Graduatorie permanenti attaccate

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Graduatorie permanenti attaccate

Messaggio Da Omaria il Dom Gen 09, 2011 2:54 pm

Graduatorie permanenti attaccate..... dobbiamo partecipare in massa a tutte le iniziative di protesta!

La Lega: basta prof del Sud graduatorie su base regionale

Il
ministro Gelmini: sì ai privati negli atenei .Pronto il disegno di
legge: nel meridione concorsi facili, un danno per i docenti del Nord



CATERINA PASOLINI
ROMA - Gli insegnanti verranno reclutati solo su base regionale, da albi regionali. «Perché siamo stufi di vedere arrivare qui docenti che hanno fatto i concorsi al Sud dove sono di manica ben più larga, dove c´è il business dei titoli. Basta, vogliamo che sia premiato il merito e finisca il valzer dei professori».
Albi regionali, questo prevede il disegno di legge presentato dal senatore leghista friulano Mario Pittoni per la prima volta due anni fa e che ora, corretto e integrato, è stato valutato e considerato «molto serio» dal ministero alla Pubblica istruzione. Avrebbe ricevuto commenti positivi dai sindacati (tranne Cgil) e persino da alcuni esponenti dell´opposizione. Tanto che la sua approvazione sarebbe ora in pole position, con la benedizione del ministro Gelmini che ieri, parlando di riforma della scuola, ha insistito sul fatto che «mettere privati, imprese e fondazioni bancarie nei cda dell´università pubblica non è uno scandalo ma un beneficio per tutti».
Ma torniamo al ddl scuola: prevede che possano concorrere alla docenza solo gli iscritti ad appositi albi regionali. Per assegnare il punteggio di base ai candidati non si farebbe dunque più riferimento, se non in misura ridotta, alla valutazione acquisita sul proprio territorio. Gli aspiranti insegnanti dovranno infatti scegliere una e una sola regione nella quale eleggere il proprio domicilio professionale - che può essere diverso dalla residenza - e sottoporsi a un test di preparazione, attraverso il quale si verificherà l´attitudine all´insegnamento e l´effettivo livello di preparazione nelle singole materie.
«L´Albo regionale non significa che ci saranno solo professori veneti in veneto, ma che gli insegnanti decidono di candidarsi per una regione, e stabiliscono li il loro domicilio professionale, magari mille chilometri lontano da dove sono nati e vivono. Docenti che una volta vinto il concorso dovranno impegnarsi a restare per 5 anni nella stessa scuola e altri due in regione prima di chiedere il trasferimento». Così specifica il senatore friuliano Pittoni che aggiunge: «L´obiettivo è risolvere il problema di quei 72 mila docenti che cambiano sede ogni anno lasciando sguarniti gli istituti del Nord ma soprattutto di evitare che candidati valutati con "manica larga" in altre realtà possano scavalcare chi effettivamente merita». E il senatore leghista non ha dubbi su dove si trovino le regioni dove le valutazioni sono immeritate: «Molti dal Nord spostano la residenza al Sud, fanno gli esami e poi tornano su con voti ben più alti dei loro colleghi magari più bravi rimasti al loro posto. È una cosa notoria, non è razzismo, è solo questione di cultura: culture diverse, diverso modo di valutare».
Quello che immagina Pittoni è l´avvio di «un percorso virtuoso che può mettere fuori gioco il business dei titoli, pessima realtà in alcune regioni, e la pantomima delle supervalutazioni che per decenni ha relegato in fondo alle graduatorie diplomati e laureati di Regioni come la nostra».









http://www.flcgil.it/rassegna-stampa/nazionale/la-lega-basta-prof-del-sud-graduatorie-su-base-regionale.flc
avatar
Omaria
Assiduo/a
Assiduo/a

Femminile Numero di messaggi : 62
Località : sicania
Ordine scuola : ancora da inserire
Organizzazione : Flc Cgil
Contributo al forum : 2907
Data d'iscrizione : 23.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Graduatorie permanenti attaccate

Messaggio Da Omaria il Dom Gen 09, 2011 2:55 pm

Test d’accesso, albi e concorsi regionali: così cambia il reclutamento dei docenti

Accordo sulla proposta leghista: al Ministero si lavora alle nuove regole
di ALESSANDRA MIGLIOZZI

ROMA - Iscrizione obbligatoria ad appositi albi regionali dopo l’effettuazione di una prova da ripetere in caso di spostamento da una regione all’altra. Concorsi banditi in base al numero dei posti effettivamente vacanti e realizzati su base territoriale (non più a livello nazionale) con una forte valutazione delle prove effettuate, più che dei titoli posseduti dal candidato. Obbligo di rimanere un numero di anni prestabilito nella scuola dove si è preso servizio al momento dell’assunzione a tempo indeterminato. Il ministero dell’Istruzione lavora alle nuove regole per il reclutamento dei docenti. E su questi punti ci sarebbe già l’accordo. Dopo aver messo mano alla formazione degli insegnanti la Gelmini prepara il prossimo colpo. In queste ore la Corte dei Conti sta registrando il provvedimento che ha rivisto le procedure di preparazione alla docenza: laurea, tirocini formativi e abilitazione saranno i titoli necessari per accedere alla professione. Ma come verranno reclutati i prof in futuro? Il tema è la “priorità” per le prossime settimane. Sul tavolo del ministro sono già arrivate tre proposte. Quella del governatore della Lombardia Formigoni prevedeva la chiamata diretta dei docenti da parte delle scuole. E’ stata accantonata: ad oggi «non è fattibile». Restano in ballo quella del consigliere del ministro Max Bruschi, che ha già lavorato alla nuova formazione dei prof, e quella del senatore leghista Mario Pittoni, un disegno di legge a cui il Carroccio tiene molto e su cui sta facendo pressing, visto anche il suo peso politico nell’attuale maggioranza e governo. Il testo Pittoni è in pole position e ha già trovato l’appoggio informale anche di una parte dei sindacati. Nel futuro della scuola la firma leghista sembra essere dunque assicurata, con una forte territorializzazione delle procedure di reclutamento degli insegnanti. «I concorsi proposti sono su base regionale, ma il meccanismo è in linea con le norme nazionali ed europee, il testo è inattaccabile», assicura Pittoni, che è capogruppo della Lega in commissione Istruzione al Senato. Il testo definitivo delle nuove regole di assunzione sarà elaborato nei prossimi mesi. Su alcuni punti, che il Messaggero è in grado di anticipare, ci sarebbe già l’accordo. Le graduatorie saranno sostituite da albi professionali regionali con accesso regolato non più solo in base ai titoli, come avviene per le graduatorie: bisognerà fare un test di accesso. Si entra anche con punti zero, ma il ”voto” peserà in sede di concorso. Ogni docente dovrà scegliere una regione come proprio «domicilio professionale». Per spostarsi dovrà rifare il test. La Lega vuole la garanzia che chi ha preso certificazioni «facili» non scavalchi «chi merita». E per il Carroccio al Sud su alcuni titoli c’è la «manica larga». All’inizio gli albi avranno un doppio canale: in uno confluiranno automaticamente i precari (230.000) inseriti nelle graduatorie. Nell’altro saranno messi i nuovi abilitati. Solo essendo iscritti all’albo di una regione si potrà partecipare ai concorsi indetti su quel territorio. Chi sarà assunto dovrà restare nella stessa scuola per un numero di anni minimo, almeno cinque. Con la doppia «blindatura» (concorsi locali per aspiranti locali, numero di anni minimo in una scuola) si eviteranno le migrazioni da una regione all’altra per ottenere assunzioni e supplenze (tema caro alla Lega) e i cambiamenti annuali di scuola a scapito della continuità didattica. Lo strumento normativo per varare le nuove regole ancora non è stato definito. Ma l’obiettivo è chiudere presto e avere i primi concorsi già nel 2012. Concorsi che saranno banditi solo in base al numero di posti necessari. La vittoria avverrà soprattutto in base ai risultati, i titoli avranno un peso più marginale. Per i primi anni i contratti a tempo indeterminato saranno assegnati per una quota maggioritaria agli iscritti nelle graduatorie attuali che il ministro vuole chiudere in 7-8 anni. Tolte di mezzo le liste dei precari, saranno solo i docenti iscritti negli albi a partecipare ai concorsi e ad accaparrarsi le supplenze. È ancora da decidere che ruolo potranno avere le scuole nel reclutamento. Il ministero non vuole tagliarle del tutto fuori


http://www.flcgil.it/rassegna-stampa/nazionale/test-d-accesso-albi-e-concorsi-regionali-cosi-cambia-il-reclutamento-dei-docenti.flc




_________________
avatar
Omaria
Assiduo/a
Assiduo/a

Femminile Numero di messaggi : 62
Località : sicania
Ordine scuola : ancora da inserire
Organizzazione : Flc Cgil
Contributo al forum : 2907
Data d'iscrizione : 23.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Graduatorie permanenti attaccate

Messaggio Da mariapia il Lun Gen 10, 2011 12:15 am

avatar
mariapia
Coordinatore
Coordinatore

Numero di messaggi : 2772
Età : 61
Località : Palermo
Ordine scuola : Primaria
Organizzazione : CPS Palermo e neoiscritta Flcgil
Contributo al forum : 6490
Data d'iscrizione : 05.08.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Graduatorie permanenti attaccate

Messaggio Da orsa99 il Mar Gen 11, 2011 7:55 pm

Io farei una controproposta alla Lega: una sola graduatoria nazionale da rubricare con un Concorso nazionale da svolgersi solo a Roma, con esaminatori presi da tutte le parti d'Italia... Very Happy vogliamo scommettere che non sarebbero d'accordo?
Quello che enunciano é palesemente anticostituzionale, perché vogliono creare una graduatoria non sul merito, ma sulla provenienza etnica addirittura residenziale.
Io conosco tanti docenti del sud che si sono abilitati al nord e sono ancora precari...anche quelli devono fare la prova di verifica? king

Dicono che al Sud sono di larga manica sui voti dei titoli e quindi questi peserebbero di più, io certo non dico che non esistano le mele marce, ma perché ALLORA NON ANDARE A PUNIRE PRIMA LE UNIVERSITA' O QUELLE ISTITUZIONI AI CAPI DEI QUALI CI SONO I SOLITI INTOCCABILI CHE SONO STATI LARGHI DI VOTI?

La Lega, facendo al solito di tutta un'erba un fascio, penalizza tutti.

saluti

Giulio

orsa99
Veterano/a
Veterano/a

Maschile Numero di messaggi : 121
Località : Napoli
Ordine scuola : Primaria
Organizzazione : Nessuna
Contributo al forum : 3247
Data d'iscrizione : 29.04.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Graduatorie permanenti attaccate

Messaggio Da ldonofri il Mer Gen 12, 2011 9:41 pm

Ma la Gelmini dove ha avuto l'abilitazione all'esercizio dell'attività di Avvocato?
avatar
ldonofri
Coordinatore
Coordinatore

Maschile Numero di messaggi : 246
Età : 59
Località : Prata di Principato Ultra (Av)
Ordine scuola : Secondaria I gr.
Organizzazione : CPS Avellino


Contributo al forum : 3676
Data d'iscrizione : 23.07.08

http://www.luigidonofrio.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Graduatorie permanenti attaccate

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum