Scuola, Ministero condannato a risarcire precari non immessi

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Scuola, Ministero condannato a risarcire precari non immessi

Messaggio Da Brunello Arborio il Ven Mar 25, 2011 8:30 pm

http://www.repubblica.it/scuola/2011/03/25/news/risarcimento_precari-14096909/

Precari, sentenza shock nella scuola
maxi risarcimento a 15 prof. E ora...
Il Tribunale del Lavoro di Genova ha condannato il Ministero a versare 500 mila euro a 15 lavoratori in contratto a termine. Solo in Liguria altri 450 ricorsi. E in Italia potrebbero essere decine di migliaia per una cifra di oltre 4 miliardi
di SALVO INTRAVAIA

Maxirisarcimento a 15 precari della scuola. La sentenza è a Genova, ma a questo punto il ministero dell'Istruzione rischia di rimanere travolto dalle richieste degli altri supplenti. Quello comminato dal giudice del lavoro del capoluogo ligure è il risarcimento più elevato mai disposto in Italia per il contenzioso riguardante i precari della scuola: quasi mezzo milione di euro. E basta fare due calcoli per comprendere che viale Trastevere rischia una vera e propria emorragia. Ad ognuno dei 15 lavoratori in questione il giudice, patrocinati dalla Uil scuola, ha riconosciuto un risarcimento di circa 30 mila euro, pari a 15 mensilità.

La questione della stabilizzazione dei precari e del riconoscimento agli stessi degli scatti di anzianità riguarda tutti i lavoratori a tempo determinato, in qualche modo discriminati dalle normative italiane. Ma è nella scuola che il fenomeno raggiunge proporzioni consistenti. I precari della scuola in servizio da oltre tre anni sono diverse decine di migliaia. Alcune recenti norme comunitarie prevedono per i precari il diritto agli scatti stipendiali in vigore per il personale di ruolo e la trasformazione, dopo tre anni, del rapporto a tempo determinato in contratto a tempo indeterminato.

Nella scuola, nonostante i tagli agli organici operati dal governo Berlusconi, sono 150 mila i precari con contratti fino al 30 giugno e al 31 agosto. E la maggior parte di questi è in servizio da oltre tre anni, perché a saltare sono stati ovviamente i più giovani. Se tutti si rivolgessero al giudice del lavoro il ministero potrebbe sborsare 4 miliardi e mezzo di euro: una cifra che vanificherebbe metà dei tagli effettuati dalla coppia Tremonti-Gelmini nel triennio 2009/2011. Per tamponare la situazione, alcuni mesi fa, il governo è intervenuto con una norma ad hoc che pone un limite temporale alle richieste di risarcimento danni: il prossimo 31 dicembre.

Ma forse proprio questa manovra ha spinto migliaia di precari della scuola a rivolgersi ai giudici per paura di rimanere tagliato fuori dagli eventuali indennizzi e dalla possibilità di vedersi convertito il contratto a tempo indeterminato. "Per fare ricorso c'è ancora tempo fino al 31 dicembre - spiega - Corrado Artale, segretario generale Uil Scuola della Liguria -. L'unico requisito necessario è essere precari da almeno 3 anni". "E' una sentenza fondamentale nel panorama del contenzioso sui precari della scuola - aggiunge l'avvocato Massimo Pistilli - Se questa misura fosse ripetuta, determinerebbe infatti la fine del precariato, perché il ministero non potrà pagare risarcimenti del danno così alti per tutti i circa centomila precari del comparto".
(25 marzo 2011)
avatar
Brunello Arborio
Esperto/a
Esperto/a

Maschile Numero di messaggi : 3241
Età : 53
Località : Terni
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : CPS-Terni
Forum Precari Scuola
Contributo al forum : 7140
Data d'iscrizione : 15.07.08

http://precariscuola.135.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Scuola, Ministero condannato a risarcire precari non immessi

Messaggio Da orsa99 il Ven Mar 25, 2011 8:36 pm

Brunello, secondo te alla fine lo Stato scucirà tutti 'sti soldi?

ciao

Giulio


orsa99
Veterano/a
Veterano/a

Maschile Numero di messaggi : 121
Località : Napoli
Ordine scuola : Primaria
Organizzazione : Nessuna
Contributo al forum : 3186
Data d'iscrizione : 29.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Scuola, Ministero condannato a risarcire precari non immessi

Messaggio Da Brunello Arborio il Ven Mar 25, 2011 10:49 pm

Non lo so, ma la sentenza è importante, potrebbe indurre lo Stato a scucire le immissioni in ruolo Very Happy
avatar
Brunello Arborio
Esperto/a
Esperto/a

Maschile Numero di messaggi : 3241
Età : 53
Località : Terni
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : CPS-Terni
Forum Precari Scuola
Contributo al forum : 7140
Data d'iscrizione : 15.07.08

http://precariscuola.135.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Scuola, Ministero condannato a risarcire precari non immessi

Messaggio Da Brunello Arborio il Dom Mar 27, 2011 2:36 pm

La tecnica della scuola
Precari, per il Tribunale di Genova i supplenti annuali vanno risarciti
di Alessandro Giuliani
25/03/2011
Precari, per il Tribunale di Genova i supplenti annuali vanno risarciti
Hanno alle spalle almeno 3 anni di servizio su posti vacanti: il giudice ha assegnato a 15 ricorrenti circa 30.000 euro ciascuno. Ma nella stessa situazione ve ne sono almeno altri 100.000: se facessero ricorso, il Governo vanificherebbe mezzo piano di risparmi triennale. Anche perché hanno diritto pure agli scatti di carriera.

Tre miliardi di euro: è l’ingente quota che rischia di dover pagare il ministero dell'Istruzione, quindi lo Stato, a seguito della mancata stabilizzazione dei precari della scuola che lavorano da almeno tre anni attraverso contratti fino al 31 agosto o al 30 giugno. La fondatezza del pericolo (che vanificherebbe quasi la metà del piano triennale di risparmi imposto dall’attuale Governo con la Finanziaria di fine 2008) ha preso corpo a seguito della sentenza emessa dal Tribunale del Lavoro di Genova riguardo il ricorso di 15 precari della scuola: il giudice ha di fatto accolto la richiesta di risarcimento danni, con tanto di quota record, la più alta mai decretata in Italia, per la mancata stabilizzazione dei supplenti disponendo che ad ogni lavoratore venga riconosciuto un risarcimento di circa 30 mila euro, pari a 15 mensilità, oltre al diritto agli scatti di carriera.
Della sentenza, che trova origine nell’espressione della Corte di giustizia europea secondo cui non vi è differenza tra i diritti del personale di ruolo e quelli di dipendenti precari ma confermati per diversi anni consecutivamente, potrebbero potenzialmente beneficiarne la gran parte dei 120.000 supplenti annuali che ogni estate vengono licenziati, per poi essere riassunti alcuni giorni dopo, ad inizio anno scolastico, non di rado nello stesso istituto. Di questi, peraltro, un numero ancora da definire – probabilmente tra i 20 ed i 40.000 – hanno anche già presentato ricorso per non incappare nella scadenza di rivendicazione dei diritti dei precari, poi prorogata a dicembre, imposta attraverso il cosiddetto Collegato al lavoro della fine dello scorso anno (Legge 183/2010).
Alla luce degli alti rischi per le casse dello Stato, alcuni addetti ai lavori giù paventano la possibilità che il Miur proceda ad una assunzione di massa. Chi la pensa così è il segretario generale Uil Scuola della Liguria, Corrado Artale, per il quale "ormai è chiaro che al Ministero non conviene affrontare i ricorsi in oggetto. E' invece necessario, legittimo e decisamente più conveniente riconoscere il ruolo ai lavoratori che ne hanno maturato il diritto".
cspan style="FONT-SIZE: 10pt">Ottimista è anche l'avvocato Massimo Pistilli, che ha curato il ricorso dei 15 precari liguri insieme alla collega Stefania Reho: "abbiamo avuto una condanna ad un risarcimento del danno pari a 15 mensilità, la più elevata mai comminata in Italia. Se questa misura fosse ripetuta -aggiunge Pistilli- determinerebbe la fine del precariato perché il Ministero non potrà pagare risarcimenti del danno così alti per tutti i circa 100.000 precari della scuola".
Ancora più trionfalistica la prospettiva di Marcello Pacifico, presidente Anief: oltre a sottolineare che ora “i precari con tre anni di servizio devono essere stabilizzati”, Pacifico si sofferma sul fatto che “il risarcimento non è tutto, dovendo l’Amministrazione pubblica effettuare una ricostruzione di carriera corretta in termini retributivi e contributivi. In tale senso si è pronunciato (sentenza 699 del 25 gennaio) il tribunale di Siena e più di recente (14 marzo 2011) il giudice del lavoro del tribunale di Livorno”.
La vicenda ha raggiunto anche i palazzi della politica: secondo Leoluca Orlando, portavoce dell’Italia dei Valori, la sentenza del Tribunale di Genova "ha reso giustizia ai lavoratori" e "ha confermato l’inadeguatezza del ministro Gelmini, che ha calpestato i diritti fondamentali dei lavoratori precari della scuola è sempre più evidente. Il sistema dell`istruzione è stato distrutto da Berlusconi, Tremonti e dall`ignobile riforma Gelmini. La misura è colma, vadano a casa".
http://www.tecnicadellascuola.it/index.php?id=31371&action=view
avatar
Brunello Arborio
Esperto/a
Esperto/a

Maschile Numero di messaggi : 3241
Età : 53
Località : Terni
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : CPS-Terni
Forum Precari Scuola
Contributo al forum : 7140
Data d'iscrizione : 15.07.08

http://precariscuola.135.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Scuola, Ministero condannato a risarcire precari non immessi

Messaggio Da Antonino Buonamico il Lun Mar 28, 2011 5:11 pm

Brunello Arborio ha scritto:Non lo so, ma la sentenza è importante, potrebbe indurre lo Stato a scucire le immissioni in ruolo Very Happy

Very Happy
avatar
Antonino Buonamico
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 2317
Età : 57
Località : Bari
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Rete Docenti Precari Bari
Contributo al forum : 5332
Data d'iscrizione : 27.10.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Scuola, Ministero condannato a risarcire precari non immessi

Messaggio Da orsa99 il Lun Mar 28, 2011 11:08 pm

E' incredibile i disastri che ha combinato 'sta Gelmini...a quando la responsabilità civile per i ministri? (altro che per i giudici).


saluti


Giulio

orsa99
Veterano/a
Veterano/a

Maschile Numero di messaggi : 121
Località : Napoli
Ordine scuola : Primaria
Organizzazione : Nessuna
Contributo al forum : 3186
Data d'iscrizione : 29.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Scuola, Ministero condannato a risarcire precari non immessi

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum