PUGLIA Resoconto iniziative 2009

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2009

Messaggio Da Antonino Buonamico il Ven Gen 16, 2009 2:09 pm

Mercoledì 14 gennaio, alle ore 16, c'è stato un incontro tra la Rete Docenti Precari Bari e il coordinamento di genitori SOS Scuola Pubblica con l'Assessore all'Istruzione del Comune di Bari, Pasquale Martino e con il presidente della commissione istruzione del Comune di Bari, Marco Bronzini. Il coordinamento di genitori SOS scuola pubblica ha presentato le sue richieste, condivise da noi, sull'impegno, da parte dell'assessorato, ad attivarsi per poter soddisfare tutte le richieste di tempo pieno alla scuola primaria e di tempo prolungato alla scuola secondaria di primo grado, incrementando, ove necessario, il servizio mensa con i relativi finanziamenti, e pubblicizzando questa disponibilità ai dirigenti scolastici, e agli uffici scolastici regionale e provinciale. Le richieste sono state accolte. Come Rete Docenti Precari Bari abbiamo anche richiesto un monitoraggio sul servizio mensa, che l'assessore ci ha assicurato non essere necessario perché i dati sono già disponibili. abbiamo anche chiesto l'attivazione di corsi EDA di lingua italiana per i genitori degli alunni immigrati e la possibilità d'impiego per i docenti precari disoccupati. Sui corsi ci è stato risposto che dobbiamo comunque rivolgere le nostre richieste ai dirigenti scolastici, chiedendo eventualmente un finanziamento agli enti locali, mentre per quanto riguarda le assunzioni, anche temporanee, di disoccupati, ci è stato risposto che tutto passa attraverso bandi pubblici ai quali chiunque possieda i requisiti previsti si può presentare. In ogni caso tutte le nostre richieste saranno rivolte al Sindaco di Bari. L'impegno a dare seguito alle nostre richieste si espliciterà nella indizione di un'assemblea pubblica in cui l'Assessorato e la Commissione Istruzione del Comune convocheranno i Dirigenti scolastici, il Coordinamento SOS Scuola Pubblica, la Rete Docenti Precari Bari e la stampa per rendere nota la propria posizione sull'argomento. L'assessore ci ha anche informato che il Comune di Bari ha chiesto alla Regione Puglia di non accorpare i plessi scolastici e la Regione ha accolta la sua richiesta.
avatar
Antonino Buonamico
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 2317
Età : 57
Località : Bari
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Rete Docenti Precari Bari
Contributo al forum : 5338
Data d'iscrizione : 27.10.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2009

Messaggio Da mariafil il Gio Gen 29, 2009 4:28 pm

Dalla Gazzetta...


«Tempo pieno potenziato troveremo le risorse»

L’assessore Martino viene incontro alle richieste di famiglie e precari
ANTONELLA FANIZZI





• Proteste, timori, incertezze. La riforma Gelmini getta scompiglio nelle scuole, in particolare alle elementari dove da settembre sarà introdotto il maestro unico. In provincia di Bari il provveditorato stima un taglio di 640 cattedre.
Ma l’assessore comunale alla Pubblica istruzione Pasquale Martino è pronto ad accogliere le richieste delle famiglie e degli insegnanti precari: «Troveremo le risorse per ampliare il tempo pieno. L’amministrazione farà la sua parte adeguando le strutture e fornendo il servizio della mensa. L’auspicio è che anche il ministero non riduca il personale».
Giornata di fuoco ieri per il mondo della scuola. In mattinata, all’istituto Euclide, si è tenuta una assemblea promossa dal dirigente dell’Uf ficio scolastico provinciale Giovanni Lacoppola incentrata sulle iscrizioni.
Nel pomeriggio la Rete docenti precari e il Coordinamento dei genitori Sos scuola pubblica hanno organizzato un incontro alla Re David al quale hanno partecipato i dirigenti dei circoli didattici, le famiglie e i sindacati.
Preoccupati i dirigenti delle elementari: dal momento che quotidianamente si susseguono circolari alle volte contraddittorie, c’è il rischio che l’offerta formativa presentata alle famiglie non si traduca in laboratori, progetti e attività reali. Un primo ostacolo è rappresentato dal venir meno della compresenza. Finora è accaduto che due maestre potessero lavorare in contemporanea: una in classe e l’altra impegnata nelle ore di recupero o di miglioramento delle competenze. Dal prossimo anno potrà esserci invece il problema di garantire le supplenze brevi con personale interno al singolo istituto.
Altra incongruenza: visto che spetta alle famiglie scegliere fra le 24, 27, 30 o 40 ore settimanali, nella stessa scuola i piani di studio saranno differenti a seconda delle classi.
«Un paradosso - commenta Fabio Mele della Rete docenti precari - dal momento che ci sono insegnanti qualificati, con specializzazioni e dottorati di ricerca, che non aspettano altro che il posto fisso». E la battaglia in favore dei contratti a tempo indeterminato è stata sostenuta anche dai segretari provinciali di Flc-Cgil Claudio Menga e Cisl-scuola Lena Gissi.
Continua Mele: «La nostra professionalità sta per essere mandata al macero. Si parla di albi regionali in sostituzione delle graduatorie. Saranno perciò bloccati i trasferimenti. Il rischio è che si ricominci da zero: nuovi concorsi per l’attribuzione dei punteggi, senza tenere in considerazione i titoli e i servizi. Il Sud sarà ancora svantaggiato: noi siamo più qualificati dei colleghi del Nord spesso in cattedra con la sola laurea triennale».

mariafil
Novizio/a
Novizio/a

Femminile Numero di messaggi : 17
Località : Bari
Ordine scuola : Primaria
Organizzazione : Nessuna
Contributo al forum : 3237
Data d'iscrizione : 25.10.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2009

Messaggio Da Antonino Buonamico il Ven Gen 30, 2009 5:44 pm

Presso la scuola Re David di Bari si è svolto il 27 Gennaio 2009 un incontro organizzato dalla Rete Docenti Precari di Bari e dal Comitato Genitori SOS Scuola Pubblica. All'incontro hanno partecipato l'assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Bari Pasquale Martino e il Presidente della Commissione Istruzione del Comune di Bari Marco Bronzini. In rappresentanza dei sindacati c'erano Claudio Menga della FLC-CGIL e una rappresentante della CISL. Erano inoltre presenti numerosi dirigenti scolastici della provincia, una delegazione di genitori e un nutrito gruppo di docenti precari.
All'incontro erano presenti numerosi organi di informazione: Barilive (qui l'articolo), la Gazzetta del Mezzogiorno (articolo del 28 gennaio 2009), Tele Bari e Teleregione, che hanno dato grande risonanza alle richieste di docenti e genitori.
Dopo i saluti di rito, gli interventi dell'assessore Martino e del presidente Bronzini hanno evidenziato la grande attenzione della giunta comunale al problema della scuola, ricordando il consiglio comunale monotematico riservato all'argomento qualche mese fa. I due esponenti della maggioranza si sono detti inoltre disponibili a venire incontro alle richieste di docenti e genitori per quanto possibile in termini economici e di disponibilità di spazi.
Gli interventi di Fabiola Fanelli di SOS Scuola Pubblica e di Antonella Vulcano della Rete Docenti Precari di Bari (testo dell'intervento) hanno ricordato le difficoltà che si trovano ad affrontare i genitori e i docenti precari a causa dei tagli scriteriati compiuti dal governo.
Claudio Menga della FLC-CGIL ha quantificato i tagli evidenziando che, nella sola provincia di Bari, l'anno prossimo ci saranno 1600 posti di docenti in meno e questo renderà difficile garantire la qualità dell'offerta formativa e ha insistito sulla necessità di continuare la lotta in tutte le forme possibili per poter salvare la scuola pubblica.
La rappresentante della CISL ha confermato il pieno appoggio alla protesta di genitori e insegnanti, auspicando un incontro tra parti sociali e ministero per poter trovare una soluzione ai tanti problemi.
Gli interventi di alcuni dirigenti scolastici di scuole primarie e secondarie di primo grado hanno sottolineato l'impossibilità di lavorare in assenza di corrette informazioni dal ministero, con circolari che si smentiscono tra di loro da un giorno all'altro. Gli scrutini sono vicini e le iscrizioni sono aperte ma non ci sono notizie chiare e univoche che permettano di informare correttamente i genitori.
In conclusione, la Rete Docenti Precari di Bari si considera soddisfatta della riuscita dell'iniziativa e si dichiara pronta a sostenere tutte le attività necessarie per la difesa della professionalità dei docenti e del loro diritto a lavorare in maniera serena.
Sul sito della Rete Docenti Precari Bari sono state inserite alcune foto dell'evento.

--
Rete Docenti Precari Bari
web: http://retedocentiprecaribari.wordpress.com
mail: retedocentiprecaribari@gmail.com
avatar
Antonino Buonamico
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 2317
Età : 57
Località : Bari
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Rete Docenti Precari Bari
Contributo al forum : 5338
Data d'iscrizione : 27.10.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2009

Messaggio Da Antonino Buonamico il Lun Feb 09, 2009 4:00 pm

Il giorno giovedì 5 febbraio 2009 alle ore 17:30, presso i locali dell'associazione culturale "Amici di Michele" in Largo Monsignor Curi, n. 2, si è tenuta un'assemblea della Rete Docenti Precari Bari. Si è discusso il seguente ordine del giorno:



  • organizzazione incontro con i sindacati;


  • studio dell'ipotesi di riapertura anticipata delle graduatorie ad esaurimento ed eventuali strategie da adottare;


  • lettura e commento del Disegno di Legge 997 sul reclutamento regionale del personale docente;


  • aggiornamento sulle iniziative della Rete Nazionale Precari della Scuola e del Movimento Italiano Precari;


  • varie ed eventuali.


Per quanto riguarda il punto 1) si è deciso di contattare al più presto rappresentanti di tutte le sigle sindacali per poter parlare della nostra situazione. I contatti sono già in corso e al più presto si darà notizia del giorno e dell'ora dell'incontro.

Sul punto 2) si è deciso di attendere notizie più precise (che purtroppo tardano ad arrivare) da parte del ministero e dell'USP per poter poi chiedere un incontro con il provveditore per ottenere chiarimenti e portare le nostre proposte.

La discussione sul Disegno di Legge 997 non ha diradato i dubbi al riguardo e si è deciso di chiedere delucidazioni alle organizzazioni sindacali nel prossimo incontro.

Sul punto 4) si è convenuto di aderire all'Assemblea nazionale del 21 Febbraio c.a. a Roma, sperando di poter inviare una delegazione di minimo due persone come per la precedente assemblea. Al riguardo ci auguriamo che si propongano dei volontari per l'incarico.

Non essendoci varie ed eventuali l'assemblea si è sciolta alle ore 19:30.



--
Rete Docenti Precari Bari
web: http://retedocentiprecaribari.wordpress.com
mail: retedocentiprecaribari@gmail.com
tel: 3493347490
avatar
Antonino Buonamico
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 2317
Età : 57
Località : Bari
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Rete Docenti Precari Bari
Contributo al forum : 5338
Data d'iscrizione : 27.10.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2009

Messaggio Da Antonino Buonamico il Sab Mar 14, 2009 4:49 pm

Ieri, come si può vedere nel forum generale grazie al post di Gialov, la Rete Docenti Precari Bari ha incontrato Valentina Aprea e le ha offerto ironicamente dei fiori dicendo che erano destinati alla Gelmini se fosse venuta a Locorotondo, per dimostrare di non appartenere alla schiera di "vandali" che secondo Forza Italia avrebbero potuto minacciare la ministra che per questo motivo non si sarebbe presentata. Alla presidente della commissione cultura è stata anche prospettata la futura disoccupazione di tanti precari che oggi lavorano. La Aprea ha risposto che la Gelmini prevedeva una diversa accoglienza perciò non è venuta e anche che farà di tutto per tuelare il lavoro dei precari. Dobbiamo crederle?
avatar
Antonino Buonamico
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 2317
Età : 57
Località : Bari
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Rete Docenti Precari Bari
Contributo al forum : 5338
Data d'iscrizione : 27.10.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2009

Messaggio Da Antonino Buonamico il Sab Mar 14, 2009 4:57 pm

Oggi la Rete Docenti Precari Bari ha partecipato ad un'assemblea sindacale in piazza, in pratica un sit in con gazebo, promosso da CISL scuola, UIL scuola e SNALS in una piazza centrale della città di Bari. Abbiamo srotolato lo striscione "Saranno disoccupati", mostrato cartelloni tra i quali il nuovo "L'isola dei precari" (quella dove ci manderà la Gelmini che ha detto che dobbiamo riciclarci nel tuirismo...) distribuito volantini, dialogato con i rappresentanti sindacali, con i precari e con i passanti. Ci ha intervistato, tra gli altri, una giornalista di "Repubblica", mentre un fotografo ha immortalato i nostri cartelli sandwich. Abbiamo anche preso nuovi contatti che si iscriveranno al nostro blog: http://retedocentiprecaribari.netsons.org/
avatar
Antonino Buonamico
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 2317
Età : 57
Località : Bari
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Rete Docenti Precari Bari
Contributo al forum : 5338
Data d'iscrizione : 27.10.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2009

Messaggio Da Emma Giannì il Sab Mar 14, 2009 5:51 pm

bel colpo!

------------------------------------------------------
Emma Giannì
reteprecariscuolaag@libero.it
avatar
Emma Giannì
Amministratore
Amministratore

Femminile Numero di messaggi : 2680
Località : SCIACCA(AG)
Ordine scuola : Secondaria A029-A030
Organizzazione : Rete Precari Scuola Agrigento
Tesserata CGIL
Contributo al forum : 6128
Data d'iscrizione : 16.07.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2009

Messaggio Da Giuseppe. il Sab Mar 14, 2009 6:29 pm

Amicanto ha scritto:Oggi la Rete Docenti Precari Bari ha partecipato ad un'assemblea sindacale in piazza, in pratica un sit in con gazebo, promosso da CISL scuola, UIL scuola e SNALS in una piazza centrale della città di Bari. Abbiamo srotolato lo striscione "Saranno disoccupati", mostrato cartelloni tra i quali il nuovo "L'isola dei precari" (quella dove ci manderà la Gelmini che ha detto che dobbiamo riciclarci nel tuirismo...) distribuito volantini, dialogato con i rappresentanti sindacali, con i precari e con i passanti. Ci ha intervistato, tra gli altri, una giornalista di "Repubblica", mentre un fotografo ha immortalato i nostri cartelli sandwich. Abbiamo anche preso nuovi contatti che si iscriveranno al nostro blog: http://retedocentiprecaribari.netsons.org/
Bene,non avete dei video?
avatar
Giuseppe.
Esperto/a
Esperto/a

Numero di messaggi : 243
Località : Salerno
Ordine scuola : ancora da inserire
Organizzazione : Nessuna
Contributo al forum : 3378
Data d'iscrizione : 15.07.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2009

Messaggio Da Antonino Buonamico il Sab Mar 14, 2009 6:55 pm

Purtroppo credo di no, Giuseppe. La prossima volta vediamo di organizzarci meglio da questo punto di vista. Sull'articolo di Barilive da te citato via email c'è la fotografia di una collega della nostra associazione, con il cartello: un futuro nel turismo, l'isola dei precari. Credo che avremo foto anche nell'edizione barese di Repubblica di domani.
avatar
Antonino Buonamico
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 2317
Età : 57
Località : Bari
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Rete Docenti Precari Bari
Contributo al forum : 5338
Data d'iscrizione : 27.10.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2009

Messaggio Da Ospite il Sab Mar 14, 2009 8:36 pm

Amicanto ha scritto:Purtroppo credo di no, Giuseppe. La prossima volta vediamo di organizzarci meglio da questo punto di vista. Sull'articolo di Barilive da te citato via email c'è la fotografia di una collega della nostra associazione, con il cartello: un futuro nel turismo, l'isola dei precari. Credo che avremo foto anche nell'edizione barese di Repubblica di domani.

Per i video basta una normale macchina digitale, i video di catania sono fatti con quella.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2009

Messaggio Da Antonino Buonamico il Mer Mar 18, 2009 5:02 pm

Ieri 17 marzo una delegazione della Rete Docenti Precari Bari ha incontrato il sindaco di Bari Michele Emiliano al quale ha rivolto le proposte già formalizzate al vice sindaco Emanuele Martinelli e all'assessore all'istruzione del Comune di Bari Pasquale Martino. Essenzialmente è stato chiesto di dotare le scuole dei servizi necessari a soddisfare l'incremento di richieste di tempo pieno. E' stato anche chiesto all'amministrazione comunale un maggiore coinvolgimento nell'opporsi ai tagli della Gelmini, con documenti ed eventualmente ricorsi. Il sindaco ha chiesto a sua volta alla rete di predisporre bozze che saranno poi esaminate dall'amministrazione. Si è parlato anche della possibilità di organizzare in maggio un grande evento in un contenitore spazioso, una festa - convegno sulla scuola, che veda il coinvolgimento delle scuole della città, oltre alle famiglie, ai sindacati, alle associazioni presenti sul territorio.
avatar
Antonino Buonamico
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 2317
Età : 57
Località : Bari
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Rete Docenti Precari Bari
Contributo al forum : 5338
Data d'iscrizione : 27.10.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2009

Messaggio Da Antonino Buonamico il Lun Mar 23, 2009 5:03 pm

Il giorno 16 marzo, presso la sede dell’associazione Corsivo, si è tenuto un incontro-dibattito sul tema I diritti della famiglia, dei bambini, degli studenti: il punto dopo la riforma Gelmini”. Sono intervenuti alcuni dirigenti scolastici, il segretario della CISL scuola Lena Gissi, due docenti (di cui una precaria: Maria Filardi, docente di scuola primaria aderente alla Rete Docenti Precari Bari) e l’onorevole Guisi Servodio, deputata PD.
Il dibattito è stato condotto da Francesca Amati anche lei docente precaria.
Con il suo intervento, Maria Filardi ha voluto dirigere l’attenzione sui due aspetti più devastanti degli ultimi provvedimenti legislativi sulla scuola: lo smantellamento della scuola pubblica statale e il licenziamento dei docenti precari. Ecco il suo intervento.
Sono Maria Filardi, docente di scuola primaria, precaria da 13 anni e da tre anni insegno nella scuola Japigia1, sempre nella stessa classe secondo il principio della continuità didattica. Da ben 13 anni, quindi, lo Stato Italiano si avvale delle mie competenze per istruire ed educare i nostri bambini; in tutti questi anni ha pensato bene di alimentare le mie aspettative invitandomi ad accumulare titoli su titoli (contribuendo così alle finanze dei vari atenei), ma mostrandomi come premio finale il tanto agognato ruolo. Bene! Dopo un’abilitazione all’insegnamento conseguita nel lontano 1994, dopo una laurea e svariati master…siamo alla resa dei conti perché alla fine del percorso ci sarà ben altro…ovvero un licenziamento in tronco! Certo ho erroneamente riposto la fiducia in un datore di lavoro che, nonostante le innumerevoli contraddizioni, ritenevo ancora affidabile, rinunciando ad altre opportunità di lavoro e decidendo di perseverare lungo la strada impervia e tortuosa dell’insegnamento, scelto però con grande convinzione e determinazione e non certo per ripiego come asseriscono alcuni ministri o alcuni opinionisti dell’ultima ora. Si tratta di una professione di grande responsabilità, che ci chiama a formare le competenze critiche e sociali dei cittadini di domani. E sono proprio quei cittadini in erba che da soli ci ripagano e ci danno la forza per sopportare tutte le vessazioni subite in questi anni, fino a giungere alla beffa finale ordita dalla coppia Tremonti-Gelmini con la complicità dell’intero governo. Si tratta di una pseudo-riforma o meglio di un preciso disegno per destrutturare l’intero sistema scolastico e che nascondendosi dietro false motivazioni pedagogiche (contrastate peraltro dalle più grandi associazioni pedagogiche italiane) ha come unico obiettivo quello di riempire le casse dello stato, sottraendo alla scuola ben 8 miliardi di euro a discapito dei bambini e dei loro diritti, delle famiglie e di tutti gli operatori scolastici e avendo come fine ultimo la privatizzazione dell’intero sistema scolastico, come si evince dal disegno di legge Aprea attualmente in discussione in Parlamento. Con le leggi 133 e 169 e con i vari regolamenti e decreti attuativi viene portata avanti con lucidità e precisione una macchina da guerra che si scaglierà su tutti gli ordini di scuola a partire dalla scuola primaria e nonostante, secondo le recenti indagini internazionali, rappresenti il fiore all’occhiello del nostro ordinamento scolastico…o forse proprio per questo! Dal prossimo anno scolastico, infatti, non avremo più la stessa scuola primaria efficiente e al passo con i tempi cui eravamo abituati, dove i nostri bambini hanno vissuto e vivono in un clima di accoglienza e integrazione e dove acquisiscono i saperi anche attraverso le attività laboratoriali.
Grazie agli ultimi provvedimenti legislativi, le scuole non potranno più garantire la stessa qualità dell’offerta formativa degli anni precedenti né mantenere fede al principio della continuità didattica e questo sostanzialmente per due motivi: innanzitutto per i tagli previsti dalla legge finanziaria e in secondo luogo per la soppressione delle compresenze in tutte le classi dalla prima alla quinta. Solo nella scuola primaria della provincia di Bari il prossimo anno si conteranno più di 600 docenti in meno, la maggior parte dei quali precari che come me lavorano da anni nella stessa scuola e sulle stesse classi e che, pur nella precarietà, sono diventati dei punti di riferimento per quei bambini, garantendo loro una continuità nel metodo di insegnamento e soprattutto negli affetti... ma questo evidentemente al ministro non interessa!
Con la soppressione delle compresenze, inoltre, si rompe per legge il contratto formativo che le famiglie hanno stipulato con le scuole all’atto dell’iscrizione dei propri figli perché le scuole non avranno più i mezzi per garantire la stessa qualità dell’offerta formativa degli anni precedenti. Non potranno più essere garantite le attività di potenziamento e di recupero per i bambini con difficoltà di apprendimento né potranno essere garantite le attività laboratoriali scientifiche e di informatica in quanto organizzate a piccoli gruppi, contravvenendo così persino al principio delle “tre i” di morattiana memoria. I nostri bambini dunque torneranno alla vecchia scuola del leggere, scrivere e far di conto, verrà loro negato il diritto di ricevere l’offerta formativa pattuita all’atto dell’iscrizione alla prima classe nonché il diritto alla continuità didattica laddove siano presenti docenti precari. Ma vorrei sottolineare che noi docenti precari non siamo degli usurpatori come alcuni ministri lasciano intendere, non chiediamo nulla che vada al di là dei diritti acquisiti con anni di formazione e abilitazioni conseguite con le più disparate procedure concorsuali e soprattutto con anni di lavoro sul campo; siamo infatti tutti docenti pluriabilitati e specializzati e da anni assicuriamo il buon funzionamento della scuola pubblica statale. Per tutti questi motivi e se ci teniamo ad avere un sistema di istruzione che sia ancora veramente pubblico non possiamo rimanere impassibili di fronte agli eventi che ci stanno travolgendo. Pertanto invito tutti dall’opposizione, allle forze sindacali, agli operatori della scuola, alle famiglie, agli studenti e a tutti noi come semplici cittadini a far sentire forte e chiara la nostra voce in difesa del futuro dei nostri bambini, del diritto al lavoro sancito dalla nostra costituzione e del diritto-dovere che a tutti venga garantita la stessa istruzione. Grazie.
avatar
Antonino Buonamico
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 2317
Età : 57
Località : Bari
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Rete Docenti Precari Bari
Contributo al forum : 5338
Data d'iscrizione : 27.10.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2009

Messaggio Da Antonino Buonamico il Lun Apr 06, 2009 3:48 pm

Dopo essere intervenuta nella persona di Maria Rita Gadaleta ad un convegno del PD al quale era presente Mariangela Bastico (notizia messa tra quelle nazionali) la Rete Docenti Precari Bari, invitata, è intervenuta all'assemblea di apertura della campagna elettorale di Nichi Vendola, leader della lista Sinistra e Libertà, comprendente, oltre agli scissionisti di Rifondazione Comunista, Sinistra Democratica e Socialisti. Sono intervenuti, tra gli altri, un dirigente scolastico e un rappresentante della UIL scuola, mentre esponenti della CGIL hanno parlato soprattutto della riuscita manifestazione di sabato 4 aprile a Roma. Per la nostra associazione ha parlato Marija Mattia, salita sul palco insieme a me e a Maria Rita Gadaleta. La collega ha evidenziato i problemi del precariato. Darò presto un resoconto più dettagliato del suo intervento. C'erano centinaia di persone, cronisti della carta stampata e TV, dunque la "visibilità" dei precari della scuola è stata imponente.
avatar
Antonino Buonamico
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 2317
Età : 57
Località : Bari
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Rete Docenti Precari Bari
Contributo al forum : 5338
Data d'iscrizione : 27.10.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2009

Messaggio Da Antonino Buonamico il Dom Lug 12, 2009 7:34 pm

Il giorno 6 giugno, alla vigilia delle elezioni amministrative, abbiamo incontrato il sindaco di Bari e segretario regionale del PD, Michele Emiliano, al quale abbiamo consegnato un documento sulla scuola, che ha firmato davanti a noi. Abbiamo anche incassato la sua personale adesione e quella del presidente della giunta regionale pugliese, Nichi Vendola. Non sentendocela di organizzare una conferenza stampa, abbiamo però diramato un comunicato stampa sul sit in del 15 luglio a Roma e sulle sue ragioni, nel quale abbiamo sottolineato l'adesione di sindaco e governatore.
avatar
Antonino Buonamico
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 2317
Età : 57
Località : Bari
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Rete Docenti Precari Bari
Contributo al forum : 5338
Data d'iscrizione : 27.10.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2009

Messaggio Da Ospite il Lun Ago 31, 2009 2:40 pm

Vi invio il comunicato di adesione del CIP alla manifestazione organizzata dai precari di Taranto aderenti a varie sigle sindacali e politiche, decisa nel corso di una infuocata assemblea tenutasi il 18 agosto. Sono previste ulteriori forme di protesta di concerto con i precari di Bari, nel capoluogo pugliese.

GIU’ LE MANI DALLA SCUOLA

Il Cip Taranto, Comitato Insegnanti Precari, è presente al presidio di informazione e protesta in programma Venerdì 21 Agosto dalle ore 9.00 presso l’USP di Taranto contro la riforma del Ministro Gelmini, per testimoniare il malessere che si va diffondendo tra le famiglie, gli alunni e il personale della scuola statale.
Come conseguenza della riforma della scuola prevista dal Ministro dell’Istruzione , sarà soprattutto il Sud a pagare in termini di tagli al servizio e all’occupazione. Solo nella provincia di Taranto, nell’arco di tre anni, 696 docenti e 488 addetti Ata perderanno il posto di lavoro (fonte “Sole24Ore” ).
Suonerà la campanella e comincerà la scuola dove si investe meno per avere di più, dove si impara di più se si frequenta di meno, quella statale di nome ma regionale di fatto, che estende a tutti il diritto allo studio ma di fatto separa chi si istruisce da chi si forma un mestiere, quella che riduce le classi e le cattedre.
I provvedimenti colpiranno i servizi scolastici essenziali quali la qualità e la durata degli studi, si affolleranno le classi e si sospenderà il tempo pieno, si richiederà ancora di più il contributo delle famiglie per il funzionamento ordinario delle scuole.
Il maestro unico cancellerà più di 60mila cattedre bloccando le assunzioni nella scuola primaria.
Il personale docente precario della scuola, in percentuale rilevante in tutti gli ordini di scuola, non potrà lavorare più perché saranno tagliati 70mila posti per i docenti e 43mila per gli assistenti, amministrativi, tecnici e ausiliari. Per la prima volta nella storia della Repubblica si assiste ad un licenziamento di massa di docenti e personale Ata che a settembre non vedranno riconfermati i loro posti di lavoro nell’indifferenza generale facendo passare per riforma un insieme di norme incongruenti e devastanti partendo dai precari della scuola la cui debolezza sociale ha favorito un attacco senza precedenti ai principi della Costituzione, ai diritti dei lavoratori e all’etica stessa della convivenza civile.
Inoltre i CIP denunciano la tardiva ed assolutamente insufficiente iniziativa di provvedere a 8mila assunzioni di docenti precari, e il deprecabile avvio della manovra finanziaria, un inganno di Stato a danno della scuola: tagli scriteriati delle cattedre ed esproprio dei diritti dei precari in attesa da decenni di definitiva assunzione. Il Governo attuale conferma oggi che la precarietà è norma e la stabilità l’eccezione, ribadendo con questa gestione il fermo proposito di minare la sussistenza e la qualità dell’offerta formativa statale.
Noi, operatori della scuola, meritiamo di più. Il merito al quale oggi si inneggia tanto, noi lo abbiamo meritato sul campo, da decenni all’interno delle aule, non in anonimi parcheggi.
I CIP ritengono imprescindibile il diritto al lavoro e alla collocazione in ruolo di tutti gli iscritti nelle graduatorie, mentre quanto previsto dalla riforma Gelmini oggi lede le legittime aspettative professionali ed umane di insegnanti precari che si vedono espulsi dalla scuola prima ancora di esserne assunti.
Il Comitato Insegnanti Precari di Taranto chiama per l’occasione alla mobilitazione tutti i docenti precari, si dichiara fermamente contrario a questi progetti e si impegna a mettere in atto tutte le iniziative che potranno contrastarli e a sensibilizzare in tutti i modi l’opinione pubblica.


Comitato Insegnanti Precari
Taranto/Puglia

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2009

Messaggio Da Ospite il Lun Ago 31, 2009 2:47 pm

Un bellissimo articolo da Taranto. A volte l'informazione locale è molto più attenta a percepire la realtà. Questo articolo merita veramente. Il giornalista, lo giuro, non è un precario, ma solo un bravo giornalista.

La rincorsa degli 'Invisibili' Protesta al Provveditorato

Un gazebo sotto il sole e parte un appello alle istituzioni

di Dino Miccoli

La rincorsa degli "invisibili". Sembra il titolo dì un film e non è detto che un giorno possa diventarlo. Qualunque possa essere il regista, di sicuro i protagonisti sono loro: i precari della scuola. Quelli della provincia jonica potrebbero sicuramente farsi avanti per il ruolo, loro malgrado, chiaramente indigesto e oramai insopportabile. Anche per questo ieri, davanti al Csa, il Centro Servizi amministrativi di Taranto meglio conosciuto come Provveditorato, le sigle sindacali Cgil-Cisl e UIL scuola hanno chiamato a raccolta gli interessati cosi come il Cip che non è il delicato suono del cinguettio degli uccelli quanto piuttosto la sigla del Comitato degli insegnanti precari.

La rincorsa di questo "popolo" che si lamenta, "fa meno rumore per l'opinione pubblica degli altri lavoratori" per i quali ultimi ci si mobilita con maggiore facilità, è appena iniziata perché i provvedimenti ministeriali non hanno lesinato il ricorso alla scure con conseguenti tagli occupazionali. Con il lutto al braccio in segno di protesta, con un punto d'incontro d'emergenza sotto un ombrellone, icona perfetta della situazione (i problemi per i precari non restano a casa ma sono finiti anche sotto l'ombrellone), tra striscioni e battute al peperoncino, i precari di Taranto hanno lanciato in maniera unitaria una, forse l'unica, certezza, "noi ci siamo e non vogliamo assistere inerti alla nostra fine professionale". Invisibili, desaparecidos, eppure ogni anno coinvolti in un "progetto" (eufemismo) che li catapulta nella realtà scolastica al servizio della collettività, dello Stato che oggi sembra "averli nel proprio mirino, perché i tagli... s'hanno a fare"!

Questo ed altro rappresentano la "corteccia" che è finita in un appello firmato ieri presso il gazebo allestito dai sindacati, che ha per destinatari il sindaco di Taranto e le altre cariche istituzionali dell'Ente Provincia, Regione, del Governo, della Presidenza della Repubblica.
E' la prima mossa unitaria che forse potrebbe non bastare ma tant'è sino ad oggi non escludendo la richiesta di un'udienza dal Prefetto. Sono i precari della scuola, coloro che appartengono alla categoria dei lavoratori della conoscenza. Sarebbe stato un paradosso grossolono non mettere a... conoscenza di questo "fenomeno sociale" l'opinione pubblica anche per mandare a dire. Attenti, chi investe nella cultura e nella conoscenza, appunto, rischia grosso!

Anna Santoro, segretaria provinciate della Flc CgiL lo spiega a chiare lettere: "Noi siamo convinti che la situazione si risolve soltanto ripristinando quegli elementi che davano qualità alla scuola: le compresenze, il numero adeguato di unità amministrative, insomma il sistema che si è voluto cancellare. Adesso si discute di un salario di solidarietà ma che è certamente una soluzione tampone con la Regione che dovrà integrare e in tal senso la nostra Regione Puglia ha già provveduto nella primavera scorsa a pensare a questo. Ma arrivare a tutto questo se da un lato servirebbe a dare respiro non risolverebbe di fatto tutta la situazione per cui già il prossimo anno saremmo punto e capo per una vicenda che non sarebbe più gestibile. Queste problematiche vanno messe in evidenza perché la scuola è un luogo di lavoro come tale deve essere considerato. Siamo in presenza di una vera e propria emergenza sociale". Un problema di tutti, un problema di lavoro da considerare alla stregua degli altri. Rincara la dose Angela La Gioia referente del Cip di Taranto".

Quattromila lavoratori dell'Alitalìa hanno ottenuto una eco diversa perché questo settore di lavoro non si può bloccare. Noi precari siamo molto di più e tra di noi sono previsti 47 mila tagli su tutto il territorio nazionale ma questo non sembra fare notìzia. E' la prima volta nella storia della nostra Repubblica in cui assistiamo un licenziamento di massa così copioso anche se per noi lavoratori a tempo determinato dicono che non si tratti di un vero e proprio licenziamento". Il presìdio dei precari continuerà anche questa mattina presso il Provveditorato dove è possibile firmare l'appello e lasciare il proprio nome per allargare a macchia d'olio la vertenza.
Il nuovo Quotidiano di Puglia, 28 agosto 2009

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2009

Messaggio Da Antonino Buonamico il Mer Set 09, 2009 12:01 am

Oggi, mentre continua il presidio davanti all'Ufficio Scolastico Regionale della Puglia, tre colleghe precarie, assieme a sindacalisti RDB, sono state ricevute dall'assessore al lavoro e formazione professionale, Michele Losappio, ex rifondazione e passato, come il presidente Nichi Vendola e altri asessori, a sinistra e libertà. L'assessore ha consegnato alle colleghe copie della proposta della Regione Puglia inviata oggi al MIUR. Si tratta di progetti contro la dispersione scolastica in 250 scuole elementari e primarie delle periferie urbane, che durerebbero circa 350 ore, articolate in 6 mesi e mezzo (15 novembre - 31 maggio) e finanziate dal Fondo Sociale Europeo della Regione (22 milioni di euro) che offrirebbero stipendi leggermente più alti dei nostri e 12 punti a colleghi precari disoccupati, che abbiano avuto o meno l'incarico annuale lo scorso anno scolastico, selezionati in base alle Graduatorie ad Esaurimento. Altri 34 milioni di euro finanzierebbero progetti nelle scuole superiori, nelle quali però si utilizzerebbero le graduatorie d'istituto. L'assessore nutrirebbe dei dubbi sull'approvazione del MIUR per il fatto che i docenti non coprirebbero le supplenze brevi e i progetti sarebbero dunque alternativi rispetto ai contratti di disponibilità e anche perché non si rivolgono solo a chi ha avuto l'incarico annuale lo scorso anno.
avatar
Antonino Buonamico
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 2317
Età : 57
Località : Bari
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Rete Docenti Precari Bari
Contributo al forum : 5338
Data d'iscrizione : 27.10.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2009

Messaggio Da Antonino Buonamico il Ven Set 11, 2009 4:34 pm

Ieri ci siamo riuniti presso la sede dell'associazione ambientalista "Terre del Mediterraneo". Eravamo almeno una cinquantina di precari, più rappresentanti di rifondazione, sinistra critica, per il bene comune, qui bari libera, universitari, genitori, flc CGIL, Cobas. Abbiamo deciso di organizzarci per la manifestazione di domattina all'inaugurazione della Fiera del Levante indetta dall'flc CGIl. Aderiranno partiti, associazioni, sindacati non solo della scuola, tanti cittadini da tutta la Puglia. Io, delegato ai rapporti con il CPS, ho spiegato che lavoriamo da un anno e che orami ci sono una quarantina di comitati in tutta Italia e ho dato le ultime news sulle manifestazioni a Roma, la conferenza stato-regioni, l'incontro al MIUR con i precari. Abbiamo raccolto email e anche adesioni, future tessere, con contributi. Servizi su Repubblica e Antenna Sud, emittente collegata alla Gazzetta del Mezzogiorno. Abbiamo spiegato in sintesi la proposta della regione per il reimpiego dei precari, migliore dei contratti di disponibilità perché non è rivolta solo ai docenti che hanno avuto l'incarico annuale e perché si lavora sempre e con uno stipendio adeguato, oltre ai 12 punti. Il sindaco di Bari, Michele Emiliano, è intervenuto accettando la nostra proposta di un opsservatorio permanente con rappresentanti della nostra associazione, dei genitori, della prefettura, del comune, per monitorare la situazione di servizi e sicurezza nelle scuole che dipendono dal comune, primarie e secondarie di primo grado.
avatar
Antonino Buonamico
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 2317
Età : 57
Località : Bari
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Rete Docenti Precari Bari
Contributo al forum : 5338
Data d'iscrizione : 27.10.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2009

Messaggio Da Antonino Buonamico il Sab Set 12, 2009 5:08 pm

Stamattina, alla manifestazione organizzata dall'flc CGIL davanti alla fiera del levante a Bari alle 9, per protestare contro i tagli alla scuola e la disoccupazione dei precari, noi della Rete Docenti Precari Bari abbiamo manifestato con vecchi e nuovi striscioni e nuovi cartelli ed eravamo alcune decine di persone. Abbiamo ottenuto molte interviste dai quotidiani e da alcune tv locali. Alla manifestazione c'erano studenti di scuola e università, Cobas, altri iscritti alla CGIL non flc, una ventina di precari foggiani che presto chiederanno di aderire al CPS. 4 colleghe della nostra associzione si sono infiltrate con dei pass in fiera e nel padiglione dell'inaugurazione, dove hanno approfittato di un riferimento del sindaco Emiliano per alzarsi in piedi e protestare. Sono state in seguito allontanate. E' stato chiesto di poter entrare tutti, ma è stata fatta entrare solo una delegazione di 5 persone, comprendente il segretario provinciale dell'flc, un rappresentante dei docenti precari di Foggia che rappresentava anche noi di Bari, un precario ATA brindisino e altre 2 persone. Intanto gli studenti hanno bloccato il traffico e tutti noi ci siamo riversati nella strada. abbiamo deciso di ripresentarci lunedì davanti all'ufficio scolastico regionale, dove giovedì intorno alle 13 avevamo interrotto il presidio per partecipare all'assemble aperta convocata da noi e per organizzare la nostra presenza oggi.
avatar
Antonino Buonamico
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 2317
Età : 57
Località : Bari
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Rete Docenti Precari Bari
Contributo al forum : 5338
Data d'iscrizione : 27.10.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2009

Messaggio Da Antonino Buonamico il Mar Set 15, 2009 2:51 am

Ieri, lunedì 13 settembre, di nuovo presidio a Bari davanti all'ufficio scolastico regionale con nuovi striscioni e cartelloni. E' stato interrotto nel pomeriggio a causa di una pioggia torrenziale ma comunque ha prodotto un'intervista al sottoscritto al tg di Antenna Sud. Mi sono concentrato sul fatto che chiediamo il ritiro dei tagli, sul dramma della disoccupazione e sul fatto che è antieconomico licenziare in tempi di crisi perché dimuisce la domanda interna e aggrava la crisi. Ho parlato non solo della Rete Docenti Precari Bari, ma anche del Coordinamento Precari Scuola responsabile di manifestazioni di protesta in tutta Italia e ho anche detto che quest'anno l'onda la guidiamo noi precari della scuola! Il nostro addetto stampa Fabio Mele ha rilasciato un'intervista a La Repubblica che sarà pubblicata domani.
avatar
Antonino Buonamico
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 2317
Età : 57
Località : Bari
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Rete Docenti Precari Bari
Contributo al forum : 5338
Data d'iscrizione : 27.10.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2009

Messaggio Da Antonino Buonamico il Mar Set 15, 2009 4:06 pm

Stamattina sit in davanti all'U.S.P. di Bari con cartelli e volantini, uno contro l'atteggiamento del provveditore che ha recentemente difeso la "riforma", un altro contro i tagli. Il provveditore Lacoppola ha chiesto di incontrare una delegazione di cinque persone, tutte della Rete docenti Precari Bari tranne una madre dell'associazione di genitori SOS scuola pubblica. Lacoppola ha fornito dai sullle cattedre non ancora assegnate e ha di nuovo deplorato i tagli, salvando però il resto della riforma". (???) Oggi servizi in cronaca di Bari su La Repubblica, La Gazzetta del Mezzogiorno, il Quotidiano sulla protesta di ieri davanti all'U.S.R.
avatar
Antonino Buonamico
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 2317
Età : 57
Località : Bari
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Rete Docenti Precari Bari
Contributo al forum : 5338
Data d'iscrizione : 27.10.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2009

Messaggio Da Antonino Buonamico il Mer Set 16, 2009 5:19 pm

Oggi 16 settembre altro incontro con il provveditore, che si è mostrato abbastanza collaborativo. Dalla tarda mattinata pioggia torrenziale che ha impedito il previsto sit in davanti all'Ufficio Scolastico Regionale.
avatar
Antonino Buonamico
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 2317
Età : 57
Località : Bari
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Rete Docenti Precari Bari
Contributo al forum : 5338
Data d'iscrizione : 27.10.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2009

Messaggio Da maurizio1977 il Sab Set 19, 2009 12:02 am

Si è svolto oggi pomeriggio il sit-in di protesta presso la prefettura di foggia, indetto dal comitato precari di capitanata con l'appoggio della FLC. Una delegazione di docenti, personale ATA e rappresentanti del sindacato è andata a conferire nell'ufficio del prefetto. Non che non ci si aspettasse le solite risposte sul fatto che i tagli sono frutto di una legge del ministero dell'economia e che, per quanto possibile, si sta provvedendo a dare piccole boccate d'ossigeno con il decreto vendoliano, ma tant'è.
E' un inizio. Tardivo, ma pur sempre un inizio.
Alcune fotine in calce:



avatar
maurizio1977
Esperto/a
Esperto/a

Maschile Numero di messaggi : 779
Località : Margherita di Savoia (FG)
Ordine scuola : Secondaria I gr
Organizzazione : Nessuna
Contributo al forum : 3984
Data d'iscrizione : 02.12.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2009

Messaggio Da maurizio1977 il Sab Set 19, 2009 12:12 am

Altre fotine: ci sono anche io! Very Happy



avatar
maurizio1977
Esperto/a
Esperto/a

Maschile Numero di messaggi : 779
Località : Margherita di Savoia (FG)
Ordine scuola : Secondaria I gr
Organizzazione : Nessuna
Contributo al forum : 3984
Data d'iscrizione : 02.12.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2009

Messaggio Da Antonino Buonamico il Sab Set 19, 2009 9:08 am

Bene, sono contento che il vostro gruppo stia crescendo e protestando!
avatar
Antonino Buonamico
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 2317
Età : 57
Località : Bari
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Rete Docenti Precari Bari
Contributo al forum : 5338
Data d'iscrizione : 27.10.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2009

Messaggio Da Antonino Buonamico il Mer Set 23, 2009 4:02 am

Una numerosa delegazione della Rete Docenti Precari Bari è stata ricevuta avantieri, lunedì 21 settembre, da Lucrezia Stellacci, direttrice dell'Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia, in seguito alla richiesta di incontro che la Rete Docenti le aveva avanzato al termine della manifestazione dello scorso 3 settembre tenutasi a Bari davanti agli uffici dell’U.S.R., in via Castromediano, 123. Abbiamo concordato una serie di domande poste da Maria Rita Gadaleta alla Stellacci e a quasi tutte è stata fornita una risposta precisa; tranne quando il quesito era di natura socio-politica poiché, come la direttrice ha più volte ribadito, l’U.S.R. è una sorta di “filiale del Ministero”, pertanto mero organo esecutore delle disposizioni ricevute. Altre domande più specifiche sono state poste dagli altri colleghi presenti.
In particolare, sulla REVISIONE IN DEROGA AGLI ORGANICI DI FATTO, ci è stato spiegato che i tagli si effettuano a partire da un tetto massimo di posti già prestabilito per ogni Regione; nel caso di sforamento, la Regione è commissariata e i Dirigenti che non hanno rispettato il vincolo di cattedre ne rispondono anche penalmente. Questo è il motivo per cui non si possono rivedere gli organici di fatto.
Per quel che concerne invece i CONTRATTI DI DISPONIBILITÁ, norma inserita nel cosiddetto “Decreto Ronchi” che dovrebbe garantire un’indennità di disoccupazione più lunga e il riconoscimento dell’intero punteggio valido per la graduatoria ai docenti precari che lo scorso anno hanno stipulato un contratto annuale e che quest’anno invece non sono rientrati nella stessa tipologia di contratto, pare che QUESTA NORMA NON SIA ANCORA PASSATA. Se questa norma passasse, i docenti in questione avrebbero precedenza assoluta sulle supplenze temporanee che sarebbero assegnate seguendo lo scorrimento di UNA BANCA DATI INPS-GRADUATORIE A ESAURIMENTO (le cosiddette GRADUATORIE PRIORITARIE) e non le graduatorie di istituto. Poiché però alcune province sono molto estese, si prevede una suddivisione per distretti, che per esempio nella provincia di Bari potrebbero essere tre, e la successiva scelta da parte del docente di un solo distretto (oppure un’indicazione di priorità).
Per gli insegnanti della scuola primaria e per i docenti di lettere e di matematica della scuola secondaria di primo grado che quest’anno non hanno avuto la conferma del contratto annuale, la REGIONE PUGLIA, infatti, ha siglato un PROTOCOLLO D’INTESA CON IL MIUR che prevede lo stanziamento di ventidue milioni di euro per “la realizzazione di interventi finalizzati al miglioramento dei livelli di apprendimento della popolazione scolastica pugliese, da realizzarsi attraverso azioni di recupero e/o di rafforzamento delle conoscenze per l’anno scolastico 2009/2010”. Tali interventi saranno effettuati attraverso progetti formulati dalle scuole su linee-guida offerte dall’U.S.R. e affidati ai docenti di cui sopra, secondo le stesse modalità di reclutamento dei contratti di disponibilità. Tali progetti, della durata di sei mesi, varranno 12 punti di servizio e un trattamento economico equiparato a un contratto CO.CO.CO. e saranno monitorati dall’INVALSI. Per la precedenza si utilizzeranno le graduatorie d’istituto o quelle ad esaurimento (non ho ben compreso, chiederò agli altri colleghi che erano presenti).
Ultima misura a tutela dei docenti precari è quella relativa alla FORMAZIONE PROFESSIONALE e riguarda la scuola secondaria di secondo grado. In questo caso, la Regione Puglia ha previsto un finanziamento finalizzato ad innalzare e consolidare il livello delle competenze di base di tutti gli allievi, offrendo un’opportunità alternativa a coloro che non intendono assolvere l’obbligo di istruzione nel sistema scolastico. Saranno le scuole o altri enti formatori a presentare i progetti entro il 29 settembre c.a. e il calendario di realizzazione delle attività, con indicazione della data di inizio, dovrà essere approntato non oltre il 15/12/2009 (per informazioni ulteriori, si rimanda a http://www.regione.puglia.it/burp_doc/pdf/xl/N138_03_09_09.pdf).
La Rete Docenti Precari Bari ha quindi invitato il Direttore a partecipare al tavolo tecnico che nel frattempo si sta costituendo insieme al Comune di Bari e alla Regione Puglia e ha chiesto di essere coinvolta nella Cabina di regia prevista nel Protocollo d’intesa, al fine di monitorare il reclutamento del personale: in entrambi i casi abbiamo ricevuto risposta affermativa.
Infine, in merito alla nostra richiesta di informazioni circa i criteri che regolano le nomine in ruolo e le assegnazioni provvisorie, ci è stato detto che i primi sono dettati dal Ministero e gli ultimi dipendono solo dalla disponibilità di cattedre. Ci è stato anche detto di non opporci alle assegnazioni provvisorie perché anche noi diventeremo di ruolo.
Ieri, martedì 22 settembre, abbiamo ancora presidiato l'Ufficio Scolastico Regionale. Ci piacerebbe mantenere il presidio almeno fino al 3 ottobre anche se le energie cominciano ad esaurirsi...
RETE DOCENTI PRECARI BARI
http://retedocentiprecaribari.netsons.org/
avatar
Antonino Buonamico
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 2317
Età : 57
Località : Bari
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Rete Docenti Precari Bari
Contributo al forum : 5338
Data d'iscrizione : 27.10.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2009

Messaggio Da maurizio1977 il Mer Set 23, 2009 2:38 pm

In effetti attendiamo chiarimenti sulle modalità di reclutamenti dei decreti, per quanto concerne quello nazionale (se vi rientreranno anche coloro i quali hanno messo insieme un anno di supplenze brevi, anche se a me pare di capire di no) e quello vendoliano (si recluta da GE o GI? Il contratto ora CO.CO.CO, all'inizio non era un normalissimo contratto che equiparava la dignità dei precari coinvolti in questi progetti, anche per retribuzione e tutele, a tutti gli altri?).
avatar
maurizio1977
Esperto/a
Esperto/a

Maschile Numero di messaggi : 779
Località : Margherita di Savoia (FG)
Ordine scuola : Secondaria I gr
Organizzazione : Nessuna
Contributo al forum : 3984
Data d'iscrizione : 02.12.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2009

Messaggio Da Antonino Buonamico il Gio Set 24, 2009 12:14 am

Hai ragione Maurizio, abbiamo bisogno di chiarimenti. Intanto oggi c'è stata una riunione di alcuni di noi, alle ore 13, con il sindaco di Bari Michele Emiliano, l'assessore cittadino all'istruzione Fabio Losito, e l'ex presidente della commissione istruzione del Comune e capogruppo della lista Emiliano, nonché interessato da anni alle problematiche scolastiche, Marco Bronzini. Si è decisa come data per la prima riunione del tavolo tecnico, proposto da noi per monitorare la situazione delle scuole, giovedì 1 ottobre, purtroppo di mattina, ma dovremmo avere i permessi dalle scuole. All'incontro saranno invitati rappresentanti del governo regionale pugliese, dell'ufficio scolastico regionale e dell'ufficio scolastico provinciale. Noi rappresenteremo i precari della scuola.
avatar
Antonino Buonamico
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 2317
Età : 57
Località : Bari
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Rete Docenti Precari Bari
Contributo al forum : 5338
Data d'iscrizione : 27.10.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2009

Messaggio Da maurizio1977 il Sab Set 26, 2009 4:16 pm

Alla luce del decreto salvaprecari, già pubblicato in GU, viene da domandarsi se il decreto di Vendola va ad uniformarsi al comma 3 ( 3. L'amministrazione scolastica puo' promuovere, in collaborazione
con le regioni e a valere su risorse finanziarie messe a disposizione
dalle regioni medesime, progetti della durata di tre mesi,
prorogabili a otto, che prevedano attivita' di carattere
straordinario, anche ai fini dell'adempimento dell'obbligo
dell'istruzione, da realizzarsi prioritariamente mediante l'utilizzo
dei lavoratori precari della scuola di cui al comma 2, percettori
dell'indennita' di disoccupazione, di cui puo' essere corrisposta
un'indennita' di partecipazione a carico delle risorse messe a
disposizione dalle regioni.), oppure se ne sarà indipendente. Se si ricorrerà alla chiamata dalle GE (come si era ipotizzato in un primo momento9 o a quella dalla nuova graduatoria stilata in base al decreto (come mi pare di capire).
avatar
maurizio1977
Esperto/a
Esperto/a

Maschile Numero di messaggi : 779
Località : Margherita di Savoia (FG)
Ordine scuola : Secondaria I gr
Organizzazione : Nessuna
Contributo al forum : 3984
Data d'iscrizione : 02.12.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2009

Messaggio Da Antonino Buonamico il Lun Ott 05, 2009 2:41 am

Sabato 3 ottobre noi precari della Rete Docenti Precari Bari siamo stati presenti al corteo nazionale a Roma del Coordinamento Precari Scuola, partito da piazza della Repubblica, passato da piazza del Popolo e giunto in serata al MIUR. Il gruppo organizzato da noi era composto da 16 persone. Saremo stati molti di più, se molte persone non avessero lavorato il sabato, e altre non fossero dovute emigrare al Nord, sfruttando le "code", per riuscire a lavorare. Abbiamo visto passare Dipietro, mentre, accompagnato da Tonia Guerra, responsabile di Rifondazione Comunista della provincia di Bari per la scuola, ci ha portato la sua solidarietà e quella del suo partito Paolo Ferrero. Il presidente della Regione Puglia e fondatore di Sinistra e Libertà, Nichi Vendola, ci ha pure portato il suo saluto e solidarietà, fornendoci il numero di telefono dell'assessore all'istruzione delle Regione Puglia, Gianfranco Viesti, con il quale abbiamo già fissato un incontro martedì 6 ottobre, nel quale chiederemo chiarimenti sui progetti della Regione Puglia che offriranno stipendio e punteggio a centinaia di docenti e ATA precari e anche disoccupati grazie ai tagli della Gelmini. Nel corteo c'era anche un nutrito gruppo di precari della provincia di Foggia, con il loro striscione.


Ultima modifica di Antonino Buonamico il Dom Ott 11, 2009 7:52 pm, modificato 1 volta
avatar
Antonino Buonamico
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 2317
Età : 57
Località : Bari
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Rete Docenti Precari Bari
Contributo al forum : 5338
Data d'iscrizione : 27.10.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2009

Messaggio Da Antonino Buonamico il Lun Ott 05, 2009 3:27 am

Giovedì 1 ottobre la Rete Docenti Precari Bari ha partecipato al primo incontro, al Comune di Bari, del tavolo tecnico sulla scuola prganizzato dal sindaco di Bari, Michele Emiliano, su nostra sollecitazione. Era stato invitato l'intero direttivo di nove persone, ma solo cinque di noi sono riusciti a liberarsi, visto che l'incontro era previsto per le dieci di mattina. L'u.s.p., l'u.s.r e la prefettura hanno disertato l'incontro, cosa che abbiamo denunciato ai giornalisti di quotidiani e alle tv presenti. Mancava Emiliano, partito per Roma per partecipare ad Anno Zero, ma c'erano l'assessore all'istruzione Fabio Losito e due consiglieri comunali: Marco Bronzini che sostituiva il sindaco e Massimo Maiorano della commissione che si occupa della scuola. La nostra coordinatrice, Maria Rita Gadaleta, ha introdotto il discorso denunciando i tagli e le loro conseguenze, non solo sull'occupazione ma anche sulla qualità della scuola pubblica, mentre Marija Mattia, Rosa Calamo, Patrizia Bottalico ed io abbiamo denunciato specifiche conseguenze dei tagli, sintetizzate dal servizio dell'emittente locale Antenna Sud, di cui riporto il link:
http://www.youtube.com/watch?v=PX3gS38WrVM
avatar
Antonino Buonamico
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 2317
Età : 57
Località : Bari
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Rete Docenti Precari Bari
Contributo al forum : 5338
Data d'iscrizione : 27.10.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2009

Messaggio Da Antonino Buonamico il Dom Ott 11, 2009 7:50 pm

Siamo stati invitati, come Rete Docenti Precari Bari, a partecipare all'assemblea del comitato dei genitori della scuola primaria S. Francesco. Siamo andati in tre: Maria Filardi, responsabile per la scuola primaria del direttivo della nostra associazione ed ex insegnante della scuola S. Francesco, Francesca Amati, nella duplice veste di genitore e docente precaria, ed io. La Dirigente scolastica, in accordo con i Dirigenti di altre scuole (messisi in rete per coordinare iniziative anche contro i tagli), ha richiesto alle famiglie un contributo volontario, di circa 15 euro, per far fronte alle spese ordinarie della scuola le cui casse quest'anno sono vuote (...chissà perchè!). Questa Dirigente della scuola ha partecipato al nostro presidio davanti all'ufficio scolastico regionale, durato alcune settimane. Erano presenti all'assemblea, oltre alla nostra delegazione, Marco Bronzini, consigliere comunale, Fabiola Fanelli, presidente del coordinamento genitori barese "SOS scuola pubblica", il Presidente del Consiglio di Circolo e due docenti di ruolo della scuola, in veste anche di genitori. L'assemblea è stata molto partecipata e piuttosto infuocata. Dopo una prima parte animata da Marco Bronzini sul problema della mensa scolastica, si è giunti alla nota dolente: il contributo richiesto alle famiglie! Un genitore ha chiesto spiegazioni in modo piuttosto polemico cercando di far ricadere la responsabilità sulla cattiva gestione del bilancio scolastico da parte del Dirigente scolastico. Si è innescato un contraddittorio abbastanza acceso e quando qualcuno ha cercato di spiegare che il tutto partiva da molto lontano e cioè dai tagli del governo, il "tipo" ha risposto che non era al corrente perchè in televisione lui non ha sentito niente in merito (...questo è il livello di buona parte dei cittadini italiani, ormai completamente inebetiti da anni di spazzatura mediatica).
Maria Filardi, intervenuta a nome della Rete Docenti Precari Bari, ha fatto notare al suddetto "tipo" che sabato scorso per le vie di Roma eravamo 20 mila docenti precari in corteo ma che nessun telegiornale ha mostrato le immagini. Ha spiegato che i tagli previsti dalla finanziaria del 2008 per la scuola pubblica sono di 8 miliardi e che i 15 euro di contributo richiesto alle famiglie dalla scuola sono sotanto uno degli effetti nefasti dei provvedimenti governativi, ribadendo che il fine ultimo è quello di privatizzare il sistema scolastico, smantellando la scuola statale e aumentando nel contempo i finanziamenti alle scuole private: ne è una prova l'aumento delle iscrizioni alle scuole private che c'è stato già quest'anno. Maria ha anche brevemente spegato che noi da più di un anno siamo scesi in campo per contrastare questi provvedimenti innanzitutto per difendere la qualità della scuola pubblica, oltre che per il nostro posto di lavoro. Ha quindi illustrato il decadimento della qualità dell'offerta formativa a cui si è giunti con l'eliminazione delle compresenze nella scuola primaria, con la costrizione fatta alle docenti a insegnare discipline per le quali non si sono specializzate e l'impossibilità di fare viaggi di istruzione in quanto per la legge sulla sicurezza non è più garantito il rapporto di 15 alunni per ogni insegnante. Per far comprendere ciò che accade con il taglio del personale ATA, la nostra collega ha portato l'esempio della sua attuale scuola, dove la mancanza di collaboratori scolastici la costringe a lasciare la classe scoperta per accomagnare il bambino di prima in bagno oppure lasciarlo da solo a rischio che si perda nell'istituto. Maria Filardi ha sollecitato i genitori a organizzare delle iniziative per farsi sentire, magari coordinandosi con noi o con chi come noi è già attivo sul territorio. L'assemblea è stata utile per chiarire un po' le idee dei presenti e spero che possa essere l'inizio di una mobilitazione comune. Certo è che bisognerebbe coinvolgere altre scuole e altri genitori, oltre agli studenti.
avatar
Antonino Buonamico
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 2317
Età : 57
Località : Bari
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Rete Docenti Precari Bari
Contributo al forum : 5338
Data d'iscrizione : 27.10.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2009

Messaggio Da Antonino Buonamico il Mer Ott 14, 2009 1:12 am

Lo scorso 6 ottobre, una numerosa delegazione della Rete Docenti Precari Bari e un' altra delegazione di Professione Precario di Foggia, hanno incontrato l’assessore regionale al sud e al diritto allo studio, Gianfranco Viesti, presso la sede dell’assessorato. All’incontro erano presente anche il segretario regionale e un'altra delegata dell'flc CGIL, oltre a una giornalista di "Repubblica". L’assessore ha fatto approntare per noi copie dell’accordo ministero-regione unitamente a un paio di pagine di chiarimenti. Egli ci ha tenuto a precisare che l’intervento regionale, da lui denominato Diritti a scuola, non ha, pur volendo anche alleviare il problema della disoccupazione di docenti e ATA (rispettivamente 1.200 e 200) la finalità di surrogare ai tagli del Ministero, ma ha invece un’intenzione puramente sociale-educativa, dal momento che è mirato alle ragazzine e ai ragazzini dagli 8 ai 13-14 anni che hanno dimostrato minore preparazione agli scorsi test OCSE e INVALSI e che pertanto necessitano di un particolare rinforzo delle competenze di base, quali la lettura/comprensione di un testo e il calcolo elementare. Sono queste le motivazioni che hanno spinto l’assessorato a chiedere al Ministero l’impiego degli insegnanti della scuola primaria e dei docenti di lettere e di matematica della scuola secondaria di primo grado, da retribuire attraverso il Fondo Sociale Europeo. Considerato che tale progetto impegnerà il docente in modalità continuativa ed esclusiva per un periodo di sei mesi e mezzo e considerato che l’espletamento di tale servizio è particolarmente impegnativo giacché destinato ai ragazzini che hanno avuto punteggio INVALSI individuale peggiore (quindi non si farà riferimento alla media della classe o dell’istituto), d'intesa con l’Ufficio Scolastico Regionale e con l’assessorato regionale al lavoro, si è stabilito di assegnare 12 punti al personale impegnato in tali progetti, nonché uno stipendio leggermente superiore a quello dei docenti precari. Si è precisato che il personale docente sarà reclutato da graduatorie prioritarie, costituite da quanti l’anno scorso hanno avuto l’incarico dal Provveditorato agli studi e che invece quest’anno non hanno avuto la stessa tipologia di contratto. I progetti da realizzare saranno scelti fra quelli pervenuti alla Regione Puglia entro il 20 ottobre c.a., attraverso i seguenti criteri:

· 30%: qualità del progetto (individuazione dei destinatari, modalità di coinvolgimento, contenuti specifici);

· 70%: punteggio INVALSI più basso.

Ogni scuola potrà presentare più di un progetto e l’inizio delle attività è previsto entro il 15 novembre. Le scuole vincitrici hanno piena autonomia in merito alla realizzazione e potranno predisporre attività antimeridiane o pomeridiane, per gruppi più o meno ristretti, a seconda delle particolari esigenze. I progetti dovranno chiudersi entro il 31 maggio per consentire, a giugno, la valutazione da parte dell’INVALSI.

Le delegazioni dei docenti hanno quindi posto alcune questioni:

· Quali garanzie ci sono per la maternità e la malattia?

· Come mai per la scuola materna e per la secondaria di secondo grado non si è pensato ad un accordo analogo al presente che potesse conferire punteggio di servizio?

· È possibile partecipare alle “cabine di regia” in modo da monitorare le varie fasi di realizzazione del progetto?

E' stato risposto che ci sono tutte le tutele previste per i lavoratori assunti con contratto a tempo determinato. Sul secondo punto l’assessore ha ribadito le finalità per cui è stato elaborato il presente progetto: non occupazionali ma socio-educative di prima necessità. All’obiezione di alcuni colleghi che anche la scuola materna può rappresentare una prima necessità, l’assessore ha risposto che è personalmente rimasto impressionato negativamente dai risultati dei test OCSE e INVALSI e che quindi intende porre prioritariamente riparo a tale situazione. Egli ha inoltre riaffermato che si tratta di una misura straordinaria di intervento e che il riconoscimento del punteggio è una novità assoluta introdotta per le particolari difficoltà cui andranno incontro i docenti impegnati. Sul terzo punto, invece, nonostante le ripetute sollecitazioni della nostra coordinatrice e di un altro collega, di fatto non abbiamo avuto alcuna risposta, se non, a chiusura dell’incontro, l’invito ad incontrarci per ogni altro eventuale chiarimento. L'assessore ha precisato che chi è impegnato nei progetti regionali non potrà anche usufruire di supplenze e che è, pur non essendo prevista l'alternativa tra questi progetti e il contratto di disponibilità, essa è incoraggiata dal governo regionale.
avatar
Antonino Buonamico
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 2317
Età : 57
Località : Bari
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Rete Docenti Precari Bari
Contributo al forum : 5338
Data d'iscrizione : 27.10.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2009

Messaggio Da Antonino Buonamico il Mar Ott 20, 2009 10:27 pm

Incontro del 20 ottobre

Il 20 ottobre una delegazione della Rete Docenti Precari Bari ha incontrato il Segretario nazionale del PD Dario Franceschini.

In questa occasione gli è stato consegnato un nostro documento di protesta nei confronti di una riforma devastante per l’istituzione scolastica.

Nel limitato tempo a disposizione si sono sottolineati i seguenti punti:

  • la necessità di avere una maggiore visibilità
  • la necessità di essere inseriti a pettine nelle graduatorie permanenti
  • la inadeguatezza dell’azione di governo che ha portato ai contratti di disponibilità: noi chiediamo di lavorare e non di ricevere un sussidio di disoccupazione!


Il segretario ha detto che ha a cuore la nostra situazione, ci ha chiesto quanti siamo e gli è stato risposto che siamo un esercito che promette di moltiplicarsi, alla luce dei tagli già annunciati per il 2010 e 2011. Da parte sua è stata data tutta la disponibilità, pur riconoscendo quanto sia difficile e spesso precluso un dialogo e un confronto costruttivo su questa materia che viene portata avanti in modo unilaterale.

Resta da vedere cosa succederà in sede di approvazione del “decreto salva precari”.
avatar
Antonino Buonamico
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 2317
Età : 57
Località : Bari
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Rete Docenti Precari Bari
Contributo al forum : 5338
Data d'iscrizione : 27.10.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2009

Messaggio Da Antonino Buonamico il Gio Ott 22, 2009 4:55 pm

Resoconto dell’assemblea del 16 ottobre

Il giorno 16 Ottobre, alle ore 17.30, presso la sede dell’associazione culturale “Osservatorio Sud” in via Buccari a Bari, si è tenuta l’assemblea dei soci della Rete Docenti Precari Bari, con il seguente ordine del giorno:

  • informazioni sui risultati conseguiti dopo l’incontro con l’Assessore regionale per il Sud e il diritto allo studio, Gianfranco Viesti;

  • resoconto sul tavolo tecnico svoltosi presso il Comune di Bari il primo ottobre;

  • eventuale partecipazione ad iniziative e movimenti promossi da diversi soggetti interni al mondo della scuola;

  • adesione allo sciopero del 23 c.m.;

  • varie ed eventuali.

Alle 17.30 ha aperto i lavori la collega Marija Mattia, in sostituzione della coordinatrice Maria Rita Gadaleta. In riferimento al primo punto è stata data approfondita informazione sull’accordo Miur-Regione, alla base del progetto “Diritti a scuola”, e di cui esiste un ampio resoconto pubblicato il 17 ottobre. E’ importante sottolineare il fatto che questo progetto sarà attuato con il massimo controllo da parte della Regione sugli uffici scolastici regionali e provinciali al fine di garantire la correttezza delle operazioni di reclutamento.
Anche per quanto riguarda il secondo punto, la collega Marija ha brevemente esposto contenuti e modalità del tavolo tecnico, soffermandosi con particolare attenzione sulle assenze “pesanti” delle istituzioni scolastiche da noi convocate e affermando con decisione che la Rete chiederà un ulteriore incontro dal quale dipenderanno le iniziative future.
Per quanto attiene al terzo punto, il collega Antonino Buonamico ha riportato l’invito del CIDI a partecipare ad un incontro sul precariato che si terrà a Bari il 12 Novembre e ad una serie di iniziative e manifestazioni organizzate dai collettivi degli studenti universitari. Molto velocemente si è proceduto all’individuazione di alcuni soci che vi parteciperanno a nome di tutta la Rete. Inoltre la stessa sarà presente ad un convegno promosso dalla Regione, il 3 e 4 Dicembre prossimi, sul federalismo e la scuola in Puglia.
Infine l’assemblea ha votato per l’adesione allo sciopero del 23 ottobre indetto dai Cobas e per il quale il collega responsabile dei contatti e della raccolta iscrizioni è sempre Antonino Buonamico.
Alle 19.10 l’assemblea si è sciolta, con la raccomandazione di cercare sempre più attenzione e sensibilità da parte di tutti.

Rete Docenti Precari Bari

http://retedocentiprecaribari.netsons.org
avatar
Antonino Buonamico
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 2317
Età : 57
Località : Bari
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Rete Docenti Precari Bari
Contributo al forum : 5338
Data d'iscrizione : 27.10.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2009

Messaggio Da Antonino Buonamico il Ven Nov 20, 2009 8:27 pm

Stamattina, venerdì 20 novembre, si è svolto il secondo incontro con la senatrice (ed ex sindaca di Lecce) Adriana Poli Bortone del movimento Io Sud presso la sede del suo partito in via Calefati, 42 a Bari. Durante l'incontro precedente, le fu consegnato un nostro documento informativo sui problemi del precariato e della scuola pubblica in generale. Della delegazione facevano parte Maria Rita Gadaleta, coordinatrice della Rete Docenti Precari Bari; Marija Mattia, vicecoordinatrice; Maria Filardi, del direttivo e Sabino Labarile, iscritto, che ha scattato alcune foto; Mimmo Aprile, del CIPNA, in rappresentanza dei colleghi precari di Lecce e Saverio Santoro per l'associazione Professione Precario di Foggia.
E' stata riproposta l'urgenza e la drammaticità in cui versa la scuola pubblica per effetto dei tagli attuati dal ministro Gelmini e dall'attuale governo ed esposto i contenuti del documento con le richieste a firma dei docenti precari, contenuti sui quali la senatrice si riserva di risponderci in tempi brevi e possibilmente per iscritto.
Maria Rita Gadaleta ha riassunto brevemente le iniziative messe in campo come associazione in questi mesi, anche con l'aiuto degli enti locali comunali e regionali, e dell'attività di denuncia operata sempre dalla nostra associazione attraverso alcune testate della stampa locale.
La senatrice ha detto che condivide le nostre stesse preoccupazioni ed ha proposto l'attuazione di una iniziativa di class action avverso le istituzioni che prima hanno proposto dei corsi abilitanti, le SSIS, e poi hanno abbandonato al loro destino migliaia di docenti precari penalizzando soprattutto quelli che risiedono nel mezzogiorno impedendo loro inoltre la mobilità territoriale.
Ad una nostra richiesta di una maggiore visibilità da dare al problema a livello mediatico formulata da Saverio Santoro, si è inoltre impegnata a procurarci ulteriore visibilità attraverso le reti televisive locali e la stampa per portare un maggiore numero di cittadini ignari a conoscenza del problema nostro e di tutta la scuola pubblica.
avatar
Antonino Buonamico
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 2317
Età : 57
Località : Bari
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Rete Docenti Precari Bari
Contributo al forum : 5338
Data d'iscrizione : 27.10.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2009

Messaggio Da Antonino Buonamico il Lun Dic 07, 2009 10:34 pm

LA S.F.I.D.A nasce in Puglia
Si è chiuso stamani il primo congresso della S.F.I.D.A (Sindacato delle famiglie italiane dei diversamente abili) dal titolo: “Per un impegno a tempi indeterminato” tenutosi a S. Giovanni Rotondo (Fg). Nella terra di Padre Pio dopo tre giorni di dibattito appassionato ( dal 5 al 7 dicembre) e di testimonianze di vita che “sfidano” la quotidianità, il sindacato ha rinnovato lo statuto e i suoi organi direttivi e ha rilanciato la battaglia per la difesa dei diritti dei diversamente abili e delle loro famiglie.
Le varie commissioni hanno affrontato molteplici temi: dall’abbattimento delle barriere architettoniche, alla riabilitazione, all’assistenza domiciliare, al diritto al lavoro e all’inserimento nella scuola denunciando le irregolarità e i tagli indiscriminati alla spesa sociale operati dall’attuale governo e proponendo delle alternative e delle richieste a chi vorrebbe cancellare le aspettative e lo stato di diritto di cittadini la cui diversità, come è stato più volte sottolineato, rappresenta una risorsa e non un onere per il nostro paese.
La specificità di questa organizzazione è che non isola nei temi e nelle battaglie i “diversi” da tutti gli altri cittadini ma tende ad aggregare soggetti le cui istanze hanno come comune denominatore il progresso umano e civile del nostro paese.
Ad esempio nella commissione scuola accanto all’esperienza di un noto giurista come Salvatore Nocera che ha speso tutta la sua vita per difendere nelle aule dei tribunali di tutta Italia l’applicazione della legge 104 in modo particolare relativamente all’istruzione, Evelina Chionna presidente del CIIS (coordinamento insegnanti italiani di sostegno), Maria Vitale presidente della commissione scuola della SFIDA e numerose associazioni di insegnanti precari della nostra regione ma anche della Campania e della Sicilia, tra i quali tanti ormai senza lavoro per le riduzioni drastiche del personale della scuola operate dall’attuale ministro della P.I. M. Gelmini.
Ma la preoccupazione che è emersa dal dibattito della commissione non è solo relativa alla carenza di personale specializzato quanto al fatto che la riforma targata Tremonti - Gelmini non si riduce solo ai tagli al personale ma riporta indietro di 40 anni la scuola italiana il cui fiore all’occhiello in tutta Europa è stata proprio l’integrazione scolastica degli alunni con diverse abilità.
Il documento presentato all’assemblea verrà consegnato direttamente al ministro Gelmini in un incontro fissato per il 22 dicembre con le associazioni e le organizzazioni dei diversamente abili.
Il sindacato S.F.I.D.A raccoglie le professionalità, i volontari, l’associazionismo spesso chiuso in logiche di appartenenza e di specificità dell’handicap o di interessi esclusivi di categoria, e promuove un’opera di denuncia e di confronto con le istituzioni da quelle più strettamente locali, comuni, provincia e regione a quelle nazionali.
Una vera scommessa perché chi vive in carrozzina o senza l’uso della vista e degli altri sensi è vero che ha qualche problema a raggiungere un posto o a conseguire degli obiettivi a causa delle barriere mentali e architettoniche che li circondano ma quando li ha raggiunti difficilmente rinuncia a varcare il traguardo.
Maria Rita Gadaleta
avatar
Antonino Buonamico
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 2317
Età : 57
Località : Bari
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Rete Docenti Precari Bari
Contributo al forum : 5338
Data d'iscrizione : 27.10.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2009

Messaggio Da Antonino Buonamico il Mer Dic 09, 2009 11:29 pm

Questa mattina, mercoledì 6 dicembre, una delegazione della Rete Docenti Precari Bari, composta dalla nostra coordinatrice Maria Rita Gadaleta, da Maria Cacucciolo e da me, ha incontrato, nel suo ufficio dell'Ufficio Scolastico Provinciale, il direttore Lacoppola. Vi fornirò presto un resoconto più dettagliato. Per ora vi anticipo che ancora il MIUR non ha spiegato se i 180 giorni per l'ammazzaprecari debbano essere continuativi o no e che per loro sarà difficile operare un monitoraggio che ci renda pienamente consapevoli degli effetti della "riforma" della secondaria di secondo grado, ma che ci forniranno al più presto alcune notizie da noi richieste.
avatar
Antonino Buonamico
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 2317
Età : 57
Località : Bari
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Rete Docenti Precari Bari
Contributo al forum : 5338
Data d'iscrizione : 27.10.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: PUGLIA Resoconto iniziative 2009

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum