PUGLIA Resoconto iniziative 2010

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2010

Messaggio Da Antonino Buonamico il Dom Feb 21, 2010 12:44 pm

Ieri sera, sabato 20 febbraio, si è riunito, dalle 16 alle 18, il direttivo della Rete Docenti Precari Bari. Ha deciso di proporre all'assemblea l'adesione allo sciopero del 12 marzo indetto dai Cobas e dalla CGIL e ha cominciato a preparare l'incontro pubblico del 1° marzo con i candidati presidenti della Regione Puglia, sul tema della scuola pubblica e del precariato in Puglia. L'incontro si terrà alle ore 18, probabilmente al liceo scientifico "Gaetano Salvemini" di Bari e, per ora, è assicurata la presenza del presidente della regione Puglia, ricandidato alla presidenza, Nichi Vendola. Presto confermeremo data e luogo del dibattito ela lista dei candidati presidenti partecipanti.
avatar
Antonino Buonamico
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 2317
Età : 57
Località : Bari
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Rete Docenti Precari Bari
Contributo al forum : 5338
Data d'iscrizione : 27.10.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2010

Messaggio Da Antonino Buonamico il Ven Mar 05, 2010 4:38 pm

Martedì 23 febbraio si è tenuta, presso l'Osservatorio Sud, in via Buccari, l'assemblea degli iscritti alla Rete Docenti Precari Bari. L'argomento principale è stato l'organizzazione del convegno "Scuola pubblica pugliese: quali prospettive per i precari?" E' stata comunicata la disponibilità del liceo scientifico statale "Gaetano Salvemini" ad ospitare l'incontro, e confermata la disponibilità del presidente della regione Puglia, ricandidato alla stessa carica, Nichi Vendola. Ancora non si è avuta una risposta da parte degli altri candidati presidenti, mentre è assicurata la presenza dell'associazione DUEPI scuola Foggia e del C.I.P. Taranto. E' stata anche approvata l'adesione allo sciopero del 12 marzo e sono state consegnate alcune tessere.
avatar
Antonino Buonamico
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 2317
Età : 57
Località : Bari
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Rete Docenti Precari Bari
Contributo al forum : 5338
Data d'iscrizione : 27.10.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2010

Messaggio Da Antonino Buonamico il Ven Mar 05, 2010 4:47 pm

Il giorno 1° marzo 2010, presso il liceo scientifico “Salvemini” di Bari, si è tenuto il convegno “Scuola pubblica pugliese: quali prospettive per i precari?”, organizzato dalla Rete Docenti Precari Bari in collaborazione con le associazioni Duepi Scuola di Foggia e Cip di Taranto, per dar voce ai problemi e alle aspettative della scuola e dei precari pugliesi, ai programmi e alle prospettive delineati dalle politiche regionali.

Circa duecento i partecipanti all’iniziativa che ha visto la presenza di molte autorità: l’on. Zazzera dell’IDV, l’assessore regionale Viesti, Marco Bronzini consigliere comunale; dei sindacati presente solo una delegazione dell' FLC-GCIL con il segretario provinciale Claudio Menga. Sono intervenuti, tra i docenti organizzatori: Maria Rita Gadaleta coordinatrice della Rete Docenti Precari Bari, Elena Lagioia presidente del Cip Taranto, Saverio Santoro presidente della Duepi Scuola di Foggia; Umberto Salinas, capolista del Partito “Io Sud” per la provincia di Bari, per la sen. Adriana Poli Bortone, candidata presidenteanche per l'UDC e Nichi Vendola presidente della regione Puglia e ricandidato alla presidenza per la coalizione di centro-sinistra.

In apertura, Maria Rita Gadaleta ha spiegato che il tentativo della Rete Docenti Precari Bari è stato quello di analizzare il fenomeno della razionalizzazione delle risorse della scuola da un punto di vista quantitativo e di bilancio previsionale istituendo un tavolo tecnico (purtroppo andato deserto), visto che i governi di questi ultimi anni hanno puntato essenzialmente a tagliare risorse piuttosto che ad investire.

La scuola è vista essenzialmente come un settore passivo del bilancio dello stato, un contenitore sterile dove i giovani vanno ad intrattenersi e i precari si accontentano di un lavoro che, privato della continuità didattica, assume la forma di un ammortizzatore sociale temporaneo.

Il settore della scuola è stato istituzionalmente e quindi anche economicamente affiancato a quello dell’università che hanno gestito i corsi di formazione, i famigerati corsi abilitanti SSIS, oltre ai corsi di perfezionamento e master che danno punteggio per le graduatorie, incamerando moltissime risorse e producendo a loro volta ulteriore precariato: infatti precari sono rimasti quelli che hanno fatto i corsi, nella migliore delle ipotesi, e precari anche coloro che l’università ha assunto per la gestione e talvolta per la realizzazione di questi corsi.

Facendo un rapido calcolo tra abilitazioni, specializzazioni, corsi e corsetti si può calcolare che ogni precario ha speso per la sua formazione oltre 15 mila euro.

Ora pero avviene che in otto anni la scuola italiana ha perso 29.302 docenti di ruolo, nell’anno scolastico scorso i docenti precari sono stati 130.835, il 15,66% del corpo docente.

Di questi 110.533 è stato licenziato al termine delle attività didattiche e questo accade perché un docente precario costa molto meno, lo si assume per il tempo strettamente necessario.

Sul sostegno dove il 43,80% degli insegnanti è precario significa non garantire la continuità necessaria nei processi educativi dei ragazzi più svantaggiati.

Nel personale ATA nel giro di un anno scolastico sono scomparsi 16.630 unità di questo personale, un terzo dei 44.550 posti previsti dal piano programmatico Gelmini Tremonti per il triennio 2009/2012.

Per quanto riguarda i collaboratori scolastici attualmente il 39, 63% non è di ruolo.

Ma il numero dei precari è destinato a scendere non tanto perché si vada verso una stabilizzazione del personale ma perché i tagli sono tutti a carico di questa categoria.

Le ultime assunzioni non hanno rimpiazzato i pensionamenti. Si tratta di un calo considerevole a quanto pare, infatti i pensionamenti previsti per quest’anno non supereranno le 25.600 unità. Una cifra che causerà un esubero di docenti di ruolo di 5.600 unità, che dovranno essere trasferiti su altra sede o su altra disciplina. In questo computo non sono stati calcolati i docenti precari che non potranno più occupare le cattedre che svaniranno a seguito della razionalizzazione/riforma. A quanto pare il MIUR starebbe per mettere in campo delle contromisure per arginare il fenomeno. Si pensa infatti al pensionamento forzoso per chi potrà far valere i 40 anni di contribuzioni e ha già acquisito l’ultimo gradone stipendiale, ma non ha ancora raggiunto l’età pensionabile (fenomeno che riguarderebbe circa 5000 docenti, soprattutto delle elementari e infanzia). Oppure il pensionamento di quanti hanno chiesto un ulteriore biennio dopo il sessantacinquesimo anno di età, ma hanno presentato istanza fuori dai termini. Toppe che potranno, comunque, arginare gli esuberi dei docenti di ruolo, ma che non scalfiranno l’emorragia di posti dei docenti precari.

Quindi, da un lato, sulla pelle di questi lavoratori e di una intera generazione, si è speculato; dall’altro, dopo averli utilizzati per una decina d’anni, gli si prospetta, nel migliore dei casi, un lavoro precario e screditante o peggio un licenziamento in tronco per ingiustificato motivo.

Quindi, più forte che mai è la richiesta di assunzione dei precari sui posti vacanti o, se questo non fosse nelle possibilità della Regione, una denuncia al Parlamento europeo di questa condizione italiana assai particolare.

La regione Puglia è intervenuta con i progetti regionali “Diritti a scuola” per bloccare l’emorragia dei posti e offrire una offerta formativa di qualità ai bambini/e e studenti scuola secondaria di primo grado.

In Puglia sono 279 gli istituti scolastici che hanno attuato i progetti con una spesa di 25 milioni di euro che, nella provincia di Bari e Bat, hanno riguardato 186 unità di personale ATA e 592 docenti in 137 scuole.

Alla regione viene chiesto inoltre un rinnovo dei progetti regionali, con apertura alle altre classi di concorso e agli altri ordini di scuola, sia perché la riforma parte anche per la secondaria superiore, sia perché quest’anno è stato impiegata soltanto una percentuale dei fondi a disposizione. Proposta di partecipazione alla cabina di regia e di puntare più su di una offerta finalizzata all’integrazione e all’accoglienza.

Si chiede che anche i progetti regionali relativi alle scuole superiori di secondo grado che sono stati erogati dalla regione indipendentemente dagli accordi con il ministero comportino comunque l’attribuzione del punteggio per i colleghi che ne hanno usufruito.

Elena La Gioia ha evidenziato la condizione professionale ed esistenziale dell’insegnante precario, sottolineando la disparità di trattamento economico fra insegnanti precari di serie A: i docenti di religione che godono degli stessi scatti stipendiali dei docenti di ruolo e insegnati precari di serie B: i docenti di tutte le altre discipline il cui stipendio parte da zero ogni anno.

Saverio Santoro ha evidenziato come i tagli prodotti dal governo vadano ad incidere oltre che sui docenti precari anche sulla qualità dell’offerta formativa caratterizzata da meno ore, meno insegnamenti, mancanza di continuità didattica, sovraffollamento delle aule e mancato rispetto per le norme sulla sicurezza degli edifici scolastici.


Nel suo intervento, il prof. Salinas ha definito il precariato una intollerabile testimonianza di inciviltà giuridica, sociale ed istituzionale, tanto più grave in quanto originata proprio dai comportamenti dello Stato nelle sue varie articolazioni.” E’ un fenomeno, ha precisato Salinas, che affligge da oltre dieci anni anche il mondo della Scuola con pesanti conseguenze sulla vita di tanti valorosi docenti e sulla pelle degli stessi discenti”. Salinas ha dato atto ai precari del prezioso contributo che rendono alla Scuola, pur fra tanti sacrifici e rinunce, con un attaccamento che è il frutto di una vera e propria vocazione e dedizione alla preziosa funzione dell’insegnamento. Il candidato di “Io Sud” ha anche definito il precariato in tutte le sue forme un’eloquente prova di insensibilità istituzionale ed ha sostenuto la necessità che l’Ente Regione affianchi e supporti lo Stato nella lotta a questa ingiusta e indegna condizione di lavoro. Salinas ha espresso un giudizio positivo per le iniziative adottate dalla regione Puglia in materia di formazione professionale ma ha denunciato la mancanza di uno stretto e diretto collegamento con il mondo del lavoro: offrire una professione o un mestiere senza la garanzia dell’occupazione significa deludere e danneggiare i tanti giovani che si impegnano e si industriano nella speranza di un sicuro collocamento. In ogni caso, ha concluso Salinas, è indispensabile che la Regione proceda a stretto contatto con le organizzazioni sindacali e con le rappresentanze dirette della categoria.

Il Presidente Nichi Vendola ha introdotto il suo intervento, premettendo che da trent’anni nel mondo si racconta che la precarizzazione dei rapporti di lavoro è una convenienza perché rende il mondo del lavoro più dinamico e di come si è spesso mascherato il termine di precarietà con il termine di flessibilità. Ma la flessibilità è accettabile solo in un contesto socio-economico in cui ci sia la piena occupazione e di conseguenza la libertà da parte del lavoratore di passare da un lavoro a un altro più conveniente (sia pure a tempo determinato); nella nostra società meridionale, in cui si registra una disoccupazione di oltre il 14%, invece, non è concepibile che i rapporti di lavoro siano sotto la spada della precarietà. Vendola ha poi definito la precarietà una minaccia per la società e la legge 30 che la codifica e la legittima una vera schifezza. Si è soffermato sulla considerazione che in alcuni settori la precarizzazione del lavoro è un vero delitto, in particolare per chi si occupa della cura delle persone e della loro educazione, evidenziando come la scuola sia la fabbrica più importante in una società perché produce l’intelligenza sociale, le forme di coscienza e la democrazia. In conclusione si è detto disponibile a continuare i progetti regionali migliorandoli e accogliendo la nostra istanza di entrare nella cabina di regia.
Il candidato alla regione Puglia Michele Rizzi, anch’egli lavoratore precario in un call center e assente per motivi di lavoro, ha inviato alla Rete Docenti Precari un comunicato di solidarietà e piena collaborazione.

Rocco Palese, candidato alla presidenza della regione Puglia per il centro-destra, ha disertato l’incontro.

Il convegno, dopo un breve dibattito, che ha visto protagonisti alcuni presenti fra docenti, dirigenti scolastici e genitori, si è concluso nella convinzione di aver reso un servizio di pubblica utilità.
avatar
Antonino Buonamico
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 2317
Età : 57
Località : Bari
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Rete Docenti Precari Bari
Contributo al forum : 5338
Data d'iscrizione : 27.10.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2010

Messaggio Da Antonino Buonamico il Ven Mar 05, 2010 4:49 pm

Ecco alcune foto scattate durante il convegno del 1° marzo 2.010 al liceo "Salvemini".

In questa foto Nichi Vendola e Maria Rita Gadaleta, che nel suo intervento ha sottolineato la nostra appartenenza al CPS, testimoniata anche dalle bandiere e dalla maglietta appese alla parete.

In questa foto il pubblico, con me in terza fila e di spalle.

Al tavolo della presidenza, da destra (a parte la bambina): Nichi Vendola che parla con un giornalista, il prof. Salinas, Maria Rita Gadaleta ed Elena La Gioia, che sta intervenendo.

Ancora Nichi Vendola, il prof. Salinas, Saverio Santoro che sta intervenendo e Maria Rita Gadaleta.

Ecco una foto nella quale è visibile, oltre a una parte del numeroso publlico, tutta la presidenza dell'assemblea. Da destra: Nichi Vendola, il prof. Salinas, Saverio Santoro, Maria Rita Gadaleta ed Elena Lagioia.
avatar
Antonino Buonamico
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 2317
Età : 57
Località : Bari
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Rete Docenti Precari Bari
Contributo al forum : 5338
Data d'iscrizione : 27.10.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2010

Messaggio Da stef il Ven Mar 05, 2010 7:31 pm

Sono molto grata al presidente Vendola per la sensibilità verso il problema del precariato scolastico.
avatar
stef
Novizio/a
Novizio/a

Femminile Numero di messaggi : 6
Località : Lecce
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Nessuna
Contributo al forum : 2778
Data d'iscrizione : 21.01.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2010

Messaggio Da Antonino Buonamico il Sab Mar 06, 2010 4:48 pm

Ecco un'altra foto del convegno dove, stavolta, mi si vede mentre applaudo. E vi informo che era presente anche il mitico gialov!

avatar
Antonino Buonamico
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 2317
Età : 57
Località : Bari
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Rete Docenti Precari Bari
Contributo al forum : 5338
Data d'iscrizione : 27.10.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2010

Messaggio Da Antonino Buonamico il Lun Mar 15, 2010 12:22 am

Il 12 marzo 2.010, giorno dello sciopero generale della CGIL e dello sciopero nazionale sulla scuola dei Cobas, colleghi del Coordinamento Precari Scuola si sono radunati a Roma, in piazza della Repubblica, in particolare davanti alla chiesa di Santa Maria degli Angeli, per sfilare insieme nel corteo della manifestazione nazionale indetta dai Cobas. Oltre a noi della Rete Docenti Precari Bari, giunti a Roma con un pullman messoci a dispozizione dei Cobas e che, nonostante le numerose defezioni dovute a malattie e impegni formativi e scolastici inderogabili, eravamo presenti con una rispettosa delegazione di 14 colleghi, c'erano i comitati di Milano, Mantova, Venezia, Padova, Bologna, Modena, Romagna (Ravenna, Rimini, Forlì-Cesena), Ancona, Firenze, Terni, Roma, Napoli, Avellino, Catania, Enna. Con bandiere, cartelli, striscioni e palloncini ci siamo diretti al corteo che si stava formando e ci siamo posizionati nello spezzone dei precari, in coda ai precari Cobas con i quali ci siamo però spesso mescolati. Nel corteo erano presenti, oltre al personale della scuola di ruolo, studenti e genitori. Ci siamo diretti al MIUR scandendo slogan. Il CPS Napoli e il CIPI’ di Firenze hanno intonato anche simpatiche canzonette sul tema della scuola e del precariato, mentre da un camion era diffusa musica. Durante il corteo Patrizia Bottalico è stata intervistata dal tg3. Giunti al MIUR intorno alle 12,30, abbiamo sistemato i nostri striscioni e abbiamo continuato a scandire slogan, mentre alcuni lanciavano rotoli di carta igienica verso il ministero, protetto da numerosi agenti di polizia in assetto antisommossa. sono stato intervistato anch'io dal tg3, ma purtroppo né l'intervista di Patrizia Bottalico, né la mia, sono andate in onda. E’ intervenuto per primo Piero Bernocchi, portavoce nazionale dei Cobas, seguito da altri interventi tra i quali, per il CPS, quello di Silvia di Bologna. Terminata la manifestazione, una delegazione formata da una quarantina di colleghi di vari comitati, nel corso di una riunione conviviale, ha espresso le sue prime valutazioni sull’esito della manifestazioni e sulle prospettive future.
avatar
Antonino Buonamico
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 2317
Età : 57
Località : Bari
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Rete Docenti Precari Bari
Contributo al forum : 5338
Data d'iscrizione : 27.10.08

Tornare in alto Andare in basso

PUGLIA Resoconto iniziative 2010

Messaggio Da Ospite il Mer Mar 17, 2010 9:58 pm

Puglia:
forte risultato sciopero generale CGIL





12/03/2010


Lavoratrici e
lavoratori, pensionati e studenti sono scesi in piazza nei capoluoghi
pugliesi per incalzare in Governo su lavoro, fisco e cittadinanza.

Si registra un ottimo risultato in tutte le manifestazioni provinciali, a
cominciare da quella di Bari ,
dove 10mila persone hanno sfilato per le vie della città. 5mila invece,
secondo la questura, i manifestanti di Taranto.
A Lecce, un corteo
coloratissimo di 1.500 persone ha sfilato con musiche e bandiere.
Altrettanto colorati erano i mille che a Barletta che hanno animato il presidio in Piazza
Prefettura. A Brindisi, una sala
stracolma, non è riuscita a contenere tutti coloro (1.000) che dopo in
presidio avrebbero voluto seguire la tavola rotonda con le associazioni
datoriali provinciali. Lo stesso è avvenuto nella partecipatissima
assemblea dei delegati di Foggia.

“Il risultato è andato anche oltre le previsioni”. Commenta il
Segretario generale della CGIL Puglia, Giovanni Forte. “Evidentemente i
lavoratori hanno avvertito i danni procurati dall’inerzia del Governo
sulla crisi e la gravità degli gli attacchi ai diritti dei lavoratori.
Così – prosegue Forte - sono scesi in piazza per ottenere la tutela dei
redditi attraverso una efficace manovra sul fisco che, così come chiede
la CGIL, deve puntare a dare, da subito, un bonus di 500 Euro nelle
buste paga”.

Il dato dell’adesione allo sciopero è molto alto se si tiene conto del
numero dei cassintegrati o dei lavoratori in mobilità, nonché del numero
di aziende chiuse nell’ultimo anno. Di particolare rilievo è
l’astensione totale nel comparto lapideo dell’alto Tavoliere, così come
il 100% di adesione del settore del Legno-Arredo ed il 70% di quello del
Tessile Abbigliamento Calzaturiero, nella BAT. Spiccano a Bari il 90%
di adesione alla Magneti Marelli ed il 70% delle altre importanti
aziende metalmeccaniche del barese.

Nella tavola rotonda di Brindisi si è registrata la sostanziale affinità
di vedute tra la CGIL e le associazioni datoriali, che si sono rese
disponibili a valutare azioni comuni sulle rivendicazioni oggetto dello
sciopero odierno.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2010

Messaggio Da Emma Giannì il Gio Mar 18, 2010 12:32 am

PER CHI INTENDE SCENDERE IN CAMPO NELLA AMICHEVOLE TRA PRECARI E STABILI DI DOMENICA 21 ALL'OLIMPIC CENTER DI BARI INVIATE UN SMS AL 339/2613432 SPECIFICANDO NOME COGNOME E CATEGORIA A CUI SI INTENDE ADERIRE ENTRO LE 12 DI SABATO 20, IN SERATA PUBBLICHEREMO LA LISTA DEI CONVOCATI NEI DUE SCHIERAMENTI
avatar
Emma Giannì
Amministratore
Amministratore

Femminile Numero di messaggi : 2680
Località : SCIACCA(AG)
Ordine scuola : Secondaria A029-A030
Organizzazione : Rete Precari Scuola Agrigento
Tesserata CGIL
Contributo al forum : 6128
Data d'iscrizione : 16.07.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2010

Messaggio Da Antonino Buonamico il Gio Mar 18, 2010 1:17 am

Speriamo che vincano i precari...
avatar
Antonino Buonamico
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 2317
Età : 57
Località : Bari
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Rete Docenti Precari Bari
Contributo al forum : 5338
Data d'iscrizione : 27.10.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2010

Messaggio Da didier il Gio Mar 18, 2010 1:20 am

Spera che non finisca a bastonate Very Happy Very Happy

Da noi in sicilia questo genere di derby è sempre finito male
avatar
didier
Esperto/a
Esperto/a

Maschile Numero di messaggi : 1747
Località : Catania
Ordine scuola : Secondaria di II grado
Organizzazione : RETE PRECARI SCUOLA SICILIA
Contributo al forum : 4781
Data d'iscrizione : 17.07.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2010

Messaggio Da Antonino Buonamico il Lun Apr 12, 2010 4:52 pm

Lettera inviata a Telenorba, la tv locale più vista in Puglia.

Gentile direttore,
vengo a sapere che stamane in un vostro servizio avete parlato della volontà
della regione Lombardia di creare due graduatorie differenti per gli
insegnanti, una per i residenti e una per i non residenti, in maniera tale da
dare precedenza ai primi pur se con meno titoli rispetto ai secondi.
Tutto questo non è accettabile, oltre che anticostituzionale. La Lombardia non
è una regione a statuto speciale e deve quindi attenersi alle leggi della
Repubblica Italiana.
Inoltre non si considera il fatto che in questo modo, pur di avere insegnanti
lombardi (o meglio, residenti in Lombardia, e questo non certifica
assolutamente la purezza della razza), si preferisca avere semplici laureati
privi di specializzazione che passeranno tranquillamente davanti a
professionisti con anni di esperienza ma con l'unica colpa di non risiedere in
Lombardia.
Questo è l'ennesimo attacco alla professionalità duramente conquistata dei
docenti del Meridione, oltre che all'Unità della Repubblica Italiana e il tutto
per venire incontro alle richieste di un partito (la Lega) che a livello
nazionale è presente solo in poche regioni, con una percentuale di voti del
12%, molto lontana da una maggioranza sia relativa sia assoluta.
Per questo motivo la Rete Docenti Precari Bari chiede di poter avere la
possibilità di rispondere in video a questi signori, contando sulla volontà
della vostra rete di informare in maniera corretta e pluralista.
In attesa di riscontri, spero positivi, invio
Cordiali saluti,

Fabio Mele
Addetto Stampa della Rete Docenti Precari Bari
avatar
Antonino Buonamico
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 2317
Età : 57
Località : Bari
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Rete Docenti Precari Bari
Contributo al forum : 5338
Data d'iscrizione : 27.10.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2010

Messaggio Da Antonino Buonamico il Ven Apr 16, 2010 4:46 pm

Il giorno 12 Aprile 2010, alle ore 18.30, presso la sede dell’Osservatorio Sud in via Buccari a Bari, si è tenuta l’assemblea della RETEDOCENTIPRECARIBARI, con il seguente o.d.g.:

- resoconto delle iniziative del mese di Marzo;

- preparazione e organizzazione della giornata del 1^ Maggio con un convegno nazionale;

- tesseramento;

- varie ed eventuali.



Alle 18.30 la coordinatrice Mariarita Gadaleta ha introdotto l’assemblea facendo una breve sintesi di tutte le iniziative svoltesi nel mese di Marzo, che hanno visto la nostra associazione in prima linea nell’azione concreta per la difesa della scuola pubblica: Convegno del 1^ Marzo con i candidati alla Regione Puglia; manifestazione nazionale dei lavoratori della scuola il 12 Marzo a Roma; prima assoluta di calcetto tra precari e stabili, il 21 Marzo a Bari. Delle stesse, sono stati pubblicati ampi servizi sul nostro blog. Quindi la coordinatrice, facendo ancora una volta appello a tutti i docenti precari della nostra regione, ha espresso il bisogno di aumentare e, soprattutto, mantenere vive l’attenzione e la sensibilità verso i gravi problemi che la scuola ha attraversato in questo A.S. agli sgoccioli, considerando anche che la situazione è ben lontana dalla stabilizzazione, poiché si aspettano con ansia le conseguenze nefaste della cosiddetta “ riforma” della scuola secondaria di II grado. A tal proposito la RETE si fa promotrice di una iniziativa nuova nel suo genere: il 1^ Maggio Precario a Bari, manifestazione nazionale di tutti i docenti precari d’Italia. L’obiettivo è quello di riunire un’ampia rappresentanza dei vari comitati nella Sala Consiliare del Comune del nostro capoluogo, chiedendo l’intervento delle istituzioni politiche e delle rappresentanze sindacali confederali, per rendere più forte ed incisiva la protesta della nostra categoria. Una proposta molto accattivante e certamente utile per richiamare l’attenzione di parte dell’opinione pubblica, è quella di associare all’evento un concerto da tenersi nel pomeriggio; fatto abbastanza arduo da organizzare, quanto meno per puri problemi logistici… L’orientamento dell’assemblea è stato quello di lasciare aperto qualsiasi spiraglio e/o suggerimento, dandone massima diffusione sul forum nazionale. Dopo la coordinatrice, è intervenuto il consigliere comunale del Comune di Bari, membro della commissione istruzione, Marco Bronzini, che ha espresso la massima disponibilità per l’evento e ha consigliato vivamente:

- la costruzione di una piattaforma tecnica che contenga tutti i dati oggettivi sulla situazione delle scuole pugliesi e non solo;

- la certezza sui numeri delle adesioni all’iniziativa;

- il coinvolgimento attivo, oltre alle categorie menzionate, degli utenti della scuola, ovvero studenti e genitori.

Tutti i partecipanti si sono dichiarati d’accordo con quanto proposto e, prima della chiusura dell’assemblea alle ore 20.00, è stato deciso di utilizzare Facebook come veicolo di informazioni e come cassa di risonanza per la riuscita della nostra iniziativa.

http://retedocentiprecaribari.netsons.org
avatar
Antonino Buonamico
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 2317
Età : 57
Località : Bari
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Rete Docenti Precari Bari
Contributo al forum : 5338
Data d'iscrizione : 27.10.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2010

Messaggio Da Antonino Buonamico il Dom Mag 02, 2010 5:55 pm

Oggetto: Resoconto manifestazione Primo Maggio Precario alla Vallisa di Bari



Il giorno 1 Maggio 2010, a Bari presso l’Auditorium Diocesano La Vallisa si è svolta la manifestazione denominata Primo Maggio Precario.

L’incontro, preparato interamente dalla Rete Docenti Precari Bari, ha visto intervenire precari del Coordinamento Precari Scuola (CPS, al quale aderisce la Rete Docenti Precari Bari) dal Lazio, dalla Campania, e dal Veneto, oltre che ovviamente dalle altre province della Puglia, soprattutto Foggia e Taranto. Ci sono stati collegamenti via Internet con Barbara Evola dei Precari in Lotta di Palermo ed Emma Giannì del CPS di Agrigento

I precari si sono riuniti per raccontare le proprie storie e decidere insieme le prossime mosse in vista degli ulteriori tagli previsti dalla cosiddetta Riforma Gelmini che, ricordiamolo, saranno 25600 per il personale docente e oltre 15000 per il personale ATA. I racconti dei docenti precari sono stati un modo per dare un volto ai freddi numeri e rendere note le condizioni in cui si trovano a vivere professionisti con anni di studi, concorsi, lavoro saltuario, specializzazioni e corsi spesso pagati a caro prezzo.

Non è stata una giornata triste perché l’amore per il proprio lavoro e la voglia di continuare a lottare in difesa di esso hanno dato e danno grande forza ai precari della scuola che non si arrendono ma, anzi, rilanciano le proprie proposte per una scuola migliore e confermano che non molleranno fino a che l’ultimo precario non sarà assunto in ruolo e questa vera e propria piaga sociale chiamata precariato non sarà ricordata come l’ultima follia di un paese sulla strada dell’imbarbarimento.

Per dare forza alle rivendicazioni dei precari e portare la propria solidarietà, sono intervenuti: l’onorevole Giusy Servodio; del PD; Alba Sasso, assessore della regione Puglia al Diritto allo studio e alla formazione, alla sua prima uscita ufficiale con questo titolo; Marco Bronzini, consigliere di maggioranza al comune di Bari; Tonia Guerra, responsabile provinciale per la scuola del PRC; Gianni Porta, consigliere comunale a Molfetta e, a sua volta, precario della scuola. Tra i presenti inoltre rappresentanti della CGIL, dei Cobas, dell’ANIEF e del CIP (Comitato Italiano Precari).

A tutti loro va il nostro ringraziamento per la presenza e gli attestati di stima e simpatia e la volontà di appoggiare le nostre rivendicazioni per un diritto alla stabilizzazione, importante per noi, per le nostre famiglie e soprattutto per gli studenti che non dovrebbero essere costretti a cambiare docenti ogni anno a causa delle smanie da macellai dei nostri ministri, pronti a risparmiare sulla scuola ma non sui propri privilegi di casta.



Rimango a vostra completa disposizione per ogni chiarimento



Fabio Mele

Addetto Stampa della Rete Docenti Precari Bari

fabimele@libero.it

cell. 329 8840374
avatar
Antonino Buonamico
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 2317
Età : 57
Località : Bari
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Rete Docenti Precari Bari
Contributo al forum : 5338
Data d'iscrizione : 27.10.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2010

Messaggio Da Antonino Buonamico il Dom Mag 02, 2010 5:55 pm

Aggiungo che era presente il mitico gialov!
avatar
Antonino Buonamico
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 2317
Età : 57
Località : Bari
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Rete Docenti Precari Bari
Contributo al forum : 5338
Data d'iscrizione : 27.10.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2010

Messaggio Da Rete Docenti Precari Bari il Ven Set 03, 2010 5:15 pm

Oggi, 3 settembre 2010, mentre ancora continuava il presidio davanti all'u.s.p. di Bari, nonostante la pioggia e con bandire, striscioni e volantinaggio, una delegazione della Rete Docenti Precari Bari e del personale ATA presente si è recata, invitata dall'assessore regionale all'istruzione, Alba Sasso, alla conferenza stampa di presentazione del nuovo progetto "Diritti a scuola". Sia Alba Sasso che il presidente della giunta regionale pugliese, Nichi Vendola, hanno apprezzato i risultati del progetto dell'anno scorso, che, oltre ad impiegare 2000 precari tra docenti e ATA, ha superato il test dell'Invalsi e ha anche avuto un riconoscimento dell'Unicef. Assessore e presidente non hanno risparmiato critiche al ministro Gelmini, alla sua "riforma" e alla sua insensibilità nei confronti dei precari e in particolare di quelli che hanno attuato una forma di protesta estrema come lo sciopero della fame. Entrambi non considerano il progetto risolutivo del problema del precariato e della qualità della scuola pubblica statale. In particolare l'assessore ha detto che quest'anno si farà tesoro degli errori dei progetti dello scorso anno e che ci sarà una formazione iniziale anche dei docenti curricolari degli studenti impegnati nel progetto. Il presidente Vendola ha invitato anche la Gelmini a dialogare con il personale della scuola ed ha affermato che il progetto contribuisce anche a sedare la tensione sociale, ma è stato interrotto dalla coordinatrice della Rete Docenti Precari Bari, Maria Rita Gadaleta, che ha affermato che la tensione resterà alta. Presidenza e assessorato ci hanno comunque riconosciuto come un interlocutore importante con il quiale confrontarsi. Quest'anno i progetti regionali interesseranno, oltre alla scuola primaria e secondaria di primo grado, anche la secondaria di secondo grado, per il primo biennio. Per quanto riguarda i docenti, interesserà sempre le discipline dei test OCSE-PISA, dunque lettere, matematica e scienze. Era presente anche il vicepresidente dell'ufficio scolastico regionale, Angelini, il cui intervento è stato abbastanza neutrale, nel senso che non ha replicato alle accuse rivolte al MIUR, lodando soltanto il successo dell'iniziativa dell'anno scorso. Era presente anche l'assessore alle politiche giovanili, di SEL, Nicola Fratoianni. Presenti diversi giornalisti radiotelevisivi e della carta stampata. Unico sindacato presente l'flc CGIL con il segretario regionale, Paolo Peluso, il segretario provinciale, Claudio Menga, ed altri esponeti della segreteria regionale e provinciale. Non è un caso che la conferenza stampa, con relativa firma del presidente della regione del protocollo d'intesa con il MIUR, si sia tenuta il giorno dopo la nostra manifestazione. Abbiamo anche chiesto una partecipazione della giunta regionale alla manifestazione sullo stretto. Vendola dovrebbe essere impegnato, ma Alba Sasso è possibile che verrà con noi.

Rete Docenti Precari Bari
Coordinatore
Coordinatore

Maschile Numero di messaggi : 89
Località : Bari
Ordine scuola : ancora da inserire
Organizzazione : Rete Docenti Precari Bari
Contributo al forum : 2700
Data d'iscrizione : 09.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2010

Messaggio Da Antonino Buonamico il Ven Set 03, 2010 6:19 pm

Ieri, martedì 2 settembre 2010, abbiamo manifestato davanti all'USP di Bari. I dettagli li trovate in "Discussioni comuni sul precariato scolastico", nell'argomento "Presidio all'USP di Bari". Qui riporto solo un collegamento con un album di foto pubblicate sul sito di Repubblica oggi:

http://bari.repubblica.it/cronaca/2010/09/02/foto/precari_in_rivolta_contro_la_gelmini_assediato_il_provveditorato-6701972/1

Qui sotto il link al servizio del tg3, dove però è stata tagliata l'intervista alla coordinatrice della Rete docenti Precari Bari, Maria Rita Gadaleta.

http://www.facebook.com/l.php?u=http%3A%2F%2Fwww.youtube.com%2Fwatch%3Fv%3DBFJ4vAM-6KM&h=cd950
avatar
Antonino Buonamico
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 2317
Età : 57
Località : Bari
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Rete Docenti Precari Bari
Contributo al forum : 5338
Data d'iscrizione : 27.10.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2010

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum