EMILIA ROMAGNA Iniziative 2010

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: EMILIA ROMAGNA Iniziative 2010

Messaggio Da antonella vaccaro il Dom Mag 23, 2010 11:12 pm

matteo ho inviato un messaggio a tutti quelli iscritti al gruppo fb
avatar
antonella vaccaro
Amministratore
Amministratore

Femminile Numero di messaggi : 2769
Età : 45
Località : Napoli
Ordine scuola : Primaria
Organizzazione : CPS Napoli
Contributo al forum : 6113
Data d'iscrizione : 03.12.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: EMILIA ROMAGNA Iniziative 2010

Messaggio Da dodocchi il Gio Mag 27, 2010 10:28 pm

Vi giro i primi articoli e servizi sul presidio tenuto oggi per chiedere le dimissioni del direttore dell'USR, Limina

Il diluvio iniziato alle 14:30 ha un po' limitato la partecipazione, che è stata comunque soddisfacente, attiva e variegata (non eravmo certo solo precari, anzi...e c'erano anche diversi genitori).
L'appuntamento ora è per il prossimo giovedì!

http://www.telesanterno.com/bologna-scuola-protesta-ancora-0527.html

http://www.tgr.rai.it/SITOTG/TGR_popupvideo/1,8506,tgr%5Eemiliaromagna,00.html (tra il min. 7:35 e il min 9:00)

http://bologna.repubblica.it/cronaca/2010/05/27/news/nuova_protesta_all_ex_provveditorato_il_direttore_limina_si_barrica_dentro-4384345/

http://corrieredibologna.corriere.it/bologna/notizie/cronaca/2010/27-maggio-2010/scuola-protesta-precari-ma-carabinieri-blindano-limina-1703096986037.shtml

http://www.zic.it/presidio-allusr-limina-si-barrica-dentro/

dodocchi
Novizio/a
Novizio/a

Maschile Numero di messaggi : 32
Località : Bologna
Ordine scuola : Secondaria I gr.
Organizzazione : Coordinamento Precari della Scuola Bologna
Contributo al forum : 2936
Data d'iscrizione : 23.09.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: EMILIA ROMAGNA Iniziative 2010

Messaggio Da Ospite il Gio Mag 27, 2010 11:52 pm

Reggio Emilia, iniziativa pubblica "Quale prospettiva per la scuola
italiana?"



26-05-2010

Cosa cambia realmente nella scuola italiana in seguito ai provvedimenti
attuati dal governo? Se ne discuterà a Reggio Emilia nell'iniziativa
pubblica organizzata dai sindacati che si terrà venerdì 28 maggio alle
ore 17.00 presso Aula Magna "Manodori" Università degli Studi di Modena e
Reggio Emilia ex Caserma Zucchi, Viale Allegri, 9.


Saranno presenti, tra gli altri:



  • Domenico Pantaleo, Segretario generale FLC CGIL;
  • Gianni Manuzio, Segretario nazionale CISL Scuola;
  • Rino Di Meglio, Coordinatore nazionale Gilda-UNAMS, Gilda degli
    Insegnanti.


Coordina e modera Paolo Bonacini (Direttore di TeleReggio)


Sono invitati i cittadini, i genitori, gli studenti, i lavoratori del
comparto e chiunque sia interessato al futuro della nostra scuola
pubblica.



Roma, 26 maggio 2010

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: EMILIA ROMAGNA Iniziative 2010

Messaggio Da dodocchi il Ven Mag 28, 2010 6:14 pm

Coordinamento precari della scuola di Bologna
e
Coordinamento delle scuole superiori di Bologna e Provincia

Organizzano ed invitano a partecipare alla seguente

ASSEMBLEA CITTADINA
Giovedì 3 giugno 2010 - ore 20:30
Sala consigliare Quartiere Porto,
Via dello Scalo, 21 Bologna

Contro lo sfascio della scuola pubblica statale e contro ogni bavaglio,
verso lo Sciopero degli scrutini
in Emilia Romagna del 7 e 8 giugno,
ne discutiamo con la cittadinanza
e con tutte le sigle sindacali


Parteciperanno al dibattito:
Anna Maria Angradi, genitore dell'Assemblea delle Scuole
Franco Tinarelli, Coordinamento dei Presidenti Consiglio d'Istituto
Francesco Bonfini, RdB Scuola Bologna
Giovanni Cadoni, Gilda Bologna
Claudia Menzani, Snals Bologna
Alessandro Palmi, Cobas scuola Bologna
Patrizia Prati, Cisl scuola Bologna
Sandra Soster, FLC-CGIL Bologna

Un’occasione per spiegare a tutta la cittadinanza le motivazioni che ci hanno portato a promuovere lo sciopero degli scrutini di fine anno, per fugare eventuali dubbi sulla sua possibilità di applicazione, ma soprattutto un’occasione per confrontarsi liberamente su cosa possiamo fare per contrastare l'opera dei demolizione della scuola pubblica. Se ne parlerà insieme a chi in questi mesi ha lottato per difendere la scuola pubblica: insegnanti, genitori, personale ausiliario tecnico amministrativo, Presidenti dei Consigli d’Istituto.

dodocchi
Novizio/a
Novizio/a

Maschile Numero di messaggi : 32
Località : Bologna
Ordine scuola : Secondaria I gr.
Organizzazione : Coordinamento Precari della Scuola Bologna
Contributo al forum : 2936
Data d'iscrizione : 23.09.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: EMILIA ROMAGNA Iniziative 2010

Messaggio Da dodocchi il Dom Mag 30, 2010 5:49 pm



Importanti appuntamenti di


giovedì 3 giugno




Bologna 3 giugno 2010
ore 14:30 presso l'Usr di Via dei Castagnoli, 1
Grande manifestazione unitaria per la scuola pubblica statale
Contro i tagli e il bavaglio

Guarda il volantino


Giovedì 3 giugno, alle 14:30, si svolgerà una manifestazione davanti all'Usr di Via dei Castagnoli, per la difesa della scuola pubblica statale, contro i tagli e il bavagli, che vedrà la partecipazione del Coordinamento Precari Scuola, Coordinamento Scuole Superiori, GdL dell'Assemblea delle scuole, Scuola & Costituzione, e di tutti i sindacati scuola: CGIL, CISL, COBAS, GILDA, SNALS.



Pensiamo che che in questo momento così difficile per il nostro paese e la nostra scuola, solo una protesta di massapossa respingere il tentativo di distruggere la scuola di tutti e per tutti, la scuola che la nostra Costituzione ci ha consegnato.



Dimostriamo con la nostra partecipazione che non accettiamo il bavaglio che ci vuole imporre il direttore dell'Usr Emilia Romagna Marcello Limina.



La stessa indizione unitaria e paritaria dei sindacati appare come un impoortante fatto storico, un'occasione che dobbiamo sfruttare. Vi chiediamo, quindi, di diffondere il più possibile l'informazione



Partecipate numerosi!



Limina dimettiti!




Coordinamento Precari Scuola Bologna





* * *




Bologna, giovedì 3 giugno
ore 20:30 presso la Sala Consigliare del Quartiere Porto, Via dello Scalo, 21
Assemblea Cittadina
Verso lo sciopero degli scrutini
Partecipano tutte le OO.SS.



Guarda il volantino

Un'occasione per spiegare a tutta la cittadinanza le motivazioni che ci hanno portato a promuovere lo sciopero degli scrutini di fine anno, per fugare eventuali dubbi sulla sua possibilità di applicazione, ma soprattutto un'occasione per confrontarsi liberamente sull'argomento con rappresentanti di tutte le organizzazioni sindacali della nostra provincia, aderenti o meno all'iniziativa.




Partecipate Numerosi!



Coordinamento Precari Scuola Bologna

http://coordinamentoprecariscuolabologna.blogspot.com/


dodocchi
Novizio/a
Novizio/a

Maschile Numero di messaggi : 32
Località : Bologna
Ordine scuola : Secondaria I gr.
Organizzazione : Coordinamento Precari della Scuola Bologna
Contributo al forum : 2936
Data d'iscrizione : 23.09.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: EMILIA ROMAGNA Iniziative 2010

Messaggio Da eddie il Lun Mag 31, 2010 12:07 am

RAVENNA 3 GIUGNO ORE 15 OCCUPAZIONE SIMBOLICA USP
Dopo flash mob in piazza.
E' prevista una buona adesione, all'ultima assemblea eravamo in tanti. Verranno anche gli studenti


Ultima modifica di eddie il Lun Mag 31, 2010 9:19 pm, modificato 1 volta
avatar
eddie
Coordinatore
Coordinatore

Maschile Numero di messaggi : 590
Località : Cesena
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Flc Cgil Ravenna
Contributo al forum : 3783
Data d'iscrizione : 15.03.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: EMILIA ROMAGNA Iniziative 2010

Messaggio Da francesca forli il Lun Mag 31, 2010 9:15 pm

Ciao Eddie,
non ce la facciamo ad organizzare un'occupazione simbolica anche a Forli?
riesci a contattare qualcuno?
Io provo con quelli che ho e ti faccio sapere.
Ciao
Francesca
avatar
francesca forli
Assiduo/a
Assiduo/a

Femminile Numero di messaggi : 79
Località : Forlì
Ordine scuola : ancora da inserire
Organizzazione : Nessuna
Contributo al forum : 3309
Data d'iscrizione : 20.10.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: EMILIA ROMAGNA Iniziative 2010

Messaggio Da eddie il Lun Mag 31, 2010 9:18 pm

francesca io sono a ravenna, noi occupiamo simbolicamente con la flc e poi facciamo un flash mob in piazza.

devi contattare la flc cgil di forli. comunque l'iniziativa e' nazionale e anche da voi si fara'.

contatta le persone e aggiungetevi ai lavoratori flc, siamo tutti nella stessa barca
avatar
eddie
Coordinatore
Coordinatore

Maschile Numero di messaggi : 590
Località : Cesena
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Flc Cgil Ravenna
Contributo al forum : 3783
Data d'iscrizione : 15.03.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: EMILIA ROMAGNA Iniziative 2010

Messaggio Da Matteo V il Lun Mag 31, 2010 9:30 pm

come potete leggere da questo articolo, qualcosa si muove a Bologna. La bagarre è nata dal fatto che cisl e snals non volevano che si votassero le dimissioni di Limina accampando il motivo che la mozione non era all'odg a quel punto è successo il finimondo. Pur nella distinzione sullo sciopero degli scrutini abbiamo trovato appoggio da cgil e gilda, adesso speriamo di ottenre davvero le dimissioni!! Diffondete...

(ER) SCUOLA BOLOGNA. PROF SFIDUCIANO LIMINA,ROTTURA COI SINDACATI
DOCENTI SUPERIORI UNANIMI SU DIRIGENTE USR;SCONTRO CON CISL-SNALS

(DIRE) Bologna, 31 mag. - Finisce con l'assemblea dei docenti
delle scuole superiori di Bologna che approva all'unanimita' le
dimissioni di Marcello Limina, numero uno dell'Ufficio scolastico

regionale. Ma il voto sancisce la spaccatura profonda tra i
sindacati fra di loro e con gli insegnanti. Dure, infatti, le
contestazioni da parte dei professori all'indirizzo dei
rappresentanti dei lavoratori, questa mattina nell'assemblea

convocata nell'aula magna del liceo Righi di Bologna per parlare
della riforma delle scuole superiori. Presenti anche alcuni
membri del coordinamento dei precari della scuola, che hanno
proposto all'assemblea di votare una mozione in quattro punti:

dimissioni di Limina; sospensione della pubblicazione degli
organici finche' i regolamenti attuativi non saranno in Gazzetta
ufficiale; rinvio di un anno della riforma delle superiori; no
all'introduzione degli esperti esterni nelle scuole.

L'assemblea dei docenti (l'aula magna, stipata all'inizio, si
e' svuotata per meta' nel corso della discussione) ha dunque
approvato l'intera mozione (unanime il voto su Limina) ma in un

clima davvero rovente. Due sindacati, Cisl e Snals, si sono
opposti alla votazione perche' non all'ordine del giorno
dell'assemblea di oggi, scatenando l'ira e la reazione furibonda
di molti insegnanti presenti per la mancanza di unita' sindacale.

A sostegno della mozione dei precari invece la Cgil, che e'
intervenuta sia con il segretario della Flc di Bologna, Sandra
Soster, sia con Otello Ciavatti facendo propria la mozione del
coordinamento e aggirando cosi' il problema dell'assenza del

punto dall'ordine del giorno. Pur stigmatizzando il clima di
scontro che si era generato, si e' detta a favore anche la Gilda,
che a livello nazionale ha gia' chiesto la rimozione di
Limina."Noi ci siamo detti fin da subito

contrari alla circolare-bavaglio di Limina- spiega Anna
Cicognani, segretario regionale della Cisl scuola, al termine
dell'assemblea di oggi al Righi- e abbiamo chiesto che il
ministero dia un segnale forte nei confronti del direttore

dell'Usr. Ma i problemi della scuola sono ben altri- avverte
Cicognani- e piu' si chiedono le dimissioni di Limina piu' si
rafforza la sua posizione al ministero". Dunque, quella di oggi
e' stata solo "una manovra politica- sentenziano Giancarlo Garoia

della Cisl di Forli' e Claudia Menzani dello Snals di Bologna-
che ha poco valore e che serve solo a illudere le persone. E'
come se in assemblea si votasse una mozione per togliere lo
scudetto all'Inter: e' inutile". Una frase, ripetuta anche nel

corso dell'assemblea, che ha scatenato le proteste a gran voce
degli insegnanti presenti.
A questo punto sembra in discussione la partecipazione
unitaria dei sindacati all'occupazione simbolica dell'Usr a

Bologna in programma giovedi' prossimo, 3 giugno. Organizzata
dalle quattro sigle sindacali proprio per protestare contro i
tagli e contro Limina, l'esito dell'assemblea mette in crisi il
carattere unitario dell'iniziativa. "Se questi sono i toni noi

non ci stiamo", avverte la Cisl. L'assemblea di oggi in realta'
doveva servire per "fare il punto della situazione sulle
superiori, ovvero della nostra disgrazia- spiega Soster- ancora
non sappiamo chi insegnera' cosa a settembre e negli istituti

professionali non si sa se i corsi che partiranno saranno
triennali o quinquennali. Le Regioni, comprese la nostra, finora
sono state a guardare- bacchetta Soster- ma adesso e' ora di
darsi una mossa".I regolamenti attuativi della riforma

Gelmini sulle superiori dovrebbero essere pubblicati in Gazzetta
ufficiale "a giorni- annuncia Maria Brigida della segreteria
nazionale della Flc-Cgil- pare che siano stati approvati la
settimana scorsa". Intanto, vista la situazione di caos nei licei

e negli istituti tecnici, la Cgil a livello nazionale ha
strappato al ministero la proroga per l'adozione dei libri di
testo, slittata al 31 maggio. E' stata invece rinviata al
prossimo anno scolastico la riforma delle classi di concorso

degli insegnanti, creando comunque non pochi problemi gia' per
settembre. I nuovi indirizzi prevedono infatti nuove materie, che
possono pero' essere insegnate da docenti che appartengono a
diverse classi di concorso. Tocchera' ad ogni scuola decidere,

sulla base della graduatoria interna, a quale docente (gia' di
ruolo) assegnare la nuova disciplina, tagliando fuori i precari.
A questa situazione si somma chiaramente il taglio delle
cattedre (circa 800 solo in Emilia-Romagna) e il taglio delle ore

di laboratorio. Per cui, riferisce Garoia, da qualche scuola
alberghiera "usciranno cuochi che non hanno mai fatto laboratorio
di cucina". Contro i tagli del ministero Matteo del
coordinamento precari ribadisce lo sciopero degli scrutini, come

ultima protesta prima della fine dell'anno scolastico. Contraria
pero' la Cgil. "Con tutto il rispetto della scelta individuale di
ogni lavoratore- spiega Soster- e assicurato il nostro impegno a
garantire il diritto di sciopero, ritengo lo sciopero degli

scrutini una scelta sbagliata perche' non potrebbe essere
un'iniziativa di massa e comunque tende a isolare i docenti da
studenti e famiglie".
(San/ Dire)
14:58 31-05-10
avatar
Matteo V
Esperto/a
Esperto/a

Maschile Numero di messaggi : 382
Località : Bologna
Ordine scuola : Secondaria di II gr
Organizzazione : Nessuna
Contributo al forum : 3369
Data d'iscrizione : 28.08.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: EMILIA ROMAGNA Iniziative 2010

Messaggio Da francesca forli il Mar Giu 01, 2010 3:22 pm

Ok, anche a Forli ci sarà la manifestazione.
C'è il dubbio sull'orario.
Posterò più tardi l'orario cosi se c'è qualcuno di Forli che vuole partecipare...

Francesca

*grazie Eddie
avatar
francesca forli
Assiduo/a
Assiduo/a

Femminile Numero di messaggi : 79
Località : Forlì
Ordine scuola : ancora da inserire
Organizzazione : Nessuna
Contributo al forum : 3309
Data d'iscrizione : 20.10.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: EMILIA ROMAGNA Iniziative 2010

Messaggio Da francesca forli il Mar Giu 01, 2010 3:32 pm

http://www.cgilfo.com/flc/flc.html


ore 13,00, v.le Salinatore Forli
avatar
francesca forli
Assiduo/a
Assiduo/a

Femminile Numero di messaggi : 79
Località : Forlì
Ordine scuola : ancora da inserire
Organizzazione : Nessuna
Contributo al forum : 3309
Data d'iscrizione : 20.10.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: EMILIA ROMAGNA Iniziative 2010

Messaggio Da Matteo V il Mar Giu 01, 2010 8:15 pm

Scuola. Nuovo presidio di precari e sindacati

1 giu - Tutte le sigle sindacali della scuola, insieme a genitori e insegnanti precari, il 3 giugno organizzeranno un nuovo presidio di fronte all’Ufficio scolastico provinciale. Poi, si riuniranno in un’assemblea aperta a tutta la cittadinanza per discutere dello stato - che definiscono “disperato” - in cui versano le scuole italiane e bolognesi dopo i tagli voluti dalla riforma.

“Non abbiamo chiesto un incontro a Limina, questa volta. Il nostro presidio sarà puramente simbolico. E ricordo a tutti che l’ufficio provinciale non è l’ufficio di comando di un’occupazione straniera”, ha commentato Sandra Soster della Cgil. Bruno Moretto, del coordinamento precari, ha aggiunto: “Chiudere il portone di via de’ Castagnoli, come è successo la scorsa settimana, è una cosa gravissima. Mica è casa sua”.

Intanto crescono le adesioni per lo sciopero degli scrutini, che si dovrebbero tenere il 7 e l’8. L’assenza volontaria di diversi insegnanti costringerà a rimandare le decisioni per i voti degli alunni in molti istituti bolognesi, da quelli tecnici Serpieri, Luxembourg e Aldrovandi-Rubbiani, al liceo Sabin, fino alle scuole medie Rodari-Jussi e Rolandino-Pepoli.

Per il 10 giugno è previsto un altro appuntamento: una “protesta in festa“, organizzata dall’Assemblea dei genitori e degli insegnanti delle scuole di Bologna.
Pubblicato il 01.06.2010
avatar
Matteo V
Esperto/a
Esperto/a

Maschile Numero di messaggi : 382
Località : Bologna
Ordine scuola : Secondaria di II gr
Organizzazione : Nessuna
Contributo al forum : 3369
Data d'iscrizione : 28.08.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: EMILIA ROMAGNA Iniziative 2010

Messaggio Da Matteo V il Mar Giu 01, 2010 8:25 pm

Scuola, crescono le adesioni allo sciopero degli scrutini
I prossimi 7 e 8 giugno diversi gli istituti dovranno rinviare le decisioni sui voti agli alunni: Serpieri, Rosa Luxemburg, Aldrovandi-Rubbiani, e forse l’Itis Belluzzi; il Sabin; le medie Rodari-Jussi e Rolandino-Pepoli


Bologna, 1 giugno 2010 - Anche se manca la completa condivisione dei sindacati confederali continuano a crescere le adesioni allo sciopero degli scrutini, proposto dal coordinamento dei precari della scuola di Bologna e sostenuto dai Cobas. I prossimi 7 e 8 giugno saranno diversi gli istituti che saranno costretti a rinviare le decisioni sui voti agli alunni, per l’assenza volontaria di diversi docenti: gli istituti tecnici Serpieri, Rosa Luxemburg, Aldrovandi-Rubbiani e, forse, anche l’Itis Belluzzi; il liceo Sabin; le scuole medie Rodari-Jussi e Rolandino-Pepoli.

Nella sede della Gilda di Bologna, in questi giorni, e’ arrivata via fax un appello con oltre 200 firme di insegnanti che aderiscono allo sciopero degli scrutini, iscritti a qualunque sindacato e non. Per questo, annuncia oggi il direttivo provinciale della Gilda di Bologna, “pur non avendone deliberato l’adesione ed evidenziando l’inefficacia di tale azione”, il sindacato afferma che “la partecipazione al blocco degli scrutini sia un modo per manifestare ai precari, i piu’ colpiti dai tagli, la propria solidarieta’ e al contempo l’avversita’ ai provvedimenti legislativi adottati dal Governo”.

Intanto e’ confermato per dopodomani il presidio unitario di tutti i sindacati, le associazioni e i movimenti della scuola di Bologna davanti alla sede dell’Ufficio scolastico provinciale, che dalle 14.30 sara’ occupato simbolicamente per protestare contro i tagli e contro la circolare-bavaglio del numero uno dell’Usr, Marcello Limina. Le varie rappresentanze della scuola metteranno da parte le loro divergenze, anche se persino la conferenza stampa di oggi sull’iniziativa di giovedi’ e’ stata occasione per qualche battibecco tra sindacati e precari. “Non e’ facendo come i capponi di Renzo che la societa’ civile tornera’ a preoccuparsi della scuola”, bacchetta pero’ Marina Daltri dell’assemblea delle scuole.

Ad ogni modo il 3 giugno davanti all’Usp ci saranno tutti: Cgil, Cisl, Snals, Gilda, Cobas, Rdb, Coordinamento precari, assemblea delle scuole, coordinamento scuole superiori, presidenti dei consigli di istituto, comitato Scuola e costituzione. “I tagli sono pesantissimi- elenca il segretario della Flc-Cgil di Bologna, Sandra Soster- le famiglie non sanno dove sbattere la testa, le richieste di tempo scuola non sono garantite, 500 persone tra docenti e ata alle superiori perdera’ il posto e i presidi non sanno come fare per aprire le scuole a settembre”.

Anzi, il rischio e’ proprio quello che la campanella non suoni a inizio anno scolastico. “Sono saltate tutte le regole- afferma Soster- e l’invito e’ al ‘si salvi chi puo’’”. A questo quadro si aggiunge il blocco completo del turn over per i dipendenti statali e il taglio del 10% alle risorse per la scuola previsti dalla manovra Tremonti.

“In questa situazione dobbiamo obbedir tacendo perche’ la gente non deve sapere- tuona la Cgil contro la circolare-bavaglio di Limina- ma l’Usp non puo’ essere inteso come una specie di comando delle truppe di occupazione in terra straniera”. Il presidio di giovedi’ sara’ dunque “un segnale forte alla fine dell’anno scolastico”, con cui tenere alto il livello del conflitto. “Mai abbiamo avuto in passato come adesso la negazione del diritto allo studio- attacca Bruno Moretto del comitato Scuola costituzione- i 700 bambini rimasti fuori dalla scuola materna, prevista dalla Costituzione, fanno capire il rischio reale di questa situazione. E’ gravissimo che il Governo li metta a spasso, perche’ crea emarginazione sociale”. Dal canto loro Cisl e Snals (presenti Patrizia Prati e Claudia Menzari) denunciano i forti ritardi nella definizione degli organici. “Agosto sara’ un mese di passione- attaccano- ancora non si sa come apriranno le scuole a settembre”.
avatar
Matteo V
Esperto/a
Esperto/a

Maschile Numero di messaggi : 382
Località : Bologna
Ordine scuola : Secondaria di II gr
Organizzazione : Nessuna
Contributo al forum : 3369
Data d'iscrizione : 28.08.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: EMILIA ROMAGNA Iniziative 2010

Messaggio Da Matteo V il Ven Giu 04, 2010 3:02 am

Bel presidio e buona anche l'assemblea serale
qui il tg
http://www.tgr.rai.it/SITOTG/TGR_popupvideo/1,8506,tgr%5Eemiliaromagna,00.html
avatar
Matteo V
Esperto/a
Esperto/a

Maschile Numero di messaggi : 382
Località : Bologna
Ordine scuola : Secondaria di II gr
Organizzazione : Nessuna
Contributo al forum : 3369
Data d'iscrizione : 28.08.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: EMILIA ROMAGNA Iniziative 2010

Messaggio Da Matteo V il Ven Giu 04, 2010 11:17 am

Limina, in 500 chiedono le dimissioni
http://radio.rcdc.it/archives/limina-in-500-chiedono-le-dimissioni-ma-lui-replicasono-stato-frainteso-53899/

3 giu. - I rappresentanti sindacali della scuola sono riusciti a incontrare il direttore dell’Ufficio scolastico regionale Marcello Limina ma non si dicono per niente soddisfatti, così come gli insegnanti precari e il coordinamento dei genitori e studenti. “Secondo lui lo abbiamo frainteso, dice che non intendeva imbavagliare nessuno”, ha riferito il segretario regionale della Flc Cgil Raffaella Morsia dopo un’ora e mezza di faccia a faccia con il dirigente, “Non abbiamo ricavato niente da quest’incontro. Se non che ci ha chiamati tutti a constatare il lavoro che ha fatto il primo di settembre“. Limina ha annunciato la volontà di non ritirare la circolare con cui invitava i dirigenti provinciali a non comunicare con i giornalisti.
Mentre le rappresentanze sindacali incontravano Marcello Limina, i circa 500 partecipanti al presidio - che ha avuto inizio alle 14.30 in via de’ Castagnoli - hanno organizzato un corteo che ha attraversato via Zamboni e piazza della Mercanzia per poi finire davanti alla Basilica di Santo Stefano.

Le iniziative dei precari non si fermano e parte dal coordinamento bolognese l’invito ad inondare la casella mail dell’Ufficio Scolastico Regionale con una lettera in cui si legge la richiesta di scuse da parte di Limina a insegnanti, alunni e genitori e la sollecitazione affinché si dimetta.
avatar
Matteo V
Esperto/a
Esperto/a

Maschile Numero di messaggi : 382
Località : Bologna
Ordine scuola : Secondaria di II gr
Organizzazione : Nessuna
Contributo al forum : 3369
Data d'iscrizione : 28.08.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: EMILIA ROMAGNA Iniziative 2010

Messaggio Da Matteo V il Ven Giu 04, 2010 11:41 am

Scuola, la protesta marcia contro Limina
In 500, tra mamme e insegnanti, in Santo Stefano. Il governo: polemiche strumentali. Occupazione dell'ufficio scolastico, in corteo molti esponenti del Pd che contestano la circolare-bavaglio
http://bologna.repubblica.it/cronaca/2010/06/04/news/scuola_protesta_anti_gelmini-4562802/

"Salviamo Santo Stefano, salviamo la scuola". Nella piazza storica arrivano in cinquecento: mamme, insegnanti, molti precari, sindacalisti. Le bandiere gialle della Gilda, quelle rosse di Cobas e Cgil, quelle bianche della Cisl. L'occupazione simbolica dell'ufficio scolastico regionale è finita ieri pomeriggio con un corteo a sorpresa. Prima, alle due e mezza, il sit-in ha bloccato via dè Castagnoli per mezz'ora. Fischietti, fazzoletti rossi al collo e sulla bocca: la protesta è contro i tagli alla scuola e contro la nota-bavaglio del direttore Marcello Limina.

C'è il Pd, con l'aspirante segretario Raffaele Donini, Francesca Puglisi, Simona Lembi, Sergio lo Giudice e l'adesione dei parlamentari bolognesi impegnati a Roma. E ci sono tutte le sigle del mondo della scuola: i sindacati, per la prima volta insieme, i coordinamenti (precari, docenti delle superiori, presidenti dei consigli di istituto), l'assemblea delle scuole, con genitori e maestri, c'è Scuola e Costituzione, ci sono gli studenti con la rete dei medi e la consulta provinciale, aderisce una decina di sindaci, in massa quelli della Bassa. Gli insegnanti dell'agrario Serpieri annunciano il blocco degli scrutini il 7 e 8 giugno in tutta la scuola, ma con uno sciopero solidale: solo un docente per ogni classe non si presenterà ai consigli, quanto basta per far saltare le pagelle e rinviarle. Ma i 45 colleghi, concordi nella protesta, verseranno 10 euro a testa per pagare lo sciopero a chi lo fa. Da una terrazza viene calato lo striscione "Dimissioni".

Insegnanti e genitori girano con i cartelli al collo: "Vietato calpestare la scuola"; "Due generazioni bruciate: i bambini a cui è negato il diritto allo studio e i giovani insegnanti precari buttati fuori dalla scuola"; "Per la mia scuola, l'istituto comprensivo di Argelato, lo Stato ha pensato di escludere 43 bambini dalla materna e di far rimanere vuota la nuova scuola costata due milioni di euro"; "Taglio sicuro, scuola senza futuro".
A Bazzano sabato mattina le lezioni saranno fatte in piazza, per protesta contro i tagli. Dopo un'ora si apre il portone (non più chiuso come quando c'è stata la protesta dei precari) e il dirigente dell'ufficio scolastico Giuseppe Panzardi invita una delegazione ai piani alti. I manifestanti intanto improvvisano un corteo bloccando via Zamboni al grido di "E-Limina". Sotto le Due Torri gli applausi della gente. Davanti c'è lo striscione che ricorda gli effetti dei tagli sulla scuola bolognese, dal tempo pieno alle classi in meno alle medie, e i 23 milioni di euro che lo Stato deve alle scuole. Esce la delegazione, ricevuta da Marcello Limina. Volti insoddisfatti. Il direttore ha respinto la richiesta di ritirare la nota-bavaglio ("Era interna, non voleva intimidire nessuno") assicurando che non scatteranno sanzioni verso chi ha rivelato la circolare riservata. "Ma si tratta di richiamare tutti a un modo più sereno e costruttivo di operare, soprattutto quando la situazione è difficile", commenta Limina. E in serata da Roma arriva la difesa del sottosegretario all'Istruzione Giuseppe Pizza a proposito della circolare-bavaglio: "Polemiche strumentali e sproporzionate, da parte di Limina non c'è stata alcuna lesione alla libertà degli insegnanti".
(il. ve.)
avatar
Matteo V
Esperto/a
Esperto/a

Maschile Numero di messaggi : 382
Località : Bologna
Ordine scuola : Secondaria di II gr
Organizzazione : Nessuna
Contributo al forum : 3369
Data d'iscrizione : 28.08.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: EMILIA ROMAGNA Iniziative 2010

Messaggio Da stenkarazin1670 il Gio Giu 10, 2010 11:03 pm

Contro Limina nei giorni scorsi pochi davanti all'USP di Parma e, mi dicono, pochi anche a Modena, che pure in altre occasioni ha trainato la protesta.
avatar
stenkarazin1670
Esperto/a
Esperto/a

Maschile Numero di messaggi : 430
Località : Latina
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : ANIEF
Contributo al forum : 3350
Data d'iscrizione : 01.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: EMILIA ROMAGNA Iniziative 2010

Messaggio Da eddie il Ven Giu 11, 2010 12:10 am

a ravenna il 3 eravamo circa 200
avatar
eddie
Coordinatore
Coordinatore

Maschile Numero di messaggi : 590
Località : Cesena
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Flc Cgil Ravenna
Contributo al forum : 3783
Data d'iscrizione : 15.03.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: EMILIA ROMAGNA Iniziative 2010

Messaggio Da francesca forli il Ven Giu 11, 2010 1:04 am

a Forli' tra insegnanti e studenti,il 3, circa 50.
avatar
francesca forli
Assiduo/a
Assiduo/a

Femminile Numero di messaggi : 79
Località : Forlì
Ordine scuola : ancora da inserire
Organizzazione : Nessuna
Contributo al forum : 3309
Data d'iscrizione : 20.10.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: EMILIA ROMAGNA Iniziative 2010

Messaggio Da Matteo V il Gio Set 02, 2010 11:31 pm

Lo spettacolo è anche piuttosto deprimente... alla sera verso le 19.30 una collega si è sentita pure male ed è stata chiamata l'ambulanza, ma pochissimi i colleghi che si sono davvero preoccupati per lei...

http://corrieredibologna.corriere.it/bologna/notizie/cronaca/2010/2-settembre-2010/scuola-errore-manda-tilt-assegnazioni-supplenze-1703684824108.shtml
Scuola, un errore manda in tilt le assegnazioni delle supplenze
Il coordinamento precari: «Anche quest'anno il sistema
è nel caos, a dispetto di quanto dice il ministro»

Non bastavano le proteste e le polemiche sui tagli. Ci si è messo anche un errore tecnico a mandare nel caos le assegnazioni delle supplenze per il prossimo anno scolastico, in corso all’istituto Rosa Luxemburg.

La mattinata era cominciata con la protesta dei precari. Attorno alle 8.30 una ventina di insegnanti ha manifestato contro i tagli con striscioni e sirene, invitando i colleghi a non accettare le ore eccedenti.

Poi, nel momento in cui venivano distribuite le supplenze di italiano e latino nelle superiori, è stata assegnata una cattedra a San Giovanni in Persiceto che poi però è risultata inesistente: c'era ma su un’altra classe di concorso (italiano e storia ai tecnici-professionali). «Questo ha provocato la riconvocazione dei docenti che se ne erano andati, la ripetizione delle operazioni compiute e il conseguente ritardo di tutte le assegnazioni», tuona il Coordinamento insegnanti precari. Per il quale l’incidente «testimonia che, nonostante la disponibilità dell’Ufficio scolastico provinciale e del personale incaricato, anche quest’anno le nomine dei supplenti si svolgono nel caos a causa dei tagli e dei ritardi dovuti alla sciagurata riforma Gelmini. Tutto questo a dispetto delle menzogne del ministro che, anche stamattina, ha ribadito che l’anno scolastico si sta avviando senza alcun problema».


02 settembre 2010
avatar
Matteo V
Esperto/a
Esperto/a

Maschile Numero di messaggi : 382
Località : Bologna
Ordine scuola : Secondaria di II gr
Organizzazione : Nessuna
Contributo al forum : 3369
Data d'iscrizione : 28.08.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: EMILIA ROMAGNA Iniziative 2010

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum