Documento Galilei di Monoppoli (BA) e altre forme di proteste e proposte

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Documento Galilei di Monoppoli (BA) e altre forme di proteste e proposte

Messaggio Da Libero Tassella il Mer Giu 16, 2010 9:28 pm

Professione insegnante Protesta a Monopoli ( BA) In allegato il documento approvato all'unanimità del “G Galiliei” e sottoscritto da 120 docenti, il documento è stato inviato al Ministro Gelmini. Libero Tassella ( Professione Insegnante)
-----------



Il COLLEGIO DOCENTI dell’ISTITUTO di ISTRUZIONE SUPERIORE “GALILEI” di MONOPOLI,







CONSIDERATO il piano dei tagli disposto dal governo Berlusconi per la scuola secondaria superiore che fa seguito a simili operazioni già effettuate nella scuola primaria e secondaria di primo grado;





CONSIDERATI i mancati finanziamenti che incidono negativamente sul normale funzionamento delle istituzioni scolastiche;





CONSIDERATA la riduzione di stipendio prevista per i prossimi anni in danno degli operatori della scuola penalizzati più di altre categorie della pubblica amministrazione (il taglio colpisce tutti i docenti in servizio e non solo coloro che nel triennio 2011-2013 maturano lo scatto: è come se per tre anni non si lavorasse);





ESPRIME vibrata protesta contro:

- la riduzione del monte ore curriculare, che non riforma ma impoverisce la qualità dell’offerta formativa;

- le incertezze e i ritardi che hanno accompagnato la definizione degli Obiettivi Specifici di Apprendimento (per i Licei sono cambiati il 25 maggio a libri di testo già adottati);

- l’aumento degli alunni per classe che isterilisce il rapporto culturale, educativo ed umano tra docente e discente;

- la riduzione degli insegnanti di sostegno che vanifica i diritti costituzionalmente protetti sia dei disabili che dei normodotati;

- la riduzione dei posti in organico (130.000 in tre anni) che va a totale carico delle speranze di stabilizzazione dei precari, i quali hanno comunque garantito in passato il regolare svolgimento delle attività didattiche;

- la mortificazione dunque della scuola di Stato che invece, unitaria sul territorio nazionale, sola può valorizzare le intelligenze dell’Italia.





RICORDA che il Consiglio d’Europa nella sua recente riunione di Lubiana ha sottolineato l’importanza della scuola nella costruzione di società democratiche e inclusive, invitando i governi dei 47 Stati membri ad impegnarsi per assicurare che la professione dell’insegnamento goda del giusto riconoscimento sociale, commisurato all’importanza del compito da svolgere.





INVITA l’opinione pubblica e il governo a riflettere sul fatto che una scuola mal gestita e senza investimenti è la tomba delle ambizioni di un Paese.



16 giugno 2010
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------


Ultima modifica di Libero Tassella il Gio Giu 17, 2010 9:39 am, modificato 2 volte
avatar
Libero Tassella
Esperto/a
Esperto/a

Maschile Numero di messaggi : 1502
Località : Napoli
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Professione Insegnante
Contributo al forum : 4860
Data d'iscrizione : 27.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Documento Galilei di Monoppoli (BA) e altre forme di proteste e proposte

Messaggio Da francescaP il Mer Giu 16, 2010 10:20 pm

Hanno scioperato?
avatar
francescaP
Esperto/a
Esperto/a

Femminile Numero di messaggi : 573
Località : Roma
Ordine scuola : secondaria ii grado
Organizzazione : Cobas
Contributo al forum : 3792
Data d'iscrizione : 21.09.08

Tornare in alto Andare in basso

E che importanza ha?

Messaggio Da Libero Tassella il Mer Giu 16, 2010 11:49 pm

francescaP ha scritto:Hanno scioperato?
Non lo so,ma questa che importanza ha? Vogliamo dividere gli insegnanti ta i pochi che hanno fatto scioperoe la maggioranza che non ha scioperato.
Io ad esempio Libero tassella non ho fatto sciopero degli scrutini. Le motivazioni le ho detto qui ed altrove un mese fa. Non sono iscritto nè alla flc CGIL nè ad altro sindacato.
avatar
Libero Tassella
Esperto/a
Esperto/a

Maschile Numero di messaggi : 1502
Località : Napoli
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Professione Insegnante
Contributo al forum : 4860
Data d'iscrizione : 27.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Documento Galilei di Monoppoli (BA) e altre forme di proteste e proposte

Messaggio Da francescaP il Mer Giu 16, 2010 11:58 pm

Parli come la Gelmini
avatar
francescaP
Esperto/a
Esperto/a

Femminile Numero di messaggi : 573
Località : Roma
Ordine scuola : secondaria ii grado
Organizzazione : Cobas
Contributo al forum : 3792
Data d'iscrizione : 21.09.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Documento Galilei di Monoppoli (BA) e altre forme di proteste e proposte

Messaggio Da didier il Gio Giu 17, 2010 12:15 am

francescaP ha scritto:Parli come la Gelmini

Con questa sinistra non vinceremo mai. Diceva un intellettuale snob riferendosi alla sinistra moderata.

Io aggiungo anche con la sinistra radicale non vinceremo mai. Crying or Very sad Crying or Very sad

Io l'ho fatto lo sciopero degli scrutini, ma non mi sento di dare della gelmini a chi non l'ha fatto, sopratutto a colleghi che cmq sono attivi, come ad esempio libero.

------------------------------------------------------
didier pavone
avatar
didier
Esperto/a
Esperto/a

Maschile Numero di messaggi : 1747
Località : Catania
Ordine scuola : Secondaria di II grado
Organizzazione : RETE PRECARI SCUOLA SICILIA
Contributo al forum : 4725
Data d'iscrizione : 17.07.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Documento Galilei di Monoppoli (BA) e altre forme di proteste e proposte

Messaggio Da mariapia il Gio Giu 17, 2010 1:23 am

francescaP ha scritto:Parli come la Gelmini

non credi di esagerare?
Lo sciopero è libero.
Chi vuole lo fa e chi non vuole non lo fa ed i MOTIVI sono suoi!
Io non l'ho fatto,con questo che vuoi dire?
Mi vorresti daredella Gelmini per questo?
Ma perchè tu li hai fatti sempre tutti gli scioperi?
Per esempio non aderirò neanche a quello di giorno 25.
Cos'è devo aver paura del GIUDIZIO della CGIL?
avatar
mariapia
Coordinatore
Coordinatore

Numero di messaggi : 2772
Età : 61
Località : Palermo
Ordine scuola : Primaria
Organizzazione : CPS Palermo e neoiscritta Flcgil
Contributo al forum : 6379
Data d'iscrizione : 05.08.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Documento Galilei di Monoppoli (BA) e altre forme di proteste e proposte

Messaggio Da Emma Giannì il Gio Giu 17, 2010 1:26 am

mariapia ha scritto:
francescaP ha scritto:Parli come la Gelmini

non credi di esagerare?
ahah mariapia,è una battuta?

@i moderatori:questa essere pure politica?daaaaaaaaaaaaaaaa


Ultima modifica di Emma Giannì il Gio Giu 17, 2010 1:28 am, modificato 1 volta

------------------------------------------------------
Emma Giannì
reteprecariscuolaag@libero.it
avatar
Emma Giannì
Amministratore
Amministratore

Femminile Numero di messaggi : 2680
Località : SCIACCA(AG)
Ordine scuola : Secondaria A029-A030
Organizzazione : Rete Precari Scuola Agrigento
Tesserata CGIL
Contributo al forum : 6072
Data d'iscrizione : 16.07.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Documento Galilei di Monoppoli (BA) e altre forme di proteste e proposte

Messaggio Da mariapia il Gio Giu 17, 2010 1:27 am

Emma Giannì ha scritto:
mariapia ha scritto:
francescaP ha scritto:Parli come la Gelmini

non credi di esagerare?
ahah mariapia,è una battuta?

questo lo dici tu.
avatar
mariapia
Coordinatore
Coordinatore

Numero di messaggi : 2772
Età : 61
Località : Palermo
Ordine scuola : Primaria
Organizzazione : CPS Palermo e neoiscritta Flcgil
Contributo al forum : 6379
Data d'iscrizione : 05.08.08

Tornare in alto Andare in basso

In Lombardia consegna delle schede con bavaglio

Messaggio Da Libero Tassella il Gio Giu 17, 2010 9:33 am


''Non abbiamo più parole'': in Lombardia consegna delle schede con bavaglio




Diverse scuole aderiranno all'iniziativa "Non abbiamo più parole" promossa dalla FLC CGIL e dai comitati genitori delle scuole. Le insegnanti distribuiranno le schede di valutazione bendate e in silenzio per segnalare il disagio del mondo della scuola per i danni derivanti dai tagli agli organici del Tempo Pieno del tempo prolungato e in conseguenza del riordino della Secondaria Superiore.
Siete invitati a documentare e dare notizia dell'iniziativa.
Milano - Liceo Volta via Benedetto Marcello dalle ore 8,30 alle ore 9.00
Milano - via Foppette e via Bergognone dalle ore 17.00 alle 19.00
Milano - via Gattamelata dalle 17.00 alle 19.00
Abbiategrasso - 2° Circolo Didattico via Colombo 10/12 dalle ore 17/19

Attilio Paparazzo
avatar
Libero Tassella
Esperto/a
Esperto/a

Maschile Numero di messaggi : 1502
Località : Napoli
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Professione Insegnante
Contributo al forum : 4860
Data d'iscrizione : 27.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Ecco una mia proposta dello scorso mese, quando non era in vista il taglastipendi

Messaggio Da Libero Tassella il Gio Giu 17, 2010 9:37 am


La primavera della scuola: boicottiamo il primo giorno degli esami di stato





Voci dalla scuola

Postato da Silvana La Porta

Giovedì 20 Maggio 2010 00:00




“Ci auguriamo che a fine anno scolastico i Sindacati della scuola, dopo un anno di divisioni, sappiano ora trovare la necessaria unità d ‘intenti con una manifestazione nazionale unitaria a Roma , l’obiettivo, congelare gli organici annullare tutti i provvedimenti che prevedono tagli e soprannumerarietà, immissioni in ruolo sui posti vacanti e confermare gli organici nella misura di quelli di fatto 2009/2010, che già sono stretti in rapporto alla crescita degli alunni e alle necessità dell’offerta educativa, prevedendo organici funzionali, gestiti dalle scuole autonome.
La nostra proposta è sempre la stessa dall’inizio dell’anno*, invece di studiare la riforma, chiedetene il ritiro la mobilitazione unitaria quella che doveva farsi in autunno, quest’anno per la scuola l’autunno è venuto in ritardo, che sia la primavera della scuola, questa mobilitazione deve vederci tutti uniti, sindacati, associazioni, movimenti, presidi, insegnanti, personale ata, genitori e studenti.”La lotta deve avere una sua continuità, ad esempio il giorno d’inizio degli esami di stato sarebbe il giorno più opportuno in tutt’Italia per ritornare sui tetti degli USP d’Italia nessuno escluso”.
*La proposta di settembre : http://www.professioneinsegnante.it/read.php?id=c2009/08/1708proposte.htm
avatar
Libero Tassella
Esperto/a
Esperto/a

Maschile Numero di messaggi : 1502
Località : Napoli
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Professione Insegnante
Contributo al forum : 4860
Data d'iscrizione : 27.11.08

Tornare in alto Andare in basso

la scuola digiuna a staffetta

Messaggio Da Libero Tassella il Gio Giu 17, 2010 2:13 pm


<H1 style="MARGIN: auto 0cm">
<H1>La scuola digiuna… a staffetta



Mobilitazione di Cip e Flc-Cgil contro i tagli all’istruzione




Assemblee, letture, teatro, dibattiti, laboratori, biblioteca vivente e quelle che sono state definite “ghost lessons”, lezioni su discipline che scompariranno dai programmi di insegnamento. Sono alcune delle iniziative previste presso il presidio in difesa della scuola pubblica, che è stato allestito da ieri in piazza municipale. Il Coordinamento istruzione pubblica, insieme a Flc-Cgil di Ferrara, continua infatti la mobilitazione iniziata lo scorso 21 maggio e dà il via ad un digiuno a staffetta – che vedrà protagonisti alcuni insegnanti che, di giorno in giorno, si alterneranno nello sciopero (Anna Golinelli e Ida Cirelli le prime ad aderire) – che terminerà il prossimo martedì 22 giugno.
Sette giorni in cui insegnanti, docenti, genitori e studenti presenzieranno al gazebo ai piedi dello scalone del municipio, per manifestare contro il taglio di 8 miliardi alla scuola pubblica – “potevano sottrarli alle spese militari”, sostiene Marco De Giorgio del Cip, che spiega così la bandiera della pace sfoggiata presso il gazebo – e il licenziamento di 140 mila lavoratori del mondo dell’istruzione (87 mila docenti e 45 mila personale Ata) previsto dalla riforma Gelmini. Questo il primo punto contro cui si dirige la protesta, come spiega Sergio Golinelli insegnante dell’Iti “Copernico” di Ferrara del Cip. Il secondo no manifestato dagli attivisti è espresso verso la manovra finanziaria del governo: “un ulteriore tassello del processo di impoverimento dell’offerta didattica”. Per il prossimo anno, il taglio prevede 27 mila i docenti disoccupati, 1200 in regione e circa 100 nella nostra provincia: “persone che si troveranno disoccupate, senza alcun diritto agli ammortizzatori sociali”, spiega il Cip.
“Con questa nuova iniziativa di mobilitazione – spiega l’insegnante Cinzia Piccinini – desideriamo comunicare il nostro disagio, poiché lo sciopero degli scrutini ha avuto un discreto successo, ma è rimasto soprattutto interno. Prima della chiusura delle scuole, desideriamo mantenere alta l’attenzione su questo processo di dequalificazione didattica”. Il Cip sottolinea criticità legate al rapporto insegnanti-studenti: “a Goro ci hanno riferito di una classe da 32 bambini”. Molte le criticità segnalate, tra cui ’inserimento degli alunni disabili e stranieri, dovute al taglio delle compresenze.
La docente Emanuela Zucchini riferisce come “da anni stiamo vivendo una situazione di grave sofferenza, relativamente alla messa in discussione dei valori costituzionali: il principio della laicità della scuola – continua Zucchini – è sempre meno rispettato, si veda il voto di religione che concorre alla media dello studente. Si riduce sempre più lo spazio di formazione culturale – gli studenti faticano ormai a leggere un giornale – e le scuole diventeranno un settore affidato a fondazioni private, assumendo un ruolo sempre più marginale e democratico”.
Il desiderio espresso oggi è quello di fare rete, creare sinergie tra cittadini e con le istituzioni. “Speriamo – annuncia Golinelli – nell’adesione di tutti quei cittadini che credono in una scuola gratuita, democratica, aperta e uguale per tutti, e auspichiamo che anche altre province seguano il nostro esempio. Inoltre – ha continuato il docente – speriamo di creare una collaborazione con i rappresentanti del mondo della cultura del nostro territorio”.
Golinelli ha espresso poi la solidarietà del Cip “ai lavoratori metalmeccanici: si stanno mettendo in discussione i principi costituzionali, come il diritto di sciopero. Potrebbe essere la breccia per colpire poi tutti gli altri diritti sanciti dalla Costituzione”.
Chi volesse aderire alla mobilitazione o avere maggiori informazioni, il presidio di piazza municipale sarà attivo dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20, tutti i giorni fino a martedì prossimo. Un concerto tenuto da insegnanti di musica, musicisti e studenti chiuderà infine la settimana di mobilitazione, alle 21 del 22 giugno, sul listone di piazza Trento Trieste.


</H1></H1>
avatar
Libero Tassella
Esperto/a
Esperto/a

Maschile Numero di messaggi : 1502
Località : Napoli
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Professione Insegnante
Contributo al forum : 4860
Data d'iscrizione : 27.11.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Documento Galilei di Monoppoli (BA) e altre forme di proteste e proposte

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum