Il bicchiere mezzo pieno. Le cose che abbiamo fatto e quelle

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Il bicchiere mezzo pieno. Le cose che abbiamo fatto e quelle da fare

Messaggio Da Ospite il Ven Ott 30, 2009 7:22 pm

In pochi mesi di vita, il Coordinamento Precari Scuola, erede diretto della Rete Docenti Precari (un primo abbozzo di unione tra le miriadi di movimenti sparsi per lo Stivale), Ŕ riuscito a diventare un importante fenomeno nazionale riconosciuto.

Il CPS ha dapprima riunito in sÚ tutte le "anime sparse" dei movimenti spontanei di docenti precari i quali, via via che le nefaste conseguenze dell'ignobile licenziamento di massa deciso da Tremonti e Gelmini si palesavano sconvolgendo le loro vite e quelle dei loro familiari, hanno costituito a livello locale una prima forma di auto conspevolezza e di organizzazione della "resistenza".

In un secondo momento il CPS ha raccolto le istanze provenienti dall'intero mondo del precariato scolastico italiano, sia docente sia non docente, e attraverso assemblee nazionali le ha incanalate in una piattaforma rivendicativa minima, essenziale, ma incisiva. Ritiro dei tagli, assunzioni sui posti vacanti, rititro della riforma Gelmini e del ddl Aprea, sono i punti nodali di una azione non di mera protesta, ma di impegno civile nella costruzione di una scuola pubblica di qualitÓ, dotata di risorse umane e materiali necessarie allo svolgimento del proprio compito delicato nella fase storica in cui ci troviamo.

Il 15 luglio 2009 il primo banco di prova Ŕ stato il sit-in partecipatissimo sotto il Parlamento, nel quale il neonato coordinamento Ŕ riuscito a portare le proprie istanze direttamente nel Palazzo, ricevuti dalla commissione Cultura della Camera e dal suo presidente.
Per l'occasione il CPS si dota di un simbolo, la clessidra con le ali, di una bandiera, viola per non confondersi tra gli altri, di una maglietta che fa il giro d'Italia, fotografato da tutte le testate nazionali e locali.

Di fronte ad una fase di riflusso del movimento sindacale, seguito alla grande manifestazione dell'ottobre 2008 ed oggi ancora non interrotta, il CPS ha rappresentato per tutto il 2009 e ancora oggi rappresenta l'unico bastione sociale di contenimento delle politiche scolastiche portate avanti dal Governo.
Il ritiro del ddl Aprea, certamente favorito da concause politiche, Ŕ stato un primo risultato concreto della mobilitazione dei precari della scuola.

Da fine agosto a settembre 2009 Ŕ iniziata la grande stagione di informazione verso i colleghi che ancora non avevano avuto possibilitÓ di conoscere appieno il pi¨ grande licenziamento di massa della storia della Repubblica.
Una informazione nazionale del tutto assente ed indifferente ai problemi della scuola italiana, pi¨ interessata alle vicende personali del premier, calava una coltre di colpevole e forse voluto silenzio mediatico sull'argomento, allo scopo di non disturbare troppo i palazzi del potere.

Per ovviare in qualche modo allo status quo, il CPS inventa la prima web-tv autonoma ed autoorganizzata dei precari della scuola. Un canale informativo accessibile a tutti, diretto e senza limiti e censure, con il quale altri gruppi ed altri docenti e non docenti riescono a ricevere l'informazione negata dai media tradizionali. E' il primo esperimento del genere in Italia!

Intanto a mano a mano che prendevano consapevolezza di essere rimasti senza lavoro e senza alcun reddito per sÚ e per la propria famiglia, i precari della scuola iniziavano a scalare i tetti dei provveditorati, e ad attuare forme di protesta estrema, adeguata alla gravitÓ di quello che stava loro accadendo. Occupazioni, sit-in, manifestazioni spontanee di protesta, cortei in tutte e cento le province italiane non sono bastate a far smuovere l'informazione italiana, e con essa l'opinione pubblica. Particolarmente scandaloso, ai limiti del cinismo pi¨ assoluto, l'oscuramento mediatico dello sciopero della fame ad oltranza, protrattosi per oltre due settimane, da parte di alcuni colleghi di Palermo, tra l'indifferenza dell'Italia intera e di chi doveva informarla.
Qualche risultato in pi¨ lo ottenero, ad imitazione degli operai del nord, le precarie che resistettero tre settimane sul tetto del provveditorato di Benevento. Qualche collegamento - sempre timido - nei talk show e qualche pagina - mai la prima - sui giornali riuscirono tuttavia a rendere consapevole l'opinione pubblica.

Molto spesso le iniziative territoriali del CPS sono state organizzate nella pi¨ totale solitudine dei precari, lasciati soli anche da chi avrebbe il compito istituzionale di difenderli: i sindacati. Molto spesso i sindacati tutti, con qualche eccezione solo per quelli di base e per la cgil, hanno COMPLETAMENTE IGNORATO il proprio compito, lasciando finire sul lastrico senza colpo ferire oltre 17.000 lavoratori, e siamo ancora al primo anno su tre di tagli... Complimenti, signori, complimenti!

A metÓ settembre, per˛, solo grazie alla grande determinazione dei precari del CPS, ostinatamente presenti nei presidi organizzati ovunque (pi¨ di un mese Ŕ durato il presidio romano di fronte al MIUR) il gioco del governo Ŕ stato scoperto, e nessuno, malgrado stampa e tv continuassero ad ignorare bellamente il problema, poteva dire che il licenziamento non c'era. Il governo Ŕ stato costretto a correre ai ripari, e tra mezze ammissioni, imbarazzi istituzionali, tentativi di menare il can per l'aia, tira fuori dal cilindro un decreto che definisce "salvaprecari" ma che in realtÓ non toglie un solo euro uno ai tagli decisi da Tremonti, e baratta l'elemosina dei 12 punti come - sentite questa - "la soluzione al problema dei licenziamenti".

Il CPS ovviamente non ci sta, ed indýce per il 3 ottobre 2009 una nuova grande manifestazione nazionale, che per un caso fortuito, dovuto alla morte di alcuni soldati in Afghanistan, va a coincidere con la manifestazione per la libertÓ di stampa organizzata in piazza del Popolo.
Ventimila precari della scuola, questa volta supportati da una parte dei sindacati, partono da piazza della Repubblica per la pi¨ grande e pi¨ partecipata manifestazione di precari della scuola che si ricordi dal dopoguerra ad oggi.
Il CPS in piazza del Popolo ci arriva, ma solo per parlare alla grande platea nazionale dei partecipanti e gridare in faccia ai giornalisti che il loro silenzio Ŕ stato un silenzio colpevole, anzi un silenzio COMPLICE di quello che stava avvenendo alla scuola pubblica italiana.

Lasciata in fretta piazza del Popolo, il CPS si Ŕ riunito quindi in assemblea presso il Miur in viale Trastevere, scortato fin lý da una guardia pretoriana di Carabinieri e Polizia da fare invidia ad un corteo di briganti e camorristi...
Un'altra vergogna che va ad aggiungersi alla serie infinita della politica scolastica di questo governo. Trattare gli insegnanti, gli educatori dei propri figli come "terroristi" Ŕ il volto pi¨ bieco e schifoso di questo governo. Per fortuna non solo, com'era prevedibile, non vi Ŕ stato alcun problema di ordine pubblico in quel corteo come in tutte le altre pacifiche manifestazioni dei precari della scuola, ma si Ŕ fraternizzato, sulle scale del Miur, con le forze dell'ordine alle quali questo governo impone tagli e mancanza di risorse, come per la scuola.

Il 07 ottobre una nuova puntata alla Camera, per un'altra audizione con la Commissione cultura. Il testo iniziale del decreto prevedeva abomini assurdi, come la condanna del precariato a vita per i docenti e ATA presenti in graduatoria, e altre sorprese simpatiche come l'impossibilitÓ di ottenere scatti stipendiali dal servizio preruolo. Grazie alla netta opposizione dei sindacati e di tutte le organizzazioni dei precari, il testo, sempre da respingere nella sua "filosofia" di fondo, viene tuttavia emendato in maniera pi¨ ragionevole. Alla Camera il CPS presenta un documento articolato e dei veri e propri emendamenti. Per essere un movimento spontaneo, non formalizzato da tesseramento, privo di un vero e proprio centro decisionale che non sia il proprio forum telematico, si tratta di un risultato straordinario: in pochi mesi il CPS Ŕ nato e si Ŕ riuscito a porre come interlocutore istituzionale, al pari dei sindacati e di altri soggetti ben pi¨ antichi ed organizzati del CPS.

Il resto Ŕ storia di oggi, il resto Ŕ una nuova assemblea il 23 ottobre, con un nuovo calendario di manifestazioni locali e nazionali, ed una nuova audizione, questa volta al Senato, dove in pochi giorni il CPS mette in campo un nuovo efficace documento ed una serie di emendamenti al testo del dl "ammazzaprecari" in grado di scardinarne la filosofia di fondo e la sua stessa efficacia.

I precari della scuola non si fermano, non lo faranno mai di fronte a questo tipo di politica dell'istruzione. Sappiano i nostri governanti che sui diritti non si tratta: il lavoro non Ŕ solo un diritto sancito dalla nostra costituzione, ma Ŕ anche il FONDAMENTO della nostra Repubblica. Sottrarre lavoro per dirottare i finanziamenti verso altre categorie ben pi¨ privilegiate Ŕ un delitto che grida vendetta tra le pagine della nostra carta costituzionale, e dai volti e dalle menti dei nostri figli, dei figli di quest'Italia che qualcuno vuole sempre pi¨ ignorante, sempre pi¨ accondiscendente verso il potente di turno, sempre meno in grado di capire la societÓ e di esercitare i propri diritti di cittadino. Noi a questo ci opporremo. Sempre!


Ultima modifica di gialov il Lun Nov 02, 2009 9:07 pm, modificato 5 volte

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il bicchiere mezzo pieno. Le cose che abbiamo fatto e quelle

Messaggio Da Emma Gianný il Ven Ott 30, 2009 7:46 pm

mi commuovo e diffondo! lol!
avatar
Emma Gianný
Amministratore
Amministratore

Femminile Numero di messaggi : 2680
LocalitÓ : SCIACCA(AG)
Ordine scuola : Secondaria A029-A030
Organizzazione : Rete Precari Scuola Agrigento
Tesserata CGIL
Contributo al forum : 6067
Data d'iscrizione : 16.07.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il bicchiere mezzo pieno. Le cose che abbiamo fatto e quelle

Messaggio Da Brunello Arborio il Ven Ott 30, 2009 7:48 pm

Una analisi molto interessante
avatar
Brunello Arborio
Esperto/a
Esperto/a

Maschile Numero di messaggi : 3241
EtÓ : 53
LocalitÓ : Terni
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : CPS-Terni
Forum Precari Scuola
Contributo al forum : 7085
Data d'iscrizione : 15.07.08

http://precariscuola.135.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il bicchiere mezzo pieno. Le cose che abbiamo fatto e quelle

Messaggio Da antonella vaccaro il Ven Ott 30, 2009 10:13 pm

bravo gianluca
avatar
antonella vaccaro
Amministratore
Amministratore

Femminile Numero di messaggi : 2769
EtÓ : 45
LocalitÓ : Napoli
Ordine scuola : Primaria
Organizzazione : CPS Napoli
Contributo al forum : 6052
Data d'iscrizione : 03.12.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il bicchiere mezzo pieno. Le cose che abbiamo fatto e quelle

Messaggio Da ldonofri il Ven Ott 30, 2009 10:30 pm

Complimenti. Ma dobbiamo fare ancora tanto, continua la sorditÓ di sua eccellenza la Beata.
Grazie di questo ricordo mi hai risollevato, in un momento veramente di amarezza e di sconforto.
avatar
ldonofri
Coordinatore
Coordinatore

Maschile Numero di messaggi : 246
EtÓ : 58
LocalitÓ : Prata di Principato Ultra (Av)
Ordine scuola : Secondaria I gr.
Organizzazione : CPS Avellino


Contributo al forum : 3560
Data d'iscrizione : 23.07.08

http://www.luigidonofrio.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il bicchiere mezzo pieno. Le cose che abbiamo fatto e quelle

Messaggio Da subprecario MARCOS il Ven Ott 30, 2009 11:00 pm

Magistrale, nonchÚ esiziale per tutti i detrattori del CPS...
Bravo Ju-On!

Hasta siempre a todas y todos
avatar
subprecario MARCOS
Esperto/a
Esperto/a

Maschile Numero di messaggi : 501
LocalitÓ : Roma
Ordine scuola : Liceo (Filosofia e Storia)
Organizzazione : CPS Roma
Contributo al forum : 3492
Data d'iscrizione : 18.07.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il bicchiere mezzo pieno. Le cose che abbiamo fatto e quelle

Messaggio Da Antonino Buonamico il Ven Ott 30, 2009 11:27 pm

Ci voleva un po' di entusiasmo in questa valle di lacrime...


Ultima modifica di Antonino Buonamico il Sab Ott 31, 2009 5:22 pm, modificato 1 volta
avatar
Antonino Buonamico
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 2317
EtÓ : 57
LocalitÓ : Bari
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Rete Docenti Precari Bari
Contributo al forum : 5277
Data d'iscrizione : 27.10.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il bicchiere mezzo pieno. Le cose che abbiamo fatto e quelle

Messaggio Da albertotrapani il Sab Ott 31, 2009 7:38 pm

Davvero un buon lavoro, speriamo che altri precari (per adesso fantasmi) possano risuscitare e dacci una mano nella lotta dei propri diritti, e se permettete, nostra DIGNITA'
avatar
albertotrapani
Novizio/a
Novizio/a

Maschile Numero di messaggi : 39
EtÓ : 56
LocalitÓ : trapani sicilia
Ordine scuola : Secondaria II gr. -
Organizzazione : coordinamento precari trapani
Contributo al forum : 2882
Data d'iscrizione : 15.09.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il bicchiere mezzo pieno. Le cose che abbiamo fatto e quelle

Messaggio Da stenkarazin1670 il Ven Nov 13, 2009 9:50 pm

Condivido. Resta scoperto il nodo dei rapporti con la politica e i sindacati, come evidentemente emerso il 3 ottobre. Ma di certo dal 15 luglio 2008 ad oggi sono state tante le cose buone fatte, grazie alla passione di alcuni e alla partecipazione di tanti.
avatar
stenkarazin1670
Esperto/a
Esperto/a

Maschile Numero di messaggi : 430
LocalitÓ : Latina
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : ANIEF
Contributo al forum : 3289
Data d'iscrizione : 01.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il bicchiere mezzo pieno. Le cose che abbiamo fatto e quelle

Messaggio Da mariapia il Dom Nov 15, 2009 11:33 pm

fare....fare...si! Ma cosa!
Ci vorrebbe una idea nuova,singolare,geniale!

Vi ricordate l'anno scorso quando volevamo preparare i calendari dei precari regalandone una copia ai politici per Natale?

IN fondo ci siamo messi anche in mutande!
Anche l'idea di Mila Spicola sul libro nero della scuola con tutto ci˛ che non funziona sarebbe bello da realizzare come "regalino"!!!
In Sicilia lo potremmo mettere sotto l'albero di Natale a qualche onorevole di "maggioranza"......
avatar
mariapia
Coordinatore
Coordinatore

Numero di messaggi : 2772
EtÓ : 60
LocalitÓ : Palermo
Ordine scuola : Primaria
Organizzazione : CPS Palermo e neoiscritta Flcgil
Contributo al forum : 6374
Data d'iscrizione : 05.08.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il bicchiere mezzo pieno. Le cose che abbiamo fatto e quelle

Messaggio Da Antonino Buonamico il Dom Nov 15, 2009 11:52 pm

Intanto abbiamo un paio di scadenze niente male: un'assemblea nazionale e uno sciopero con manifestazione nazionale a Roma. Cerchiamo di fare bene queste due.
avatar
Antonino Buonamico
Moderatore
Moderatore

Maschile Numero di messaggi : 2317
EtÓ : 57
LocalitÓ : Bari
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : Rete Docenti Precari Bari
Contributo al forum : 5277
Data d'iscrizione : 27.10.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il bicchiere mezzo pieno. Le cose che abbiamo fatto e quelle

Messaggio Da antonella vaccaro il Dom Nov 15, 2009 11:52 pm

io un'idea l'avrei ma ve ne parlo eventualmente in assemblea nazionale nei dettagli

mi piacerebbe organizzare una maratona in bicicletta a tappe e a staffetta dove ogni comiato locale passa il testimone a quello successivo in ordine geografico
ad ogni passaggio di testimone ovviamente ci vorrebbe la stampa a seguire la cosa
si potrebbe partire contemporaneamente dal nord e dal sud per poi concentrarci tutti insieme a roma

ovviamente non Ŕ fattibile ora che si lavora
magari nelle feste di pasqua
avatar
antonella vaccaro
Amministratore
Amministratore

Femminile Numero di messaggi : 2769
EtÓ : 45
LocalitÓ : Napoli
Ordine scuola : Primaria
Organizzazione : CPS Napoli
Contributo al forum : 6052
Data d'iscrizione : 03.12.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il bicchiere mezzo pieno. Le cose che abbiamo fatto e quelle

Messaggio Da Brunello Arborio il Lun Nov 16, 2009 12:14 am

mariapia ha scritto:
Vi ricordate l'anno scorso quando volevamo preparare i calendari dei precari regalandone una copia ai politici per Natale?

IN fondo ci siamo messi anche in mutande!
Anche l'idea di Mila Spicola sul libro nero della scuola con tutto ci˛ che non funziona sarebbe bello da realizzare come "regalino"!!!
In Sicilia lo potremmo mettere sotto l'albero di Natale a qualche onorevole di "maggioranza"......

Mi sembrano entrambe ottime idee, per il calendario ci vorrebbero 12 precari disposti a dare una fotografia, si potrebbe mettere etÓ ed anni di servizio, potrebbe avere un certo impatto.
avatar
Brunello Arborio
Esperto/a
Esperto/a

Maschile Numero di messaggi : 3241
EtÓ : 53
LocalitÓ : Terni
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : CPS-Terni
Forum Precari Scuola
Contributo al forum : 7085
Data d'iscrizione : 15.07.08

http://precariscuola.135.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il bicchiere mezzo pieno. Le cose che abbiamo fatto e quelle

Messaggio Da Emma Gianný il Lun Nov 16, 2009 12:39 am

a noi era venuta in mente l'idea del calendario......veramente,prima,quello di chiedere finanziamenti per aprire ...ehmmm.....come si chiamano?agenzie di pubblico sollazzamento!!!!!
avatar
Emma Gianný
Amministratore
Amministratore

Femminile Numero di messaggi : 2680
LocalitÓ : SCIACCA(AG)
Ordine scuola : Secondaria A029-A030
Organizzazione : Rete Precari Scuola Agrigento
Tesserata CGIL
Contributo al forum : 6067
Data d'iscrizione : 16.07.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il bicchiere mezzo pieno. Le cose che abbiamo fatto e quelle

Messaggio Da mariapia il Lun Nov 16, 2009 1:07 am

per il 22 dicembre potremmo ripetere l'esperienza della videocartolina di Natale sotto la sede regionale della CGIL.

I precari potrebbero fare un nuovo comunicato.
Quello dell'anno passato fu molto "pesante",penso che dovremmo riconoscere con quello di adesso che la CGIL almeno si Ŕ mossa.

per ricordare.....
http://it.youtube.com/watch?v=XsSYOEQkOAU
avatar
mariapia
Coordinatore
Coordinatore

Numero di messaggi : 2772
EtÓ : 60
LocalitÓ : Palermo
Ordine scuola : Primaria
Organizzazione : CPS Palermo e neoiscritta Flcgil
Contributo al forum : 6374
Data d'iscrizione : 05.08.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il bicchiere mezzo pieno. Le cose che abbiamo fatto e quelle

Messaggio Da Ospite il Lun Nov 16, 2009 3:54 pm

Buona l'idea del calendario.

Ehm, io potrei fare il fotografo, dato che come modello sono piuttosto "out", data la mole. Oppure faccio il precario di dicembre, vestito da Babbo Natale...

Si chiaro che voto per Emma e Antonella ad agosto!

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il bicchiere mezzo pieno. Le cose che abbiamo fatto e quelle

Messaggio Da Brunello Arborio il Lun Nov 16, 2009 4:09 pm

gialov ha scritto:Buona l'idea del calendario.

Ehm, io potrei fare il fotografo, dato che come modello sono piuttosto "out", data la mole. Oppure faccio il precario di dicembre, vestito da Babbo Natale...

Si chiaro che voto per Emma e Antonella ad agosto!

Il calendario deve essere fatto con foto di precari e precarie vestiti di tutto punto, altrimenti qualche collega rischia di essere invitata a Villa Certosa Very Happy Very Happy Very Happy
avatar
Brunello Arborio
Esperto/a
Esperto/a

Maschile Numero di messaggi : 3241
EtÓ : 53
LocalitÓ : Terni
Ordine scuola : Secondaria II gr.
Organizzazione : CPS-Terni
Forum Precari Scuola
Contributo al forum : 7085
Data d'iscrizione : 15.07.08

http://precariscuola.135.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il bicchiere mezzo pieno. Le cose che abbiamo fatto e quelle

Messaggio Da Emma Gianný il Lun Nov 16, 2009 4:56 pm

facciamo la video -cartolina.....e nel calendario io far˛ gennaio!
avatar
Emma Gianný
Amministratore
Amministratore

Femminile Numero di messaggi : 2680
LocalitÓ : SCIACCA(AG)
Ordine scuola : Secondaria A029-A030
Organizzazione : Rete Precari Scuola Agrigento
Tesserata CGIL
Contributo al forum : 6067
Data d'iscrizione : 16.07.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il bicchiere mezzo pieno. Le cose che abbiamo fatto e quelle

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum