forum : 7932
Data d'iscrizione : 15.07.08

http://precariscuola.135.it

Torna in alto Andare in basso

proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone Empty Re: proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone

Messaggio Da Ospite il Lun Mar 23, 2009 12:04 pm

Per me il discorso valeva anche per manifestazione del 4 della cgil, alla quale pare che la rete abbia aderito, così di slancio, dopo che ci hanno dato visibilità facendoci parlare.
A manifestazioni di carattere generale contro il governo, la rete nazionale non dovrebbe aderire, ma lasciare libertà ai singoli comitati locali, magari scrivendo un comunicto stampa in cui si spiega la situazione e non si condivide questa assurda divisione tra sindacati.

Ovviamente parere personale, e se per una volta non siamo daccordo, manimani, non mi sembra un dramma, semmai sintomo di vitalità.

se io fossi un precario a digiuno di fatti sindacali e Vi chiedessi: ma come mai due manifestazioni nell'arco di una settimana e tutte e due contro il governo? Cosa mi rispondereste?
avatar
Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone Empty Re: proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone

Messaggio Da Antonino Buonamico il Lun Mar 23, 2009 4:20 pm

Se ricordo bene, la manifestazione nazionale del 28 marzo era stata approvata già al convegno del 21 febbraio assieme allo sciopero del 18. Il problema è che non è uno sciopero (uno sciopero dei Cobas è previsto invece per il 23 aprile) ed è di sabato, che non è giornata libera per tutti, perciò è difficile che qualcuno di noi da Bari partecipi. Anche qui inoltre c'è più entusiamo per il 4 aprile, anche perché lo sciopero del 18 è stato visto in un certo senso come una preparazione della manifestazione del 4, che però, come dice ddr, è contro il governo in generale. Forse qualche collega che non lavora o ha il sabatro libero parteciperà il 4 aprile, mentre altri vogliono organizzare un sit in a Bari per chi non potrà partire. Tornando al 28 marzo, poiché la Rete in realtà ha già aderito, è importante un comunicato che prenda le distanze da critiche indiscriminate ai sindacati e al PD e mi sembra appropriato un intervento della Rete dal palco. Condivido comunque le perplessità di ddr e ragionerei un po' sull'adesione alla manifestazione del 4 aprile. Anche lì, se dovessimo aderire, sarebbe opportuno un nostro comunicato che sottolinei in particolare i temi della scuola, e magari un intervento sul palco, visto che a diversi di noi il 18 marzo è stata concessa la parola. A Paolo Fasce ricordo che la Rete Nazionale Prrecari della Scuola esiste eccome: lo ha dimostrato con i sit in in varie città che stanno continuando e anche con gli interventi del 18 marzo. Certo c'è tanto lavoro ancora da fare per una maggiore coesione e un maggiore coordinamento, sempre nel rispetto delle singole realtà locali.
Antonino Buonamico
Antonino Buonamico
Moderatore
Moderatore

Maschio Numero di messaggi : 2317
Età : 59
Località : Bari
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Rete Docenti Precari Bari
Contributo al forum : 6124
Data d'iscrizione : 27.10.08

Torna in alto Andare in basso

proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone Empty proposta di adesione al 28 ottobre

Messaggio Da Francesco Cori il Lun Mar 23, 2009 8:48 pm

Cari colleghi, posso comprendere i malumori di chi ha subito - e forse noi del movimento precari di Roma siamo tra quelli che l'hanno subito di più - l'ostruzionismo reiterato da parte della dirigenza dei cobas nei confronti della rete. Siamo più volte intervenuti alle assemblle indette dal coordinamento dei precari per ribadire la necessità di unire tutti i precari sotto una singola sigla che comprendesse tutte le realtà del precariato senza avere mai una chiara volontà di collaborazione. Ciò non significa, da parte nostra, assumere un atteggiamento di chiusura, in particolare con tutti quei precari iscritti cobas che, come noi, non hanno sposato alcuna causa per tutta la vita, ed il cui interesse fondamentale è quello di contrastare radicalmente la loro ferma opposizione ai tagli ed al processo di privatizzazione della scuola pubblica. Il nostro obiettivo fondamentale deve essere quello di unificare tutti i precari sotto un programma, coordinarli con maggior incisività alle altre componenti del mondo della scuola e, soprattutto, puntare, alla costruzione di un movimento unitario, con parole d'ordine e piattaforme precise - cosa che noi abbiamo fatto con l'assemblea del 30 - che ricacci all'angolo qualsiasi ipotesi di frazionismo o strumentalizzazione. Se non partecipiamo in maniera organizzata anche agli appuntamenti del sindacalismo di base - tenendo conto che la stessa cgil ha commesso anch'essa dei gravi errori e che è un entità composta di tante componenti e che potrebbe essere ricacciata dalle componenti moderate su posizioni arretrate - rischiamo di alimentare quella frammentazione che tanti problemi ci ha creato e che continua a crearci. Nella sostanza sono d'accordo, quindi, con Giavlov, e spero che, tenedo in massima considerazione gli impegni e le sensibilità di tutti, in particolare di chi viene da fuori Roma, saremo capaci di costruire uno spezzone dignitoso per il 28 marzo. Noi, da Roma, ci impegneremo. Un saluto. Francesco.
Francesco Cori
Francesco Cori
Veterano/a
Veterano/a

Maschio Numero di messaggi : 145
Località : Roma
Ordine scuola : ancora da inserire
Organizzazione : Nessuna
Contributo al forum : 4146
Data d'iscrizione : 13.11.08

Torna in alto Andare in basso

proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone Empty Re: proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone

Messaggio Da pfasce il Mar Mar 24, 2009 12:46 am

Amicanto ha scritto:A Paolo Fasce ricordo che la Rete Nazionale Prrecari della Scuola esiste eccome: lo ha dimostrato con i sit in in varie città che stanno continuando e anche con gli interventi del 18 marzo. Certo c'è tanto lavoro ancora da fare per una maggiore coesione e un maggiore coordinamento, sempre nel rispetto delle singole realtà locali.

Scusate, questa mattina ho risposto nell'intervallo, di fretta, a scuola. Non devo essermi spiegato bene. I miei erano suggerimenti e idee a braccio. Nulla di prescrittivo. Inoltrero' il comunicato che verra' preparato, sono d'accordo sul farlo in appoggio alla manifestazione dei COBAS, come abbiamo fatto per quella della CGIL/FGU, e sarà senz'altro sottoscritto anche dal Comitato Precari Liguri della Scuola.

'notte. :-)
pfasce
pfasce
Coordinatore
Coordinatore

Maschio Numero di messaggi : 369
Età : 52
Località : Genova
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Comitato Precari Liguri
Contributo al forum : 4353
Data d'iscrizione : 22.07.08

http://www.fasce.it

Torna in alto Andare in basso

proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone Empty Re: proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone

Messaggio Da Antonino Buonamico il Mar Mar 24, 2009 1:46 am

No Paolo scusami tu: non mi riferivo al tuo post di stamattina che non mi sembrava prescrittivo, ma ad un altro in cui hai scritto che la RNP non esiste più. Come stimolo va comunque bene. A presto
Antonino Buonamico
Antonino Buonamico
Moderatore
Moderatore

Maschio Numero di messaggi : 2317
Età : 59
Località : Bari
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Rete Docenti Precari Bari
Contributo al forum : 6124
Data d'iscrizione : 27.10.08

Torna in alto Andare in basso

proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone Empty Re: proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone

Messaggio Da Brunello Arborio il Mar Mar 24, 2009 4:03 pm

Amicanto ha scritto:No Paolo scusami tu: non mi riferivo al tuo post di stamattina che non mi sembrava prescrittivo, ma ad un altro in cui hai scritto che la RNP non esiste più. Come stimolo va comunque bene. A presto

Non lo aveva scritto Paolo quel post...
Brunello Arborio
Brunello Arborio
Esperto/a
Esperto/a

Maschio Numero di messaggi : 3241
Età : 55
Località : Terni
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : CPS-Terni
Forum Precari Scuola
Contributo al forum : 7932
Data d'iscrizione : 15.07.08

http://precariscuola.135.it

Torna in alto Andare in basso

proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone Empty Re: proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone

Messaggio Da Ospite il Mar Mar 24, 2009 6:10 pm

Brunello Arborio ha scritto:
Amicanto ha scritto:No Paolo scusami tu: non mi riferivo al tuo post di stamattina che non mi sembrava prescrittivo, ma ad un altro in cui hai scritto che la RNP non esiste più. Come stimolo va comunque bene. A presto

Non lo aveva scritto Paolo quel post...

e chi lo aveva scritto?
avatar
Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone Empty Re: proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone

Messaggio Da pfasce il Mar Mar 24, 2009 8:10 pm

Amicanto ha scritto:No Paolo scusami tu: non mi riferivo al tuo post di stamattina che non mi sembrava prescrittivo, ma ad un altro in cui hai scritto che la RNP non esiste più. Come stimolo va comunque bene. A presto

Scusa. Rincoglionimento.
RNP per me significa: Rosa Nel Pugno.
per te significa: Rete Nazionale Precari.

Chiarito l'equivoco!
pfasce
pfasce
Coordinatore
Coordinatore

Maschio Numero di messaggi : 369
Età : 52
Località : Genova
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Comitato Precari Liguri
Contributo al forum : 4353
Data d'iscrizione : 22.07.08

http://www.fasce.it

Torna in alto Andare in basso

proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone Empty Re: proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone

Messaggio Da Marco il Gio Mar 26, 2009 12:22 pm

Le realtà composite dei movimenti precari locali trovano il loro punto di forza proprio nell'eterogeneità delle loro componenti. Spesso, almeno qui in Toscana, l'ossatura delle reti provinciali, chi fa le cose, sono iscritti Cobas, Cgil, Unicobas, etc. che hanno fatto dell'unità politica, non solo una strategia di lotta indispensabile per il contesto storico-attuale, ma un contributo critico che ognuno riversa poi nei contenitori più ampi dei sindacati di riferimento, spesso intraversandosi rispetto alle decisioni dei Direttivi o delle Segreterie.

La scelta profondamente convinta di aderire alla manifestazione del 28 viene dunque da almeno due osservazioni:

1. la piattaforma dei Sindacati di base sulla questione dei precari è in linea con la Piattaforma della Rete Nazionale.

2. l'unità delle lotte della Rete Nazionale deve trovare forme di partecipazione analoghe (vedi 18, 28 e 4 aprile) nelle strade e nelle piazze verso un obiettivo il più unificante possibile e, per farlo, deve manifestare con quelli, al di là di tutto, che sono i compagni.

ll dibattito sull'adesione del 28 non può chiudersi in un nuovo, ulteriore settarismo fatto da una parte delle parti. La forza della Rete Nazionale è invece quella della lucidità e della trasparenza. Si scende in piazza con chi propone politicamente qualcosa in linea con la nostra Piattaforma.

La Rete Docenti Precari/e di Livorno aderisce alla manifestazione del 28 e all'idea di creare uno spezzone della Rete Nazionale Precari all'interno del corteo.
avatar
Marco
Coordinatore
Coordinatore

Maschio Numero di messaggi : 20
Località : Livorno
Ordine scuola : ancora da inserire
Organizzazione : Rete docenti precari della Provincia di Livorno
Contributo al forum : 4025
Data d'iscrizione : 15.11.08

Torna in alto Andare in basso

proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone Empty Re: proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone

Messaggio Da Ospite il Gio Mar 26, 2009 3:59 pm

Marco ha scritto:Le realtà composite dei movimenti precari locali trovano il loro punto di forza proprio nell'eterogeneità delle loro componenti. Spesso, almeno qui in Toscana, l'ossatura delle reti provinciali, chi fa le cose, sono iscritti Cobas, Cgil, Unicobas, etc. che hanno fatto dell'unità politica, non solo una strategia di lotta indispensabile per il contesto storico-attuale, ma un contributo critico che ognuno riversa poi nei contenitori più ampi dei sindacati di riferimento, spesso intraversandosi rispetto alle decisioni dei Direttivi o delle Segreterie

Tu consideri eterogeneo un gruppo composto da gente di cgil, cub, cobas; ma così dai per scontato che i precari a digiuno di politica o quelli, diciamo così, di orientamento moderato non esistano, mentre secondo me sono la parte più numerosa che dovremmo cercare di coinvolgere. Loro magari sono daccordo con tutte le politiche del governo, tranne che di quelle sulla scuola, ma aderendo a manifestazioni contro le politiche del governo in generale, se qualcuno di questi colleghi avesse "l'insana" idea di risvegliarsi dal torpore, magari dirà: vabbè i soliti comunisti!! E se ne tornano a casa.

Ma cmq ormai è storia passata e non sarà con questa adesione che si decideranno le sorti della scuola, in positivo o in negativo.
avatar
Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone Empty Re: proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone

Messaggio Da pfasce il Gio Mar 26, 2009 4:04 pm

ddr67 ha scritto:Tu consideri eterogeneo un gruppo composto da gente di cgil, cub, cobas; ma così dai per scontato che i precari a digiuno di politica o quelli, diciamo così, di orientamento moderato non esistano, mentre secondo me sono la parte più numerosa che dovremmo cercare di coinvolgere. Loro magari sono daccordo con tutte le politiche del governo, tranne che di quelle sulla scuola, ma aderendo a manifestazioni contro le politiche del governo in generale, se qualcuno di questi colleghi avesse "l'insana" idea di risvegliarsi dal torpore, magari dirà: vabbè i soliti comunisti!! E se ne tornano a casa.

Mi e' gradito il tuo intervento che sposo senza riserve. Premesso il fatto che ho collaborato con COBAS/CGIL in questi mesi e che ho partecipato a ben 5 scioperi e infinite manifestazioni, ritengo utilissimo considerare la fascia di colleghi che evidenzi, ma non solo: anche l'opinione pubblica.

Per questo mi sforzo di suggerire di mettere sempre in evidenza per prima cosa le richieste evidentemente orientate al bene comune, che sposano l'interesse del cittadino e delle famiglie, e in secondo piano quelle piu' squisitamente sindacali.

Ciao ciao.
pfasce
pfasce
Coordinatore
Coordinatore

Maschio Numero di messaggi : 369
Età : 52
Località : Genova
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Comitato Precari Liguri
Contributo al forum : 4353
Data d'iscrizione : 22.07.08

http://www.fasce.it

Torna in alto Andare in basso

proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone Empty Re: proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone

Messaggio Da Ospite il Gio Mar 26, 2009 4:37 pm

pfasce ha scritto:
Mi e' gradito il tuo intervento che sposo senza riserve. Premesso il fatto che ho collaborato con COBAS/CGIL in questi mesi e che ho partecipato a ben 5 scioperi e infinite manifestazioni, ritengo utilissimo considerare la fascia di colleghi che evidenzi, ma non solo: anche l'opinione pubblica.

Per questo mi sforzo di suggerire di mettere sempre in evidenza per prima cosa le richieste evidentemente orientate al bene comune, che sposano l'interesse del cittadino e delle famiglie, e in secondo piano quelle piu' squisitamente sindacali.

Ciao ciao.

Se posso aggiungere, l'opinione pubblica, che in maggioranza ha votato questo governo, la si convince non gridando che ha sbagliato, ma facendo capire dai singoli provvedimenti che adotta nei confronti dei servizi al cittadino (scuola, sanità, giustizia) che questo esecutivo non fa gli interessi della moltitudine ma di un ristretto gruppo di potere
avatar
Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone Empty Re: proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone

Messaggio Da Emma Giannì il Gio Mar 26, 2009 5:41 pm

non so perchè ma mi fischiano le orecchie......
Mi identifico appieno in quel proflo

------------------------------------------------------
Emma Giannì
reteprecariscuolaag@libero.it
Emma Giannì
Emma Giannì
Amministratore
Amministratore

Femmina Numero di messaggi : 2680
Località : SCIACCA(AG)
Ordine scuola : Secondaria A029-A030
Organizzazione : Rete Precari Scuola Agrigento
Tesserata CGIL
Contributo al forum : 6914
Data d'iscrizione : 16.07.08

Torna in alto Andare in basso

proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone Empty Re: proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone

Messaggio Da Francesco Cori il Ven Mar 27, 2009 12:41 am

Non capisco perchè la discussione abia preso quest'andazzo. L'essenza della questione, su cui forse dovremmo dibattere come rete è il problema dell'autonomia del nostro movimento e la capacità che abbiamo di esercitare una pressione sempre più forte sui sindacati affinchè assumano le parole d'ordine di chi s'impegna realmente nella trasformazione della scuola, a prescindere dall'organizzazione a cui appartiene. L'adesione alla manifestazione del 28 va vista in quest'ottica; così come lo sforzo che abbiamo compiuto per realizzare i sit-in e per costruirci uno spazio ill 18. Le componenti sociali con cui parliamo _ insegnanti precari, famiglie, studenti, insegnanti di ruolo, universitari - debbono riconoscerci per il programma che portiamo avanti, quindi per la piattaforma, e per la nostra capacità di districarci in tutte le situazioni che ci si presentano e che, la maggior parte delle volte, non decidiamo noi. In queste sitazioni entra in gioco la politica perchè le organizzazioni che indicono scioperi, manifestazioni, etc, esprimono una posizione politica ( la quale spesso, per il modo autoreferenziale, a volte settario, o enigmatico con cui è posta, schiaccia i contenuti delle nostre rivendicazioni e, tutto d'un tratto ci pone l'uno contro l'altro.
Per quanto riguarda, poi, la gente comune, sono convinto del fatto che possiamo attirarla a noi se, oltre allo specifico della nostra terribile situazione - per la quale chiunque giochi alla manipolazione, al settarismo, alla frantumazione, siano essi dirigenti cgil o cobas, per non parlare di cisl o uil, opera da criminale - varrebbe la pena riflettere sul fatto che noi - avendo tenuto la nostra capacità d'iniziativa anche nel momento del riflusso, ci facessimo portatori d'un processo d'unificazione su obiettivi programmatici di tutte le realtà che si mobilitano nella scuola. Il coordinamento delle scuole elementari vive i nostri stessi problemi, ma essendo forte, tende a concentrare l'iniziativa sulle proprie specificità. Nelle scuole secondarie superiori ci sono delle energie che si sono disperse e che andrebbero recuperate - almeno quegli insegnanti che sarebbero interessati a riaprire un percorso di mobilitazione a che non trovano un punto di riferimento. Quel punto di riferimento potremmo essere noi, se facessimo capire ai coordinamenti che è essenziale riprendere un percorso anche nelle scuole medie e superiori. Non vi tedio oltre. Penso solamente che possiamo avere una forza di pressione più forte anche sulla cgil se dimostriamo di essere autonomi e non schiacciati. Inoltre io stimo moltissimi precari cobas, a partire dai veneziani, che sono venuti all'assemblea nazionale ed hanno aderito a questa rete, nonostante l'indifferenza espressa dall'organizzazione a cui appartengono sul 30 novembre. Inoltre, è un dato che la crisi la stanno pagando i lavoratori, ed in particolare gli insegnanti, gli operai cassintegrati, gli studenti, e, sinceramente, non credo che sia impopolare affermare la nostra netta contrarietà alle politiche effettuate dai nostri governi in periodi di crisi. Per queste, ed altre ragioni credo sia essenziale partecipare il 30. Noi romani c'impegneremo a fare in modo che lo spezzone della rete sia il più consistente possibile e chiediamo a chi può di aiutarci e dare la propria disponibilità, così come abbiamo fatto per gli appuntamenti precedenti. L'appuntamento è alle 14,00-14,30 a piazza della repubblica -angolo mc-donalds - e faremo uno spezzone con gli studenti universitari, gli studenti medi, il coordinamento non rubateci il futuro. Parole d'ordine: difesa del diritto allo studio, no alla precarietà. Poi vi manderò il comunicato.
Francesco Cori
Francesco Cori
Veterano/a
Veterano/a

Maschio Numero di messaggi : 145
Località : Roma
Ordine scuola : ancora da inserire
Organizzazione : Nessuna
Contributo al forum : 4146
Data d'iscrizione : 13.11.08

Torna in alto Andare in basso

proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone Empty Re: proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone

Messaggio Da Ospite il Ven Mar 27, 2009 12:51 am

Dove hai imparato a scrivere così Very Happy
Oggi ho sentito qualcosa di simile

Secondo me a fare pressione sui sindacati non ci concludiamo nulla in quanto cisl e uil si sono ormai rivelati e dubito possano fare passi indietro tranne che registrino una cospicua riduzione di iscrizioni, la cgil è isolata ed i cobas non ne parliamo.

Il problema sono i colleghi e la società civile. Pressione ai sindacati per ottenere che?

Poi non capisco che vuol dire che la discussione ha preso quest'andazzo. Siamo in un forum che possiamo fare oltre che fare discussioni.
avatar
Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone Empty Re: proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone

Messaggio Da Brunello Arborio il Ven Mar 27, 2009 1:39 am

La pressione va fatta in tutte le direzioni, compresi i sindacati, visto che sono loro che vanno a trattare con il governo.
A me non sembra che siano mancati i risultati perchè la CGIL ha fatto parlare un rappresentante della Rete dai palchi di Roma, Napoli, Palermo e la UIL ha invitato altri rappresentanti della Rete alla loro iniziativa di oggi
La questione fondamentale è che la Rete sia autonoma da tutti i sindacati ed abbia la capacità di proporre iniziative e richieste autonome, cercando di portare gli altri sulle proprie posizioni.
Brunello Arborio
Brunello Arborio
Esperto/a
Esperto/a

Maschio Numero di messaggi : 3241
Età : 55
Località : Terni
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : CPS-Terni
Forum Precari Scuola
Contributo al forum : 7932
Data d'iscrizione : 15.07.08

http://precariscuola.135.it

Torna in alto Andare in basso

proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone Empty spezzone studenti universitari-medi-lavoratori della formazione

Messaggio Da Francesco Cori il Ven Mar 27, 2009 2:02 am

APPELLO PER UNO SPEZZONE DI STUDENTI E LAVORATORI
DELLA FORMAZIONE IL 28 A ROMA

Il 29 e 30 Marzo si terrà a Roma il g14 sul
Welfare. In questo appuntamento si riuniranno i governi dei Paesi più
influenti
della terra con la pretesa di discutere delle nuove politiche sul
welfare che
vorrebbero attuare per "fronteggiare" la crisi economica
attuale.
Tutto questo
ci sembra un paradosso: gli stessi governi che hanno "di
fatto" generato la
crisi, adesso pretendono di risolverla tramite un meeting dove
all'ordine del
giorno troveremo licenziamenti nel mondo del lavoro e dismissione
dell'istruzione pubblica.

Per tutto questo riteniamo fondamentale costruire
una grande manifestazione il 28 Marzo per riunire tutti quei soggetti
che
stanno pagando la crisi :studenti,lavoratori,precari,donne e migranti.
Questo
corteo diventa fondamentale anche in un momento in cui in questa città
il
protocollo Alemanno sulla gestione dei cortei e delle piazze stanziali,
evidentemente demagogico e autoritario, si pone come unico obiettivo il
blocco
dell'espressione del dissenso democratico rispetto alle politiche
del nostro
governo,e come uno dei tanti strumenti utilizzati per limitare il
diritto di
sciopero.

Dalla discussione emersa in questi giorni nella nostra facoltà
riteniamo fondamentale costruire uno spezzone unitario tra studenti
universitari, studenti medi, precari e lavoratori della scuola e
dell'università, per portare avanti l'opposizione alle
politiche di
smantellamento del sistema di formazione pubblico.
Uno spezzone che si proponga
anche di dare una risposta determinata e radicale all'aggressione
subita da noi
studenti e studentesse della Sapienza durante la giornata del 18/3 in
occasione
dello sciopero della CGIL-FLC.

Purtroppo dalla Sapienza non è uscita una
posizione unitaria sulla partenza del corteo. Noi crediamo, ritenendo
comunque
legittima qualsiasi altra posizione, che partire insieme ai lavoratori
e alle
lavoratrici da piazza Esedra sia un segnale forte e coerente di
adesione e
collaborazione con tutti quei soggetti che vogliono rivendicare il
diritto al
lavoro, allo sciopero, al dissenso, ad un'istruzione pubblica, di
massa e di
qualità.

Crediamo quindi indispensabile proporre un appuntamento per Giovedi
26 marzo alle ore 17.00 nella facoltà di Psicologia a via dei Marsi 78
(san
lorenzo) per discutere e organizzare uno spezzone unitario, con gli
studenti
medi e gli studenti degli altri atenei di Roma.

Stiamo anche preparando un
manifesto in vista del corteo del 28, che vorremmo far uscire domani;
invitiamo
quindi chiunque sia interessato a mandare l'adesione a:
psicologiapreoccupata@gmail.com

Noi la Crisi non la paghiamo. Torniamo ad
invadere le strade e a costruire percorsi radicali di opposizione al
governo.


Sabato 28 Marzo, ore 14 P.zza Esedra tutti e tutte allo spezzone degli
studenti
e dei lavoratori della formazione.

Laboratorio Permanente di Psicologia


ADESIONI PERVENUTE (in aggiornamento):

Movimento Insegnanti Precari

ATENEO
ROMA 3: Coordinamento dei Collettivi Roma3ma

ATENEO TOR VERGATA: Collettivo
Lavori In Corso, Assemblea Autorganizzata

ATENEO SAPIENZA: Laboratorio di
Psicologia, Collettivo di Giurisprudenza, Assemblea di Ingegneria,
Laboratorio
di Lettere, Collettivo R-Evoluzione, Collettivo di Biotecnologie,
Coordinamento
dei Collettivi Sapienza, Resistenza Universitaria

STUDENTI MEDI: Collettivo
Senza Tregua, Rete dei Collettivi, Giovani in Lotta
Francesco Cori
Francesco Cori
Veterano/a
Veterano/a

Maschio Numero di messaggi : 145
Località : Roma
Ordine scuola : ancora da inserire
Organizzazione : Nessuna
Contributo al forum : 4146
Data d'iscrizione : 13.11.08

Torna in alto Andare in basso

proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone Empty Re: proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone

Messaggio Da Ospite il Ven Mar 27, 2009 12:13 pm

Brunello Arborio ha scritto:La pressione va fatta in tutte le direzioni, compresi i sindacati, visto che sono loro che vanno a trattare con il governo.
A me non sembra che siano mancati i risultati perchè la CGIL ha fatto parlare un rappresentante della Rete dai palchi di Roma, Napoli, Palermo e la UIL ha invitato altri rappresentanti della Rete alla loro iniziativa di oggi
La questione fondamentale è che la Rete sia autonoma da tutti i sindacati ed abbia la capacità di proporre iniziative e richieste autonome, cercando di portare gli altri sulle proprie posizioni.

Secondo me la pressione va fatta soprattutto su colleghi e cittadini, ma mi rendo conto che è il compito più difficile.
avatar
Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone Empty Re: proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone

Messaggio Da Brunello Arborio il Ven Mar 27, 2009 1:06 pm

ddr67 ha scritto:
Tu consideri eterogeneo un gruppo composto da gente di cgil, cub, cobas; ma così dai per scontato che i precari a digiuno di politica o quelli, diciamo così, di orientamento moderato non esistano, mentre secondo me sono la parte più numerosa che dovremmo cercare di coinvolgere. Loro magari sono daccordo con tutte le politiche del governo, tranne che di quelle sulla scuola, ma aderendo a manifestazioni contro le politiche del governo in generale, se qualcuno di questi colleghi avesse "l'insana" idea di risvegliarsi dal torpore, magari dirà: vabbè i soliti comunisti!! E se ne tornano a casa.

Ma è questo il problema per cui l'Italia e la scuola stanno andando alla deriva.
Questi colleghi moderati devono capire che la politica del centrodestra è proprio quella di affossare la scuola pubblica per un fatto ideologico.
Tu dirai che i tagli li ha fatti anche il centrosinistra, ma mentre il csx quando taglia la scuola viola la sua ideologia ed il suo programma il cdx li attua completamente; devo ammettere che quando ho cercato di far capire questo fatto a colleghi di cdx di un altro forum o non hanno capito o hanno fatto riferimento ad una destra sociale che di fatto non esiste più da vent'anni.
Questa mancanza di capacità critica mi ha sempre molto sorpreso da parte di aspiranti insegnanti...
Brunello Arborio
Brunello Arborio
Esperto/a
Esperto/a

Maschio Numero di messaggi : 3241
Età : 55
Località : Terni
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : CPS-Terni
Forum Precari Scuola
Contributo al forum : 7932
Data d'iscrizione : 15.07.08

http://precariscuola.135.it

Torna in alto Andare in basso

proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone Empty Re: proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone

Messaggio Da Ospite il Ven Mar 27, 2009 4:08 pm

Brunello Arborio ha scritto:
ddr67 ha scritto:
Tu consideri eterogeneo un gruppo composto da gente di cgil, cub, cobas; ma così dai per scontato che i precari a digiuno di politica o quelli, diciamo così, di orientamento moderato non esistano, mentre secondo me sono la parte più numerosa che dovremmo cercare di coinvolgere. Loro magari sono daccordo con tutte le politiche del governo, tranne che di quelle sulla scuola, ma aderendo a manifestazioni contro le politiche del governo in generale, se qualcuno di questi colleghi avesse "l'insana" idea di risvegliarsi dal torpore, magari dirà: vabbè i soliti comunisti!! E se ne tornano a casa.

Ma è questo il problema per cui l'Italia e la scuola stanno andando alla deriva.
Questi colleghi moderati devono capire che la politica del centrodestra è proprio quella di affossare la scuola pubblica per un fatto ideologico.
Tu dirai che i tagli li ha fatti anche il centrosinistra, ma mentre il csx quando taglia la scuola viola la sua ideologia ed il suo programma il cdx li attua completamente; devo ammettere che quando ho cercato di far capire questo fatto a colleghi di cdx di un altro forum o non hanno capito o hanno fatto riferimento ad una destra sociale che di fatto non esiste più da vent'anni.
Questa mancanza di capacità critica mi ha sempre molto sorpreso da parte di aspiranti insegnanti...

Proprio perchè manca capacità critica bisogna evitare contrapposizioni ideologiche e di schieramento. Berlusconi ha fatto dell'anticomunismo la sua idelogia, inculcandola a tutti i cittadini (persino con il governo prodi parlava di comunisti). Per questo bisogna cercare di non frasi risucchiare da proteste antigovernative e di contrapposizione destra-sinistra.

Se vai a spifferare ad un collega tutte le malefatte del governo berlusconi che lui ha votato, per non ammettere il suo errore non ti darà mai ragione, anche perchè su temi di carattere generale è mediamente poco informato.

Se invece ci si limita solo a parlare dei provvedimenti sulla scuola dove è per forza di cosa mediamente preparato, senza mai nominare il governo, si può, forse, instillare il tarlo del dubbio.
avatar
Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone Empty Re: proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone

Messaggio Da Brunello Arborio il Ven Mar 27, 2009 4:46 pm

ddr67 ha scritto:
Proprio perchè manca capacità critica bisogna evitare contrapposizioni ideologiche e di schieramento. Berlusconi ha fatto dell'anticomunismo la sua idelogia, inculcandola a tutti i cittadini (persino con il governo prodi parlava di comunisti). Per questo bisogna cercare di non frasi risucchiare da proteste antigovernative e di contrapposizione destra-sinistra.

Se vai a spifferare ad un collega tutte le malefatte del governo berlusconi che lui ha votato, per non ammettere il suo errore non ti darà mai ragione, anche perchè su temi di carattere generale è mediamente poco informato.

Se invece ci si limita solo a parlare dei provvedimenti sulla scuola dove è per forza di cosa mediamente preparato, senza mai nominare il governo, si può, forse, instillare il tarlo del dubbio.

Il tuo discorso potrebbe essere valido in un corridoio o in sala insegnanti, anche se io volevo dire che un collega precario che vota la destra che propugna la flessibilità forse dovrebbe fare un altro mestiere vista l'evidente mancanza di capacità di lettura della realtà.
Come movimento non possiamo ricorrere a questi sotterfugi, il movimento deve difendere la scuola pubblica ed essere antigovernativo, un movimento "morbido" con il governo non ha senso.
Poi è logico che se ci fosse la possibilità di parlare con la Gelmini o con esponenti del cdx saremmo tutti disponibili, ma se scendiamo in piazza è perchè siamo profondamente critici con la Gelmini, se fossimo soddisfatti ce ne staremmo tutti a casa.
Brunello Arborio
Brunello Arborio
Esperto/a
Esperto/a

Maschio Numero di messaggi : 3241
Età : 55
Località : Terni
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : CPS-Terni
Forum Precari Scuola
Contributo al forum : 7932
Data d'iscrizione : 15.07.08

http://precariscuola.135.it

Torna in alto Andare in basso

proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone Empty Re: proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone

Messaggio Da Ospite il Ven Mar 27, 2009 9:54 pm

Brunello Arborio ha scritto:
ddr67 ha scritto:
Proprio perchè manca capacità critica bisogna evitare contrapposizioni ideologiche e di schieramento. Berlusconi ha fatto dell'anticomunismo la sua idelogia, inculcandola a tutti i cittadini (persino con il governo prodi parlava di comunisti). Per questo bisogna cercare di non frasi risucchiare da proteste antigovernative e di contrapposizione destra-sinistra.

Se vai a spifferare ad un collega tutte le malefatte del governo berlusconi che lui ha votato, per non ammettere il suo errore non ti darà mai ragione, anche perchè su temi di carattere generale è mediamente poco informato.

Se invece ci si limita solo a parlare dei provvedimenti sulla scuola dove è per forza di cosa mediamente preparato, senza mai nominare il governo, si può, forse, instillare il tarlo del dubbio.

Il tuo discorso potrebbe essere valido in un corridoio o in sala insegnanti, anche se io volevo dire che un collega precario che vota la destra che propugna la flessibilità forse dovrebbe fare un altro mestiere vista l'evidente mancanza di capacità di lettura della realtà.
Come movimento non possiamo ricorrere a questi sotterfugi, il movimento deve difendere la scuola pubblica ed essere antigovernativo, un movimento "morbido" con il governo non ha senso.
Poi è logico che se ci fosse la possibilità di parlare con la Gelmini o con esponenti del cdx saremmo tutti disponibili, ma se scendiamo in piazza è perchè siamo profondamente critici con la Gelmini, se fossimo soddisfatti ce ne staremmo tutti a casa.

Non credo di essere stato mai morbido con la gelmini o il governo. Per me si devve essere durissimi nella critica ai provvedimenti del governo sulla scuola e basta.

Per quanto riguarda l'orientamento politico degli insegnanti mi permetterai di poterti dire che non sono assolutamente daccordo con te. La scuola è il luogo dove le diversità si incontratno, si confrontano, si criticano anche aspramente, ma mai un'idea deve escludere l'altra.
avatar
Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone Empty Re: proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone

Messaggio Da Brunello Arborio il Sab Mar 28, 2009 1:07 am

ddr67 ha scritto:
Per quanto riguarda l'orientamento politico degli insegnanti mi permetterai di poterti dire che non sono assolutamente daccordo con te. La scuola è il luogo dove le diversità si incontratno, si confrontano, si criticano anche aspramente, ma mai un'idea deve escludere l'altra.

Rispetto le idee di tutti ma un insegnante che vota Berlusconi è come un ebreo che vota Hitler Wink
Brunello Arborio
Brunello Arborio
Esperto/a
Esperto/a

Maschio Numero di messaggi : 3241
Età : 55
Località : Terni
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : CPS-Terni
Forum Precari Scuola
Contributo al forum : 7932
Data d'iscrizione : 15.07.08

http://precariscuola.135.it

Torna in alto Andare in basso

proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone Empty Re: proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone

Messaggio Da pfasce il Sab Mar 28, 2009 1:11 am

Giusto per curiosita', informo che quest'oggi mi ha telefonato un giornalista della RAI Liguria per sincerarsi del fatto che ci fosse, o no, una manifestazione anche a Genova (o solo a Roma).

Tale telefonata e' avvenuta in seguito al comunicato stampa della rete.

Parimenti ho avuto un contatto con Telecity di Alessandria che chiedeva referenti precari locali. Ce ne sono?

Ciao cioa.
pfasce
pfasce
Coordinatore
Coordinatore

Maschio Numero di messaggi : 369
Età : 52
Località : Genova
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Comitato Precari Liguri
Contributo al forum : 4353
Data d'iscrizione : 22.07.08

http://www.fasce.it

Torna in alto Andare in basso

proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone Empty Re: proposta di adesione della rete nazionale alla manifestazione del 28 e costruzione di uno spezzone

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum